Berardi all’Inter

0

SI PUò FARE Berardi all’Inter il Sassuolo apre
 
L’ad Carnevali: «Mai detto no ai nerazzurri Quest’anno Domenico resta con noi, poi…»

 

La telenovela Inter-Berardi continua e continuerà a lungo. Dopo le puntate estive, con il corteggiamento di Ausilio al giocatore e il no del Sassuolo orchestrato anche dalla Juventus che su di lui aveva un’opzione, il tormentone è ripreso dopo l’intervista di Piero Ausilio al Corriere dello Sport-Stadio, una chiacchierata nella quale il diesse nerazzurro aveva catalogato il talento calabrese come «un giocatore di cui sono calcisticamente innamorato» e aveva promesso: «Volete sapere se tra qualche mese farò una chiamata al Sassuolo per acquistarlo? Vediamo… Sperando che nessuno si offenda…». Sottintendeva (forse) la Juve che non ha smesso di pensare a Berardi. Anzi… Dopo quelle dichiarazioni c’è stato il no tassativo del patron Squinzi a «un trasferimento futuro all’Inter» e il caso sembrava chiuso. Ieri invece all’amministratore delegato Giovanni Carnevali ha aperto a una trattativa con Ausilio. 
 
POSSIBILITA’ INTER. Il dirigente neroverde è stato uno degli ospiti vip (gli altri erano Ausilio, Marotta, Galliani, Preziosi, Matarrese e Brunelli, oltre al presidente della Figc Tavecchio) alla presentazione del primo torneo per disabili denominato “Quarta Categoria”. Tra un frase polemica per la vittoria a tavolino confermata al Pescara dopo il caso Ragusa e una sulla necessità del Sassuolo di puntare prima di tutto alla salvezza senza pensare troppo in grande, Carnevali ha chiarito la situazione legata a Berardi: «E’ un giocatore totalmente di proprietà del Sassuolo e, al di là dell’opportunità che poteva esserci quando la Juventus aveva una prelazione, è sempre stato nostro. Valuteremo quello che succederà con lui in futuro, ma la volontà è trattenerlo. Vogliamo mantenere i bilanci in ordine e quest’estate abbiamo già venduto Sansone e Vrsaljko, quindi siamo tranquilli. Quest’anno Domenico lo terremo. Di certo non andrà via a gennaio, poi a giugno vedremo». Ed eccoci all’apertura all’Inter: «Con il club nerazzurro e con Ausilio ho un ottimo rapporto. Non ho mai detto “Mai all’Inter” perché non è assolutamente vero: questa è una cosa che può succedere. L’Inter per ora non ci ha mai presentato una richiesta ufficiale per Berardi. Probabilmente in estate ha parlato con l’entourage del giocatore o con il ragazzo stesso, ma lui aveva già deciso di restare con noi un’altra stagione. In estate valuteremo quello che sarà meglio, ma adesso è troppo presto per pensare al futuro. Al Sassuolo la volontà è quella di costruire qualcosa che duri nel tempo e non vogliamo cedere i pezzi migliori. Berardi è uno di questi. Uno scambio tra lui ed Eder più soldi? Eder è un profilo di giocatore veramente importante, ma visto che puntiamo sui giovani italiani non rientra nei nostri piani». Un messaggio per far capire che da giugno in poi se vorrà davvero Berardi, Ausilio dovrà mettere sul tavolo parecchi contanti. 
 
ASSEMBLEA. In fase di definizione la data e la sede dell’assemblea dei soci nerazzurri: la prima ipotesi era di farla il 26, ma può darsi che slitti al 27 o al 28. Thohir ci sarà mentre è (quasi) sicuro che a rappresentare la famiglia Zhang ci sarà solo Steven. 

fonte.corrieredellosport

SI PUò FARE Berardi all’Inter il Sassuolo apre
 
L’ad Carnevali: «Mai detto no ai nerazzurri Quest’anno Domenico resta con noi, poi…»

 

La telenovela Inter-Berardi continua e continuerà a lungo. Dopo le puntate estive, con il corteggiamento di Ausilio al giocatore e il no del Sassuolo orchestrato anche dalla Juventus che su di lui aveva un’opzione, il tormentone è ripreso dopo l’intervista di Piero Ausilio al Corriere dello Sport-Stadio, una chiacchierata nella quale il diesse nerazzurro aveva catalogato il talento calabrese come «un giocatore di cui sono calcisticamente innamorato» e aveva promesso: «Volete sapere se tra qualche mese farò una chiamata al Sassuolo per acquistarlo? Vediamo… Sperando che nessuno si offenda…». Sottintendeva (forse) la Juve che non ha smesso di pensare a Berardi. Anzi… Dopo quelle dichiarazioni c’è stato il no tassativo del patron Squinzi a «un trasferimento futuro all’Inter» e il caso sembrava chiuso. Ieri invece all’amministratore delegato Giovanni Carnevali ha aperto a una trattativa con Ausilio. 
 
POSSIBILITA’ INTER. Il dirigente neroverde è stato uno degli ospiti vip (gli altri erano Ausilio, Marotta, Galliani, Preziosi, Matarrese e Brunelli, oltre al presidente della Figc Tavecchio) alla presentazione del primo torneo per disabili denominato “Quarta Categoria”. Tra un frase polemica per la vittoria a tavolino confermata al Pescara dopo il caso Ragusa e una sulla necessità del Sassuolo di puntare prima di tutto alla salvezza senza pensare troppo in grande, Carnevali ha chiarito la situazione legata a Berardi: «E’ un giocatore totalmente di proprietà del Sassuolo e, al di là dell’opportunità che poteva esserci quando la Juventus aveva una prelazione, è sempre stato nostro. Valuteremo quello che succederà con lui in futuro, ma la volontà è trattenerlo. Vogliamo mantenere i bilanci in ordine e quest’estate abbiamo già venduto Sansone e Vrsaljko, quindi siamo tranquilli. Quest’anno Domenico lo terremo. Di certo non andrà via a gennaio, poi a giugno vedremo». Ed eccoci all’apertura all’Inter: «Con il club nerazzurro e con Ausilio ho un ottimo rapporto. Non ho mai detto “Mai all’Inter” perché non è assolutamente vero: questa è una cosa che può succedere. L’Inter per ora non ci ha mai presentato una richiesta ufficiale per Berardi. Probabilmente in estate ha parlato con l’entourage del giocatore o con il ragazzo stesso, ma lui aveva già deciso di restare con noi un’altra stagione. In estate valuteremo quello che sarà meglio, ma adesso è troppo presto per pensare al futuro. Al Sassuolo la volontà è quella di costruire qualcosa che duri nel tempo e non vogliamo cedere i pezzi migliori. Berardi è uno di questi. Uno scambio tra lui ed Eder più soldi? Eder è un profilo di giocatore veramente importante, ma visto che puntiamo sui giovani italiani non rientra nei nostri piani». Un messaggio per far capire che da giugno in poi se vorrà davvero Berardi, Ausilio dovrà mettere sul tavolo parecchi contanti. 
 
ASSEMBLEA. In fase di definizione la data e la sede dell’assemblea dei soci nerazzurri: la prima ipotesi era di farla il 26, ma può darsi che slitti al 27 o al 28. Thohir ci sarà mentre è (quasi) sicuro che a rappresentare la famiglia Zhang ci sarà solo Steven. 

fonte.corrieredellosport