PIANO DI SORRENTO. Iaccarino relaziona l’incontro con De Luca, priorità ai valloni

0

PIANO DI SORRENTO. Si è tenuta stamane presso la stanza del sindaco del Comune di Piano di Sorrento la conferenza stampa avente ad oggetto gli esiti dell’incontro in Regione con il Presidente della Giunta della Campania Vincenzo De Luca sulle principali problematiche peninsulari: ambiente, sanità e viabilità.

Grandi assenti il Comune di Sorrento, quello di Sant’Agnello e di Meta, mentre a relazionare c’era il padrone di casa Vincenzo Iaccarino, accompagnato dall’assessore di Massa Lubrense Sonia Bernando e dal primo cittadino di Vico Equense Andrea Buonocore.

La prima parte della conferenza è stata incentrata sui primi 100 giorni del sindaco Vincenzo Iaccarino, il quale ha più volte ribadito che questo periodo è servito ad . Sotto quest’ottica va letto il cambio del segretario comunale che ha sostituito la decennale Deborah De Riso con il nuovo Michele Ferraro, il cui compito è quello di riorganizzare in termini di efficienza gli uffici comunali. Così come la nomina dei nuovi funzionari Michele Amodio e Graziano Maresca (leggi l’intervista a Graziano Maresca), accanto alle altre riconferme: .

Le novità a stretto giro per il Comune di Piano di Sorrento riguarderanno gli accordi con la SIS per il sistema delle strisce blu a pagamento, grazie al quale sarà possibile rinnovare il pagamento della sosta con un app da scaricare sul cellulare e l’avvio di un progetto di educazione alimentare negli istituti scolastici di Piano di Sorrento, frutto dell’incontro del sindaco con la dott.ssa Costantini. Mentre per il 12 ottobre è previsto l’incontro dei sindaci peninsulari con il Presidente della Gori Michele Di Natale per discutere dell’annoso sistema fognario. Entro il 15, poi, il sindaco di Piano di Sorrento affiderà delle progettualità ai suoi consiglieri nell’ambito delle deleghe che ha trattenuto per sé in questi quattro mesi.

Sul piano comprensoriale della penisola sorrentina il primo cittadino di Piano di Sorrento ha incontrato De Luca a nome di tutti gli altri sindaci, rappresentando in prima istanza il problema del degrado dei Valloni, sia sotto un profilo del rischio di dissesto idrogeologico che sotto un profilo turistico-ambientale. La reazione del Governatore sarebbe stata di massima apertura, promettendo un finanziamento di 30 milioni di euro da destinarsi alla penisola sorrentina per la bonifica e la messa in sicurezza dei valloni, con una progettualità che vedrebbe la Regione in prima linea e un protocollo di intesa con i Comuni della Penisola sorrentina.

Sul fronte viabilità, poi, l’aspetto fondamentale è stato quello del potenziamento dei mezzi di trasporto alternativi, ossia quelli su rotaia e via mare, mentre appare meno plausibile al momento la dotazione di mini bus elettrici da far entrare in penisola al posto dei più ingombranti bus turistici.

Infine, sul piano della sanità, è stato riproposto il piano di fattibilità dell’ospedale unico della penisola sorrentina che richiede un investimento tra gli 80 e i 100 milioni di euro, dal momento che gli attuali finanziamenti destinati all’Asl Napoli 3 Sud (circa 18 milioni di euro) basteranno a stento a manutere le strutture ospedaliere attualmente presenti sul territorio. 

PIANO DI SORRENTO. Si è tenuta stamane presso la stanza del sindaco del Comune di Piano di Sorrento la conferenza stampa avente ad oggetto gli esiti dell’incontro in Regione con il Presidente della Giunta della Campania Vincenzo De Luca sulle principali problematiche peninsulari: ambiente, sanità e viabilità.

Grandi assenti il Comune di Sorrento, quello di Sant’Agnello e di Meta, mentre a relazionare c’era il padrone di casa Vincenzo Iaccarino, accompagnato dall’assessore di Massa Lubrense Sonia Bernando e dal primo cittadino di Vico Equense Andrea Buonocore.

La prima parte della conferenza è stata incentrata sui primi 100 giorni del sindaco Vincenzo Iaccarino, il quale ha più volte ribadito che questo periodo è servito ad <accendere il motore della macchina comunale>. Sotto quest’ottica va letto il cambio del segretario comunale che ha sostituito la decennale Deborah De Riso con il nuovo Michele Ferraro, il cui compito è quello di riorganizzare in termini di efficienza gli uffici comunali. Così come la nomina dei nuovi funzionari Michele Amodio e Graziano Maresca (leggi l’intervista a Graziano Maresca), accanto alle altre riconferme: <Non c’erano soldi per cambiare anche i calciatori di questa squadra – ha detto il sindaco – e comunque non avremmo risolto i problemi che ci sono, per questo ho preferito valorizzare chi già c’è. C’è molto da lavorare>.

Le novità a stretto giro per il Comune di Piano di Sorrento riguarderanno gli accordi con la SIS per il sistema delle strisce blu a pagamento, grazie al quale sarà possibile rinnovare il pagamento della sosta con un app da scaricare sul cellulare e l’avvio di un progetto di educazione alimentare negli istituti scolastici di Piano di Sorrento, frutto dell’incontro del sindaco con la dott.ssa Costantini. Mentre per il 12 ottobre è previsto l’incontro dei sindaci peninsulari con il Presidente della Gori Michele Di Natale per discutere dell’annoso sistema fognario. Entro il 15, poi, il sindaco di Piano di Sorrento affiderà delle progettualità ai suoi consiglieri nell’ambito delle deleghe che ha trattenuto per sé in questi quattro mesi.

Sul piano comprensoriale della penisola sorrentina il primo cittadino di Piano di Sorrento ha incontrato De Luca a nome di tutti gli altri sindaci, rappresentando in prima istanza il problema del degrado dei Valloni, sia sotto un profilo del rischio di dissesto idrogeologico che sotto un profilo turistico-ambientale. La reazione del Governatore sarebbe stata di massima apertura, promettendo un finanziamento di 30 milioni di euro da destinarsi alla penisola sorrentina per la bonifica e la messa in sicurezza dei valloni, con una progettualità che vedrebbe la Regione in prima linea e un protocollo di intesa con i Comuni della Penisola sorrentina.

Sul fronte viabilità, poi, l’aspetto fondamentale è stato quello del potenziamento dei mezzi di trasporto alternativi, ossia quelli su rotaia e via mare, mentre appare meno plausibile al momento la dotazione di mini bus elettrici da far entrare in penisola al posto dei più ingombranti bus turistici.

Infine, sul piano della sanità, è stato riproposto il piano di fattibilità dell’ospedale unico della penisola sorrentina che richiede un investimento tra gli 80 e i 100 milioni di euro, dal momento che gli attuali finanziamenti destinati all’Asl Napoli 3 Sud (circa 18 milioni di euro) basteranno a stento a manutere le strutture ospedaliere attualmente presenti sul territorio.