Scala Costa d’ Amalfi la Sagra della Castagna Tammaro e la splendida Dora Galiero con “A Paranza do’ Tramunran”

0

La Sagra della Castagna più bella a Scala nella città più antica della costiera amalfitana . Da non perdere la straordinaria ballerina Dora Galiero con  “A PARANZA DÓ TRAMUNRAN” vi aspetta a Scala per viverci assieme la ” Sagra della castagna” con repertorio di musica Balllo e danza popolare , nel mentre ci sarà pure un concerto live di “Tony Tammaro”

Ricci e marroni sono grandi protagoniste dell’autunno in Campania, nella splendida cornice della Costa di Amalfi: l’appuntamento è nel fine settimana 22-23 ottobre a Scala, in provincia di Salerno, per la 41° edizione della Festa della Castagna. Per rendere le giornate ancora più vive, si svolge anche il Palio delle Contrade, un torneo nel quale i concorrenti si sfidano negli antichi giochi popolari. La manifestazione, nata come sagra ad iniziativa di un gruppo di giovani volontari e ora curata dal Comune di Scala in collaborazione con l’Associazione Pro Loco e altre associazioni locali, ha raggiunto una vasta popolarità ed è diventata un appuntamento fisso nel panorama degli eventi organizzati in Costa d’Amalfi. La Festa della Castagna si propone di valorizzare uno dei prodotti più caratteristici del territorio, la difesa della produzione, la conservazione delle buone pratiche, l’enogastronomia legata alle tipicità locali, la riscoperta delle tradizioni e della cultura locale. Si comincia con i giochi: la festa è una simpatica occasione per riscoprire tanti passatempi antichi, come il cerchio, la corsa nei sacchi, il tiro alla fune, il palo della cuccagna, e quelli legati alla tradizione scalese, come il trocchiello e lo strummolo, una sorta di trottola di legno con cui si giocava nelle strada. Prendono parte al torneo i giovani delle sei contrade di Scala (Campidoglio, Minuta, San Pietro, Santa Caterina, Pontone e Scala Centro). La gara attesa a furor di popolo è la corsa degli asini che, montati da ‘fantini’ senza sella, si sfidano su un percorso nel centro cittadino. Al termine dei giochi, i caratteristici chioschi in legno allestiti in Piazza Municipio propongono il prodotto castagna trasformato nei più svariati modi: caldarroste, castagne del prete, dolci di castagne, castagnaccio, marmellate di castagna. Chi lo desidera può anche scoprire i piatti tipici della cucina locale. Lungo le strade del centro storico ci sono anche il mercatino di artigianato e l’esposizione dei prodotti tipici. La sera poi c’è musica per tutti, con spettacoli, danze della tradizione folkloristica campana al suono delle Tamorre, i tamburi tipici napoletani, e con la satira Made in Naples dell’artista Tony Tammaro. La Festa offre anche ai visitatori la possibilità di partecipare alle visite guidate del centro storiche e della Riserva Naturale Orientata Valle delle Ferriere. Per questa edizione, in segno di vicinanza alle popolazioni del Centro Italia recentemente colpite dal terremoto, nel menù di degustazione è proposta l’Amatriciana alle Castagne. Per consultare il programma completo della manifestazione basta consultare il sito web www.discoverscala.com.

La Sagra della Castagna più bella a Scala nella città più antica della costiera amalfitana . Da non perdere la straordinaria ballerina Dora Galiero con  "A PARANZA DÓ TRAMUNRAN" vi aspetta a Scala per viverci assieme la " Sagra della castagna" con repertorio di musica Balllo e danza popolare , nel mentre ci sarà pure un concerto live di "Tony Tammaro"

Ricci e marroni sono grandi protagoniste dell’autunno in Campania, nella splendida cornice della Costa di Amalfi: l’appuntamento è nel fine settimana 22-23 ottobre a Scala, in provincia di Salerno, per la 41° edizione della Festa della Castagna. Per rendere le giornate ancora più vive, si svolge anche il Palio delle Contrade, un torneo nel quale i concorrenti si sfidano negli antichi giochi popolari. La manifestazione, nata come sagra ad iniziativa di un gruppo di giovani volontari e ora curata dal Comune di Scala in collaborazione con l’Associazione Pro Loco e altre associazioni locali, ha raggiunto una vasta popolarità ed è diventata un appuntamento fisso nel panorama degli eventi organizzati in Costa d'Amalfi. La Festa della Castagna si propone di valorizzare uno dei prodotti più caratteristici del territorio, la difesa della produzione, la conservazione delle buone pratiche, l'enogastronomia legata alle tipicità locali, la riscoperta delle tradizioni e della cultura locale. Si comincia con i giochi: la festa è una simpatica occasione per riscoprire tanti passatempi antichi, come il cerchio, la corsa nei sacchi, il tiro alla fune, il palo della cuccagna, e quelli legati alla tradizione scalese, come il trocchiello e lo strummolo, una sorta di trottola di legno con cui si giocava nelle strada. Prendono parte al torneo i giovani delle sei contrade di Scala (Campidoglio, Minuta, San Pietro, Santa Caterina, Pontone e Scala Centro). La gara attesa a furor di popolo è la corsa degli asini che, montati da 'fantini' senza sella, si sfidano su un percorso nel centro cittadino. Al termine dei giochi, i caratteristici chioschi in legno allestiti in Piazza Municipio propongono il prodotto castagna trasformato nei più svariati modi: caldarroste, castagne del prete, dolci di castagne, castagnaccio, marmellate di castagna. Chi lo desidera può anche scoprire i piatti tipici della cucina locale. Lungo le strade del centro storico ci sono anche il mercatino di artigianato e l’esposizione dei prodotti tipici. La sera poi c’è musica per tutti, con spettacoli, danze della tradizione folkloristica campana al suono delle Tamorre, i tamburi tipici napoletani, e con la satira Made in Naples dell'artista Tony Tammaro. La Festa offre anche ai visitatori la possibilità di partecipare alle visite guidate del centro storiche e della Riserva Naturale Orientata Valle delle Ferriere. Per questa edizione, in segno di vicinanza alle popolazioni del Centro Italia recentemente colpite dal terremoto, nel menù di degustazione è proposta l'Amatriciana alle Castagne. Per consultare il programma completo della manifestazione basta consultare il sito web www.discoverscala.com.