Incontro GORI e Sindaci dei Comuni della Penisola Sorrentina, che sia la volta buona?

0

Incontro GORI e Sindaci dei Comuni della Penisola Sorrentina , tutti sperano che sia la volta buona le problematiche dell’inquinamento marino, il depuratore di Punta Gradelle che è ancora fermo e non potrà funzionare bene comunque se non si faranno le fogne bianche sono alcuni dei problemi cruciali da risolvere, ecco il comunicato stampa della GORI: Si è svolto questa mattina al Comune di Piano di Sorrento una riunione tra il Presidente della Società GORISpA Prof. Michele Di Natale, l’ing. Francesco Rodriguez Direttore Generale, l’ing. Andrea Palomba Responsabile Operations e il Sindaci dei sei Comuni della Penisola Sorrentina: Lorenzo Balduccelli (Massa Lubrense), Giuseppe Cuomo (Sorrento), Antonino Castellano (assessore Sant’Agnello), Vincenzo Iaccarino (Piano di Sorrento), Giuseppe Tito (Meta), Gennaro Cinque (assessore Vico Equense). Presente Antonio Sicignano comandante della Capitaneria di Porto di Piano di Sorrento. Oggetto dell’incontro una verifica a 360 gradi sulle attività intraprese dai Comuni e dalla GORI per trovare soluzioni adeguate alle più scottanti problematiche legate al sistema idrico-fognario per la tutela del mare, al completamento dei lavori e messa in funzione del Depuratore di Punta Gradelle, la bonifica dei Valloni della fascia Costiera. I Sindaci hanno evidenziato l’importanza della sinergia che si è attivata tra i Comuni e la GORI per cercare di dare risposte risolutive al una serie di problemi: gli scarichi fognari abusivi, la separazione delle acque nere e bianche, gli interventi effettuati sulla rete per risolvere le emergenze che hanno causato una serie di problemi determinando, in alcuni casi, lo sversamento di liquami in mare. Quest’ultimi insieme ai detriti e al terreno proveniente dai valloni con le piogge anche torrenziali che si sono registrate hanno infatti determinato la caratteristica colorazione marrone del mare che tanto grave danno ha arrecato e arreca all’immagine turistica del territorio. Sono state analizzate le situazioni specifiche per ciascuna Amministrazione comunale e i Sindaci hanno evidenziato con forza l’improcrastinabilità di intervenire attraverso una calendarizzazione e budgettazione degli interventi da definirsi da parte della GORI. Ciò su base annua e secondo un criterio di priorità che i Sindaci hanno ribadito di condividere confermando la piena e assoluta sintonia esistente tra le sei amministrazioni per procedere finalmente al risanamento e alla riqualificazione del territorio e dare una risposta risolutiva ai problemi del mare. L’assessore Cinque di Vico Equense si è soffermato in particolare sulle criticità che ancora rilevano per l’entrata in funzione del Depuratore di Gradelle evidenziando che senza la risoluzione di questi problemi è impensabile che l’impianto possa entrare a regime. Successivamente si è allontanato per partecipare a un sopralluogo a Punta Gradelle e verificare la situazione che si è venuta a creare dopo i recenti temporaliche si sono abbattuti sulla Costiera. Per quanto concerne le varie tipologie di interventi da effettuarsi non solo da parte della GORI, ma in particolare da parte della Regione Campania, si è convenuto di coinvolgere nel protocollo d’intesa tra le Amministrazioni anche la GORI al fine di mettere in campo tutte le potenzialità, le competenze e le risorse finalizzate ad attuare la bonifica dei valloni, in particolare quelli di San Giuseppe e Lavinola che presentano maggiori criticità sul piano dell’assetto idrogeologico. Su proposta del Presidente Di Natale i Sindaci si sono riaggiornati al 27 ottobre 2016, alle ore 15, per un approfondimento sulle diverse tematiche dei singoli Comuni e la definizione del crono programma degli interventi che la GORI andrà ad effettuare su territorio d’intesa con le singole Amministrazioni. “L’elemento che ho potuto cogliere immediatamente – dichiara il Presidente di GORI, Michele Di Natale – è lo spirito di coesione e collaborazione che c’è tra i sindaci della Penisola. E quando si riesce a parlare di ‘territorio’ invece che di singoli comuni, si parte già con il piede giusto. Purtroppo la segmentazione delle competenze che ancora esiste nel settore idrico – continua Di Natale – non agevola la risoluzione dei problemi. Per questo motivo, è necessario avere piena consapevolezza del ruolo di ciascuno e, al tempo stesso, coordinarsi e definire una strategia comune per scuotere il sistema e portare congiuntamente le corrette istanze ai tavoli di competenza, in primis quelli regionali. Ciò al fine di presentare il piano degli interventi e chiedere il sostegno finanziario per la realizzazione delle opere prioritarie”. Vincenzo Iaccarino, sindaco di Piano di Sorrento, a nome di tutti i Sindaci ha ringraziato il Presidente Di Natale per aver sollecitamente riscontrato la volontà dei Comuni di cominciare a ragionare in modo nuovo e fattivo ed ha auspicato che “…il metodo di lavoro che ci siamo dati possa servire finalmente a trovare le soluzioni definitiva a questi problemi gravissimi per la sicurezza del nostro territorio oltre che per la tutela dell’ambiente e in particolare del mare. Su questo fronte tutte le Amministrazioni sono concordi nel procedere unite come ho già avuto modo di evidenziarlo al Presidente De Luca ricevendone formale impegno ad attuare il risanamento dei valloni per il quale c’è un tavolo tecnico interistituzionale che sta progettando il da farsi”.

