Milik, il grande assente del Napoli, guarda i compagni sul campo e commenta: «Che voglia»

0

«Probabilmente lo rivedremo correre a Castel Volturno a gennaio». Parola del dottor De Nicola che si espresse così all’indomani dell’operazione che Arek Milik ha subito il 10 ottobre per la rottura totale del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Per ora, a Castel Volturno, il polacco c’è e guarda da lontano i compagni in allenamento. L’attaccante del Napoli è già al lavoro, con tanto di maglia e scarpette ai piedi come il profilo Twitter del Napoli ha raccontato pubblicando una fotografia (ssc Napoli). L’immagine del polacco che osserva il lavoro sul campo dei compagni ed un commento di due parole, che però sottintendono tanto: «Che voglia». E Milik sembra stia bruciando le tappe. Dal giorno dell’infortunio in nazionale contro la Danimarca sono passate poco più di due settimane. Il prof. Mariani, che ha operato il giocatore, ha fissato il rientro in 4-6 mesi ma ha dato anche un obiettivo: «Lucarelli, operato da me, è tornato in campo dopo 88 giorni. Speriamo si ripeta anche con Milik, magari in 99 giorni». La speranza è quindi di rivederlo in campo a gennaio anche se lo staff medico del Napoli non farà nulla per forzarne il rientro nonostante la disperata necessità di una punta di ruolo. E nei giorni scorsi Milik ha avuto anche la visita da parte del ct della Polonia Under 21 Dorna con l’obiettivo di convincere lui, Zielinski e Lasicki a prendere parte all’Europeo di categoria nel 2017. Milik ha già detto di si. (Gianluca Agata – Il Mattino) 

«Probabilmente lo rivedremo correre a Castel Volturno a gennaio». Parola del dottor De Nicola che si espresse così all’indomani dell’operazione che Arek Milik ha subito il 10 ottobre per la rottura totale del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Per ora, a Castel Volturno, il polacco c’è e guarda da lontano i compagni in allenamento. L’attaccante del Napoli è già al lavoro, con tanto di maglia e scarpette ai piedi come il profilo Twitter del Napoli ha raccontato pubblicando una fotografia (ssc Napoli). L’immagine del polacco che osserva il lavoro sul campo dei compagni ed un commento di due parole, che però sottintendono tanto: «Che voglia». E Milik sembra stia bruciando le tappe. Dal giorno dell’infortunio in nazionale contro la Danimarca sono passate poco più di due settimane. Il prof. Mariani, che ha operato il giocatore, ha fissato il rientro in 4-6 mesi ma ha dato anche un obiettivo: «Lucarelli, operato da me, è tornato in campo dopo 88 giorni. Speriamo si ripeta anche con Milik, magari in 99 giorni». La speranza è quindi di rivederlo in campo a gennaio anche se lo staff medico del Napoli non farà nulla per forzarne il rientro nonostante la disperata necessità di una punta di ruolo. E nei giorni scorsi Milik ha avuto anche la visita da parte del ct della Polonia Under 21 Dorna con l’obiettivo di convincere lui, Zielinski e Lasicki a prendere parte all’Europeo di categoria nel 2017. Milik ha già detto di si. (Gianluca Agata – Il Mattino)