Avetrana, stop ai pullman dell´orrore

0

Il sindaco emette un’ordinanza per fermare i curiosi che arrivano dalle regioni vicine per vedere i luoghi del caso Sarah Scazzi e li invita a restarsene a casa.

Ad Avetrana arrivano i pullman di turisti. Li aspettano dalla Basilicata e dalla Calabria, forse anche da Ancona, tutti in fila per una domenica sui luoghi della tragedia: la casa della piccola Sarah, quella di Michele e Sabrina Misseri e anche il pozzo di contrada Mosca, dove il corpo della quindicenne è rimasta per 42 giorni. Per evitare che si ripetano le scene di domenica scorsa il sindaco Mario De Marco ha emesso un’ordinanza con la quale, per l’intera giornata di oggi, resteranno chiuse alcune strade che consentono l’accesso alle abitazioni delle famiglie Misseri e Scazzi.

Skytg24ore

scelto da Michele Pappacoda

Lascia una risposta