Praiano piantagione di marijuana al Gradillo , intervento dei carabinieri

0

Praiano, Costiera amalfitana . Nel corso della notte i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Amalfi, durante un mirato servizio teso all’individuazione di aree rupestri utilizzate per scopi illeciti, battendo tutta l’area montuosa che dalla località marina “Praia” si sviluppa fino alla parte più alta del Comune di Praiano( Salerno ) denominata “Gravillo”, hanno scoperto un terrazzamento di circa 12 mtquadrati, completamente nascosto fra la fitta vegetazione, adibito a coltura di Canapa Indiana. Al momento del ritrovamento erano presenti 6 piante di marijuana in fiore alte dagli 80 cm fino 1 mt e mezzo, oltre ad una serie di altre piazzole già vuote per un plausibile precedente raccolto. Sul posto anche strumenti per la coltivazione e concime. I militari hanno poi scoperto un enorme sistema di irrigazione: dalla piazzola infatti partiva un tubo di gomma per l’irrigazione, dotato di Timer e vari rubinetti, interrato completamente nella boscaglia che si inerpicava per circa 100 metri più su fino a giungere alle tubazioni di via Gradillo, dove in maniera illecita era stato creato un allaccio abusivo alla rete pubblica tramite il quale veniva rubata e deviata l’acqua utile alle piantagione. Il tutto, per un ingente valore, è stato sottoposto a sequestro dall’Arma che prosegue le indagini.

Praiano, Costiera amalfitana . Nel corso della notte i Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia di Amalfi, durante un mirato servizio teso all'individuazione di aree rupestri utilizzate per scopi illeciti, battendo tutta l'area montuosa che dalla località marina “Praia” si sviluppa fino alla parte più alta del Comune di Praiano( Salerno ) denominata "Gravillo", hanno scoperto un terrazzamento di circa 12 mtquadrati, completamente nascosto fra la fitta vegetazione, adibito a coltura di Canapa Indiana. Al momento del ritrovamento erano presenti 6 piante di marijuana in fiore alte dagli 80 cm fino 1 mt e mezzo, oltre ad una serie di altre piazzole già vuote per un plausibile precedente raccolto. Sul posto anche strumenti per la coltivazione e concime. I militari hanno poi scoperto un enorme sistema di irrigazione: dalla piazzola infatti partiva un tubo di gomma per l'irrigazione, dotato di Timer e vari rubinetti, interrato completamente nella boscaglia che si inerpicava per circa 100 metri più su fino a giungere alle tubazioni di via Gradillo, dove in maniera illecita era stato creato un allaccio abusivo alla rete pubblica tramite il quale veniva rubata e deviata l'acqua utile alle piantagione. Il tutto, per un ingente valore, è stato sottoposto a sequestro dall'Arma che prosegue le indagini.