Sorrento folla in piazza Tasso per l’arrivo dell’icona della Madonna del Rosario di Pompei – VIDEO

0

Sorrento folla in piazza Tasso per l’arrivo dell’icona della Madonna del Rosario di Pompei . Un evento che è nel programma delle celebrazioni previste per i i 450 anni di vita del monastero di Santa Maria delle Grazie di piazza Sant’Antonino. Istituzione fondata dalla nobildonna Berardina Donnorso per garantire l’assistenza alle fanciulle orfane o bisognose della città di Sorrento e per accogliere quante decidessero di consacrarsi alla vita religiosa.

In occasione dell’anniversario la comunità delle suore di clausura della Monache Domenicane hanno ospitato il quadro raffigurante la Madonna del Rosario di Pompei fedele riproduzione di quello esposto nel santuario mariano realizzata su richiesta del Vaticano nel 1965. Il dipinto è arrivato in piazza Tasso oggi pomeriggio alle 17 accolto dall’arcivescovo della diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, Francesco Alfano e dal sindaco Giuseppe Cuomo e da tutte le autorità –

Per consentire lo svolgimento della cerimonia è stato deciso di chiudere al traffico una parte del centro cittadino. In particolare è previsto che dalle 16 alle 18 scatti il divieto di transito in piazza Tasso sul lato del Bar Fauno ed anche tra la stessa piazza Tasso e piazza Veniero. Per consentire il passaggio del corteo, inoltre, sono state chiuse piazza Tasso, via De Maio, piazza Sant’Antonino e via Santa Maria delle Grazie.

La sacra icona è stata poi esposta nella chiesa delle Grazie fino a lunedì 14 novembre. Per il periodo in cui l’effigie della Vergine sarà a Sorrento sono stati organizzati numerosi appuntamenti che vedranno il coinvolgimento dei fedeli e dell’intera cittadinanza. Tutti i giorni sono in programma celebrazioni liturgiche e momenti particolari di preghiera come quelli in occasione della giornata dedicata agli ammalati o per quella della misericordia.

Alle celebrazioni prenderanno parte le principali istituzioni religiose di Sorrento ed anche alcune scolaresche, mentre le funzioni saranno animate dal coro Laus Honoris e da quello della basilica di Sant’Antonino, diretti rispettivamente dalle maestre Marianna Russo e Valeria Ioviero. Tutti i giorni, inoltre, ci saranno dei padri domenicani che si occuperanno di confessare i fedeli.

Alle ore 18 di domenica 13 novembre ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo Alfano dopo la celebrazione della messa  il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, consegnerà  le chiavi della città all’arcivescovo di Pompei, Tommaso Caputo, in segno di ideale affidamento alla Madonna da parte della comunità sorrentina e le suore domenicane consegneranno alla delegazione di Pompei, due chiavi in legno, che riproducono l’antica chiave del portone del monastero di Santa Maria delle Grazie e poi, il giorno seguente, alle ore 12, dopo la supplica alla Madonna, il quadro sacro lascerà Sorrento per ritornare a Pompei Video di Antonino Maresca

Sorrento folla in piazza Tasso per l'arrivo dell'icona della Madonna del Rosario di Pompei . Un evento che è nel programma delle celebrazioni previste per i i 450 anni di vita del monastero di Santa Maria delle Grazie di piazza Sant’Antonino. Istituzione fondata dalla nobildonna Berardina Donnorso per garantire l’assistenza alle fanciulle orfane o bisognose della città di Sorrento e per accogliere quante decidessero di consacrarsi alla vita religiosa.

In occasione dell’anniversario la comunità delle suore di clausura della Monache Domenicane hanno ospitato il quadro raffigurante la Madonna del Rosario di Pompei fedele riproduzione di quello esposto nel santuario mariano realizzata su richiesta del Vaticano nel 1965. Il dipinto è arrivato in piazza Tasso oggi pomeriggio alle 17 accolto dall’arcivescovo della diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, Francesco Alfano e dal sindaco Giuseppe Cuomo e da tutte le autorità –

Per consentire lo svolgimento della cerimonia è stato deciso di chiudere al traffico una parte del centro cittadino. In particolare è previsto che dalle 16 alle 18 scatti il divieto di transito in piazza Tasso sul lato del Bar Fauno ed anche tra la stessa piazza Tasso e piazza Veniero. Per consentire il passaggio del corteo, inoltre, sono state chiuse piazza Tasso, via De Maio, piazza Sant’Antonino e via Santa Maria delle Grazie.

La sacra icona è stata poi esposta nella chiesa delle Grazie fino a lunedì 14 novembre. Per il periodo in cui l’effigie della Vergine sarà a Sorrento sono stati organizzati numerosi appuntamenti che vedranno il coinvolgimento dei fedeli e dell’intera cittadinanza. Tutti i giorni sono in programma celebrazioni liturgiche e momenti particolari di preghiera come quelli in occasione della giornata dedicata agli ammalati o per quella della misericordia.

Alle celebrazioni prenderanno parte le principali istituzioni religiose di Sorrento ed anche alcune scolaresche, mentre le funzioni saranno animate dal coro Laus Honoris e da quello della basilica di Sant’Antonino, diretti rispettivamente dalle maestre Marianna Russo e Valeria Ioviero. Tutti i giorni, inoltre, ci saranno dei padri domenicani che si occuperanno di confessare i fedeli.

Alle ore 18 di domenica 13 novembre ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo Alfano dopo la celebrazione della messa  il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, consegnerà  le chiavi della città all’arcivescovo di Pompei, Tommaso Caputo, in segno di ideale affidamento alla Madonna da parte della comunità sorrentina e le suore domenicane consegneranno alla delegazione di Pompei, due chiavi in legno, che riproducono l’antica chiave del portone del monastero di Santa Maria delle Grazie e poi, il giorno seguente, alle ore 12, dopo la supplica alla Madonna, il quadro sacro lascerà Sorrento per ritornare a Pompei Video di Antonino Maresca