Sorrento ad Ottobre… ed è già Natale!

0

di Salvatore Caccaviello

Mentre in altre rinomate località turistiche, in prossimità del Natale, le amministrazioni, in un periodo di grosse difficoltà, castigando addobbi e luminarie, sono altresì vicine ai cittadini meno abbienti, a Sorrento, dopo aver destinato ingenti somme, si parte sparati già ad ottobre per addobbare strade e piazze che nel frattempo continuano a versare in modo disastrato.

Il Sindaco di Pompei Nando Uliano accogliendo la proposta di alcuni Consiglieri della Maggioranza, ha scelto di destinare la cifra, stanziata per gli addobbi festivi, alle famiglie povere pompeiane. Sebbene l’iniziativa sia stata vista dall’opposizione e dai commercianti in modo critico, sta di fatto che 25 mila euro saranno distribuite alle persone maggiormente in difficoltà del territorio comunale. Affinché anche le fasce disagiate della popolazione possano trascorrere un Natale sereno ed in tranquillità economica.

Intanto a Sorrento,a fine Ottobre, improvvisamente il Natale è già calato. Dopo l’assegnazione del bando di gara di un milione e 58 mila euro, in quattro anni (oltre 250 mila euro per anno), a quanto pare aggiudicato dalla stessa ditta degli anni scorsi, sono iniziati gli addobbi e le istallazioni delle luminarie natalizie.-  La cittadinanza ,sempre più tartassata e con i soliti atavici problemi da far fronte, improvvisamente si è vista calare sul capo tale dispendioso provvedimento. Il cui capitolato, secondo quanto diffuso da alcuni organi di stampa, rientrerebbe nelle iniziative della rassegna “Mi illumino d’inverno”. Tuttavia molti cittadini sembrerebbero non aver compreso, in maniera limpida, come una tale ingente somma possa essere messa a disposizione per addobbi e luminarie che a quanto sembra verrebbero tra l’altro soltanto noleggiati. Si continua inoltre a non capire il perché stanziare una tale cifra mentre altri evidenti sono i problemi da risolvere. Insomma con determinate somme  in ballo sembrerebbe che a Sorrento, si sia perso la cognizione del come gestire il denaro pubblico. Ossia i soldi del Popolo, che ogni amministrazione dovrebbe considerare come qualcosa di prezioso ed evitare qualsiasi sorta di sperpero. Pertanto l’Amministrazione avrebbe il dovere di far capire in modo trasparente alla cittadinanza, che  ancora una volta è rimasta all’oscuro di determinate decisioni, del  come tale bando di gara sia stato assegnato, le modalità e quali soprattutto sono state le ditte partecipanti.  Senza dimenticare che con gli ingenti incassi annuali della tassa di soggiorno, dal parcheggio in via Correale, dalle park card e dalle tasse comunali in genere, risulta alquanto singolare che le stesse strade e marciapiedi, ora addobbate, versino in uno stato pietoso. Assurdo che non si riesca a prendere dei provvedimenti concreti circa la viabilità, la sicurezza, il traffico ,l’inquinamento  ed ad illuminare per davvero le strade extraurbane, mentre con facilità si finanziano con somme esagerate e per lunghi periodi, eventi  che visto il  contesto attuale, potrebbero risultare meno dispendiosi.  Problematiche per le quali la stessa Associazione Commercianti, che plaude a determinate iniziative, dovrebbe altresì preoccuparsi ed adoperarsi per una città più sicura ,vigilata, pulita ed ordinata che senz’altro risulterebbe più attraente dal punto di vista turistico e quindi  commerciale. Situazioni che di sicuro, visto i precedenti, continueranno a rimanere irrisolte, figuriamoci se una tale amministrazione potrebbe mai essere sensibile, come a Pompei, alle problematiche che quotidianamente assillano tante famiglie sorrentine. La maggior parte delle quali composte per lo più da lavoratori del settore turistico alberghiero, che tra qualche giorno inizieranno a fare i conti con il dimezzato sussidio di disoccupazione. Tematica che invece, nonostante le promesse circa il prolungamento della stagione turistica,totalmente posta nel dimenticatoio dall’Amministrazione capeggiata dal Sindaco Cuomo. – Intanto,in attesa che una eventuale altra inchiesta da parte delle Autorità competenti possa prendere piede e pertanto chiarire il perché di enormi somme stanziate per eventi natalizi che da più parti sono viste come un vero e proprio spreco, ci si prepari a fare i soliti selfie sotto il solito albero canterino  (noleggiato) e dimenticarsi delle vere criticità della città. – 30 ottobre 2016 – salvatorecaccaviello.

di Salvatore Caccaviello

Mentre in altre rinomate località turistiche, in prossimità del Natale, le amministrazioni, in un periodo di grosse difficoltà, castigando addobbi e luminarie, sono altresì vicine ai cittadini meno abbienti, a Sorrento, dopo aver destinato ingenti somme, si parte sparati già ad ottobre per addobbare strade e piazze che nel frattempo continuano a versare in modo disastrato.

