UN PONTE TRA LE LUCI D’ARTISTA E LE LUCI CELESTI.

0

Il 5 novembre 2016 ritorna l’incanto delle luci d’artista a Salerno, un appuntamento tanto atteso quanto consolidato, che ci riporta al passato quando in parecchi della mia generazione andavamo a vederle con i nostri genitori, che oggi sono nella luce celeste; ci proiettano nel futuro quando le vedranno le future generazioni. Una catena: passato, presente e futuro, che per me ha un sapore di sacro. Titolai, difatti, un mio concorso di poesia: “Poetando sotto le luci di Natale “, non avendo l’ardire di titolarlo: “Poetando sotto le luci di artista”. Un tale evento, che è una gioia per la città, non deve dare adito: né a pettegolezzi, né a intralci della circolazione stradale, né a qualche possibile sciagura se il traffico dovesse bloccare qualche autoambulanza, né a disagi vari. Per ovviare a ciò è semplicissimo, basta un’ordinanza comunale, che consente la circolazione del traffico ai soli mezzi pubblici dal parcheggio di via Vinciprova al parcheggio del porto di via Ligea. Per quanto attiene ai residenti autorizzarli con un tesserino solo per l’entrata e l’uscita. Dicevano i latini:” Quid nocebit temptare?” Sindaco Napoli, tenti per il bene di Salerno e dei salernitani, in tal modo ci regalerà festività e giorni tranquilli.
SALERNO, 28/10/2016 Prof/ssa Maria MarsicanoIl 5 novembre 2016 ritorna l’incanto delle luci d’artista a Salerno, un appuntamento tanto atteso quanto consolidato, che ci riporta al passato quando in parecchi della mia generazione andavamo a vederle con i nostri genitori, che oggi sono nella luce celeste; ci proiettano nel futuro quando le vedranno le future generazioni. Una catena: passato, presente e futuro, che per me ha un sapore di sacro. Titolai, difatti, un mio concorso di poesia: “Poetando sotto le luci di Natale “, non avendo l’ardire di titolarlo: “Poetando sotto le luci di artista”. Un tale evento, che è una gioia per la città, non deve dare adito: né a pettegolezzi, né a intralci della circolazione stradale, né a qualche possibile sciagura se il traffico dovesse bloccare qualche autoambulanza, né a disagi vari. Per ovviare a ciò è semplicissimo, basta un’ordinanza comunale, che consente la circolazione del traffico ai soli mezzi pubblici dal parcheggio di via Vinciprova al parcheggio del porto di via Ligea. Per quanto attiene ai residenti autorizzarli con un tesserino solo per l’entrata e l’uscita. Dicevano i latini:” Quid nocebit temptare?” Sindaco Napoli, tenti per il bene di Salerno e dei salernitani, in tal modo ci regalerà festività e giorni tranquilli.
SALERNO, 28/10/2016 Prof/ssa Maria Marsicano