Nel lungo ponte Capri affollata come ad agosto. Spiagge snobbate, trionfano i picnic in collina. Vip in Piazzetta

0

Non può essere considerato solo un ponte ma una vera e propria settimana di vacanza, per di più favorita da un clima e da atmosfere estive: un regalo inatteso per il migliaio di habitué arrivati a Capri già dallo scorso weekend. E questa volta non sono state solo le spiagge e gli stabilimenti balneari le mete preferite ma le lunghe e piacevoli passeggiate, quasi scampagnate, nelle località più belle e panoramiche dell’isola, lontane dai centri abitati. A partire da Monte Solaro dove gli «Amici di Cetrella» hanno organizzato picnic all’aperto di cui protagonista è stata la castagna che, addirittura, è stato utilizzata come uno degli ingredienti del dolce più tipico del Natale, il panettone. I più arditi, per salire a Cetrella, si sono arrampicati lungo il sentiero del Passetiello, un percorso mozzafiato nel verde, quasi una scalata, mentre la seggiovia è stata scelta da centinaia di persone che hanno vissuto all’aria aperta e al sole le belle giornate regalate dal meteo favorevole. E tra mare, collina, mondanità in Piazzetta, con alcuni dei ristoranti più noti ancora aperti, si chiude oggi il lunghissimo ponte che potrà essere bissato, se le previsioni non faranno le bizze, anche nel prossimo weekend. L’autunno caprese sarà ricco di un nutrito carnet di appuntamenti con la natura e la cultura, in attesa della grande kermesse di cinema «Capri Hollywood» che chiuderà, con il suo festival e la passerella di star, il 2016. Come ha annunciato Pascal Vicedomini, produttore della rassegna, «dedicheremo la ventunesima edizione del festival al leggendario Dino De Laurentiis». Saranno proiettati film storici (“La Grande Guerra”, “La Strada”, “Waterloo”, “Hannibal” e “L’ultima legione”) e il documentario realizzato da Tonino Pinto. Non solo: Vicedomini ha promesso di coinvolgere «il Centro Sperimentale di Fotografia per la realizzazione di una mostra fotografica alla Certosa di Capri e alla Casa Rossa di Anacapri». La produttrice Martha De Laurentiis, la moglie dal look bostoniano che Dino definiva il suo angelo biondo, è stata proprio tra gli ospiti illustri di questo lungo ponte. Ha aperto la sua casa acquistata di recente, una delle storiche ville di Tragara in un angolo molto amato da lei, da Dino e dalle loro «bambine», oggi più che ventenni, Dina e Carolyna. Martha De Laurentiis ha assicurato che ritornerà a Capri nei giorni del festival per godersi le bellezze dell’isola versione hollywoodiana, affollata di star e personaggi del mondo del cinema che la carovana di “Capri Hollywood” riesce a far brindare all’ombra del campanile in Piazzetta in attesa della notte degli Oscar. E a metà novembre un atteso evento culturale porterà in scena, nella sala auditorium dei congressi, «Le notti capresi del filosofo e la rivoluzionaria. Walter Benjamin e Asja Lacis», adattamento e lettura teatrale dell’attrice Marilù Prati. A organizzare l’evento, «Le storie dei russi a Capri agli inizi del secolo scorso», è l’associazione culturale Antemussa. Per introdurre gli ospiti che resteranno sull’isola in questa e nelle altre settimane autunnali sono state inoltre programmate una serie di iniziative culturali, a partire dall’associazione Nesea che con il professore Renato Esposito ha promosso le «Passeggiate d’autore» per scoprire angoli di Capri attraverso i personaggi e i luoghi che l’hanno resa l’isola del mito. Il primo appuntamento è per domenica, con gli «Amori liberi e sognanti». (Anna Maria Boniello – Il Mattino)

Non può essere considerato solo un ponte ma una vera e propria settimana di vacanza, per di più favorita da un clima e da atmosfere estive: un regalo inatteso per il migliaio di habitué arrivati a Capri già dallo scorso weekend. E questa volta non sono state solo le spiagge e gli stabilimenti balneari le mete preferite ma le lunghe e piacevoli passeggiate, quasi scampagnate, nelle località più belle e panoramiche dell’isola, lontane dai centri abitati. A partire da Monte Solaro dove gli «Amici di Cetrella» hanno organizzato picnic all’aperto di cui protagonista è stata la castagna che, addirittura, è stato utilizzata come uno degli ingredienti del dolce più tipico del Natale, il panettone. I più arditi, per salire a Cetrella, si sono arrampicati lungo il sentiero del Passetiello, un percorso mozzafiato nel verde, quasi una scalata, mentre la seggiovia è stata scelta da centinaia di persone che hanno vissuto all’aria aperta e al sole le belle giornate regalate dal meteo favorevole. E tra mare, collina, mondanità in Piazzetta, con alcuni dei ristoranti più noti ancora aperti, si chiude oggi il lunghissimo ponte che potrà essere bissato, se le previsioni non faranno le bizze, anche nel prossimo weekend. L’autunno caprese sarà ricco di un nutrito carnet di appuntamenti con la natura e la cultura, in attesa della grande kermesse di cinema «Capri Hollywood» che chiuderà, con il suo festival e la passerella di star, il 2016. Come ha annunciato Pascal Vicedomini, produttore della rassegna, «dedicheremo la ventunesima edizione del festival al leggendario Dino De Laurentiis». Saranno proiettati film storici (“La Grande Guerra”, “La Strada”, “Waterloo”, “Hannibal” e “L’ultima legione”) e il documentario realizzato da Tonino Pinto. Non solo: Vicedomini ha promesso di coinvolgere «il Centro Sperimentale di Fotografia per la realizzazione di una mostra fotografica alla Certosa di Capri e alla Casa Rossa di Anacapri». La produttrice Martha De Laurentiis, la moglie dal look bostoniano che Dino definiva il suo angelo biondo, è stata proprio tra gli ospiti illustri di questo lungo ponte. Ha aperto la sua casa acquistata di recente, una delle storiche ville di Tragara in un angolo molto amato da lei, da Dino e dalle loro «bambine», oggi più che ventenni, Dina e Carolyna. Martha De Laurentiis ha assicurato che ritornerà a Capri nei giorni del festival per godersi le bellezze dell’isola versione hollywoodiana, affollata di star e personaggi del mondo del cinema che la carovana di “Capri Hollywood” riesce a far brindare all’ombra del campanile in Piazzetta in attesa della notte degli Oscar. E a metà novembre un atteso evento culturale porterà in scena, nella sala auditorium dei congressi, «Le notti capresi del filosofo e la rivoluzionaria. Walter Benjamin e Asja Lacis», adattamento e lettura teatrale dell’attrice Marilù Prati. A organizzare l’evento, «Le storie dei russi a Capri agli inizi del secolo scorso», è l’associazione culturale Antemussa. Per introdurre gli ospiti che resteranno sull’isola in questa e nelle altre settimane autunnali sono state inoltre programmate una serie di iniziative culturali, a partire dall’associazione Nesea che con il professore Renato Esposito ha promosso le «Passeggiate d’autore» per scoprire angoli di Capri attraverso i personaggi e i luoghi che l’hanno resa l’isola del mito. Il primo appuntamento è per domenica, con gli «Amori liberi e sognanti». (Anna Maria Boniello – Il Mattino)

Lascia una risposta