Il Sindaco di Pompei Nando Uliano accogliendo la proposta di alcuni Consiglieri della Maggioranza, ha scelto di destinare la cifra, stanziata per gli addobbi festivi, alle famiglie povere pompeiane. Sebbene l’iniziativa sia stata vista dall’opposizione e dai commercianti in modo critico, sta di fatto che 25 mila euro saranno distribuite alle persone maggiormente in difficoltà del territorio comunale. Affinché anche le fasce disagiate della popolazione possano trascorrere un Natale sereno ed in tranquillità economica.

Intanto a Sorrento,a fine Ottobre, improvvisamente il Natale è già calato. Dopo l’assegnazione del bando di gara di un milione e 58 mila euro, in quattro anni (oltre 250 mila euro per anno), a quanto pare aggiudicato dalla stessa ditta degli anni scorsi, sono iniziati gli addobbi e le istallazioni delle luminarie natalizie.-  La cittadinanza ,sempre più tartassata e con i soliti atavici problemi da far fronte, improvvisamente si è vista calare sul capo tale dispendioso provvedimento. Il cui capitolato, secondo quanto diffuso da alcuni organi di stampa, rientrerebbe nelle iniziative della rassegna “Mi illumino d’inverno”. Tuttavia molti cittadini sembrerebbero non aver compreso, in maniera limpida, come una tale ingente somma possa essere messa a disposizione per addobbi e luminarie che a quanto sembra verrebbero tra l’altro soltanto noleggiati. Si continua inoltre a non capire il perché stanziare una tale cifra mentre altri evidenti sono i problemi da risolvere. Insomma con determinate somme  in ballo sembrerebbe che a Sorrento, si sia perso la cognizione del come gestire il denaro pubblico. Ossia i soldi del Popolo, che ogni amministrazione dovrebbe considerare come qualcosa di prezioso ed evitare qualsiasi sorta di sperpero. Pertanto l’Amministrazione avrebbe il dovere di far capire in modo trasparente alla cittadinanza, che  ancora una volta è rimasta all’oscuro di determinate decisioni, del  come tale bando di gara sia stato assegnato, le modalità e quali soprattutto sono state le ditte partecipanti.  Senza dimenticare che con gli ingenti incassi annuali della tassa di soggiorno, dal parcheggio in via Correale, dalle park card e dalle tasse comunali in genere, risulta alquanto singolare che le stesse strade e marciapiedi, ora addobbate, versino in uno stato pietoso. Assurdo che non si riesca a prendere dei provvedimenti concreti circa la viabilità, la sicurezza, il traffico ,l’inquinamento  ed ad illuminare per davvero le strade extraurbane, mentre con facilità si finanziano con somme esagerate e per lunghi periodi, eventi  che visto il  contesto attuale, potrebbero risultare meno dispendiosi.  Problematiche per le quali la stessa Associazione Commercianti, che plaude a determinate iniziative, dovrebbe altresì preoccuparsi ed adoperarsi per una città più sicura ,vigilata, pulita ed ordinata che senz’altro risulterebbe più attraente dal punto di vista turistico e quindi  commerciale. Situazioni che di sicuro, visto i precedenti, continueranno a rimanere irrisolte, figuriamoci se una tale amministrazione potrebbe mai essere sensibile, come a Pompei, alle problematiche che quotidianamente assillano tante famiglie sorrentine. La maggior parte delle quali composte per lo più da lavoratori del settore turistico alberghiero, che tra qualche giorno inizieranno a fare i conti con il dimezzato sussidio di disoccupazione. Tematica che invece, nonostante le promesse circa il prolungamento della stagione turistica,totalmente posta nel dimenticatoio dall’Amministrazione capeggiata dal Sindaco Cuomo. – Intanto,in attesa che una eventuale altra inchiesta da parte delle Autorità competenti possa prendere piede e pertanto chiarire il perché di enormi somme stanziate per eventi natalizi che da più parti sono viste come un vero e proprio spreco, ci si prepari a fare i soliti selfie sotto il solito albero canterino  (noleggiato) e dimenticarsi delle vere criticità della città. – 30 ottobre 2016 – salvatorecaccaviello.