Incontro GORI e Sindaci dei Comuni della Penisola Sorrentina , tutti sperano che sia la volta buona le problematiche dell'inquinamento marino, il depuratore di Punta Gradelle che è ancora fermo e non potrà funzionare bene comunque se non si faranno le fogne bianche sono alcuni dei problemi cruciali da risolvere, ecco il comunicato stampa della GORI: Si è svolto questa mattina al Comune di Piano di Sorrento una riunione tra il Presidente della Società GORISpA Prof. Michele Di Natale, l’ing. Francesco Rodriguez Direttore Generale, l’ing. Andrea Palomba Responsabile Operations e il Sindaci dei sei Comuni della Penisola Sorrentina: Lorenzo Balduccelli (Massa Lubrense), Giuseppe Cuomo (Sorrento), Antonino Castellano (assessore Sant’Agnello), Vincenzo Iaccarino (Piano di Sorrento), Giuseppe Tito (Meta), Gennaro Cinque (assessore Vico Equense). Presente Antonio Sicignano comandante della Capitaneria di Porto di Piano di Sorrento. Oggetto dell’incontro una verifica a 360 gradi sulle attività intraprese dai Comuni e dalla GORI per trovare soluzioni adeguate alle più scottanti problematiche legate al sistema idrico-fognario per la tutela del mare, al completamento dei lavori e messa in funzione del Depuratore di Punta Gradelle, la bonifica dei Valloni della fascia Costiera. I Sindaci hanno evidenziato l’importanza della sinergia che si è attivata tra i Comuni e la GORI per cercare di dare risposte risolutive al una serie di problemi: gli scarichi fognari abusivi, la separazione delle acque nere e bianche, gli interventi effettuati sulla rete per risolvere le emergenze che hanno causato una serie di problemi determinando, in alcuni casi, lo sversamento di liquami in mare. Quest’ultimi insieme ai detriti e al terreno proveniente dai valloni con le piogge anche torrenziali che si sono registrate hanno infatti determinato la caratteristica colorazione marrone del mare che tanto grave danno ha arrecato e arreca all’immagine turistica del territorio. Sono state analizzate le situazioni specifiche per ciascuna Amministrazione comunale e i Sindaci hanno evidenziato con forza l’improcrastinabilità di intervenire attraverso una calendarizzazione e budgettazione degli interventi da definirsi da parte della GORI. Ciò su base annua e secondo un criterio di priorità che i Sindaci hanno ribadito di condividere confermando la piena e assoluta sintonia esistente tra le sei amministrazioni per procedere finalmente al risanamento e alla riqualificazione del territorio e dare una risposta risolutiva ai problemi del mare. L’assessore Cinque di Vico Equense si è soffermato in particolare sulle criticità che ancora rilevano per l’entrata in funzione del Depuratore di Gradelle evidenziando che senza la risoluzione di questi problemi è impensabile che l’impianto possa entrare a regime. Successivamente si è allontanato per partecipare a un sopralluogo a Punta Gradelle e verificare la situazione che si è venuta a creare dopo i recenti temporaliche si sono abbattuti sulla Costiera. Per quanto concerne le varie tipologie di interventi da effettuarsi non solo da parte della GORI, ma in particolare da parte della Regione Campania, si è convenuto di coinvolgere nel protocollo d’intesa tra le Amministrazioni anche la GORI al fine di mettere in campo tutte le potenzialità, le competenze e le risorse finalizzate ad attuare la bonifica dei valloni, in particolare quelli di San Giuseppe e Lavinola che presentano maggiori criticità sul piano dell’assetto idrogeologico. Su proposta del Presidente Di Natale i Sindaci si sono riaggiornati al 27 ottobre 2016, alle ore 15, per un approfondimento sulle diverse tematiche dei singoli Comuni e la definizione del crono programma degli interventi che la GORI andrà ad effettuare su territorio d’intesa con le singole Amministrazioni. "L'elemento che ho potuto cogliere immediatamente – dichiara il Presidente di GORI, Michele Di Natale – è lo spirito di coesione e collaborazione che c'è tra i sindaci della Penisola. E quando si riesce a parlare di 'territorio' invece che di singoli comuni, si parte già con il piede giusto. Purtroppo la segmentazione delle competenze che ancora esiste nel settore idrico – continua Di Natale – non agevola la risoluzione dei problemi. Per questo motivo, è necessario avere piena consapevolezza del ruolo di ciascuno e, al tempo stesso, coordinarsi e definire una strategia comune per scuotere il sistema e portare congiuntamente le corrette istanze ai tavoli di competenza, in primis quelli regionali. Ciò al fine di presentare il piano degli interventi e chiedere il sostegno finanziario per la realizzazione delle opere prioritarie". Vincenzo Iaccarino, sindaco di Piano di Sorrento, a nome di tutti i Sindaci ha ringraziato il Presidente Di Natale per aver sollecitamente riscontrato la volontà dei Comuni di cominciare a ragionare in modo nuovo e fattivo ed ha auspicato che “…il metodo di lavoro che ci siamo dati possa servire finalmente a trovare le soluzioni definitiva a questi problemi gravissimi per la sicurezza del nostro territorio oltre che per la tutela dell’ambiente e in particolare del mare. Su questo fronte tutte le Amministrazioni sono concordi nel procedere unite come ho già avuto modo di evidenziarlo al Presidente De Luca ricevendone formale impegno ad attuare il risanamento dei valloni per il quale c’è un tavolo tecnico interistituzionale che sta progettando il da farsi”.