Sorrento stende il Castel San Giorgio con Scarpa e Savarese

0

Scarpa e Savarese stendono il Castel Giorgio, all’Italia è 2-0

La superiore qualità tecnica del Sorrento prevale su un Castel San Giorgio che prova a resistere con le unghie e con i denti, ma la rete di Scarpa su calcio di rigore indirizza il match sui binari giusti e a metà ripresa la seconda rete in campionato di Savarese regala 3 punti d’oro alla squadra rossonera.
2 vittorie in 4 giorni per la squadra guidata da Mario Turi, che fa valere come di consueto la legge dello Stadio Italia: in campionato sono 2 successi su altrettante gare con 4 reti fatte e nessuna subita.

All’8’ prima chance per il Sorrento, con Temponi che serve Scarpa leggermente defilato sulla sinistra: il capitano mette al centro un bel pallone per Favetta, anticipato di un soffio da Romano. Un minuto dopo Scarpa batte un altro colpo direttamente su calcio di punizione, ma la sfera termina di poco alta sopra la traversa. Il capitano rossonero è in giornata ed è una vera spina nel fianco per la difesa ospite. Al 19’ s’invola sulla sinistra e serve Favetta, che a centro area spara centralmente su Cesarano che respinge evitando la capitolazione. Poco prima della mezz’ora Arpino stacca imperiosamente sul secondo palo e mette di un soffio fuori su corner pennellato da Vitiello. Dopo una punizione di Ferrara che non impensierisce Santaniello, il Sorrento sfiora il vantaggio su una giocata fortuita. Al 31’ De Luca P. svirgola nel tentativo di allontanare una conclusione dalla distanza di Favetta, il pallone assume una traiettoria imprevedibile che quasi beffa Cesarano, ma il suo colpo di reni tiene ancora a galla il Castel San Giorgio. Poco dopo protesta il Sorrento per una decisione arbitrale che lascia ancora molti dubbi. Corner dalla sinistra di Vitiello, testa di Arpino e deviazione vincente di Favetta sul secondo palo. L’attaccante esulta così come tutta la tifoseria costiera, ma l’arbitro annulla per un dubbio fuorigioco. Al 43’ Savarese si fa pericoloso con una conclusione dal limite dell’area che termina di poco larga alla destra di Cesarano.

In avvio di ripresa Terracciano manca l’impatto con la sfera su un calibrato cross di Vitiello, mentre al 52’ c’è l’episodio che cambia il volto della gara: Ferrara, già ammonito, rimedia il secondo cartellino giallo per simulazione e lascia il Castel San Giorgio in 10 uomini. Il mister Turi mette quindi in campo la batteria pesante con Marcucci al posto di Di Capua, per un secondo tempo a trazione anteriore. Al 56’ Scarpa sfiora l’1-0 con un tiro a giro dalla sinistra che, complice una deviazione, si perde di un soffio largo. Al 64’ il Sorrento passa meritatamente in vantaggio: su cross dalla sinistra, Terlino trattiene Marcucci in area ed il direttore di gara assegna il penalty. Sul prosieguo dell’azione violento scontro tra Favetta e Cesarano con l’attaccante rossonero costretto ad abbandonare il campo. Dal dischetto va capitan Scarpa, che realizza la prima rete in campionato insaccando nell’angolino basso alla destra del portiere. 6 minuti più tardi i rossoneri raddoppiano: Ferrauto calibra male la misura del retropassaggio, e di testa lancia Savarese verso la porta: da pochi metri l’esterno del Sorrento fredda Cesarano sul primo palo.
Dopo una conclusione di Rizzo sull’esterno della rete, al 75’ Savarese impegna Cesarano dalla distanza. Poco dopo Esposito Lauri ruba palla a centrocampo e serve Scarpa che non riesce ad imprimere la potenza giusta e trova le braccia del portiere. Il Sorrento diverte e si diverte. Minuto 83, Tocco di Vitiello, Esposito Lauri allarga le gambe e fa sfilare per l’inserimento di Savarese che calcia fuori misura. L’ultima occasione è ancora di marca rossonera, con Scarpa che serve un meraviglioso pallone per Marcucci, anticipato dalla provvidenziale chiusura di Terlino. 3 punti importanti per il Sorrento, che riprende la marcia e domenica prossima sfida il Valdiano.

SORRENTO – CASTEL SAN GIORGIO 2-0

Reti: 19’ st Scarpa rig., 25’ st Savarese

SORRENTO (4-3-3): Santaniello; Paradisone, Arpino, Terracciano, Lombardi; Temponi (31’ st Serrapica), Vitiello, Di Capua (12’ st Marcucci); Savarese, Favetta (23’ st Esposito Lauri), Scarpa.
A disp: Pezzella, Catalano, Ammendola, Minicone
All: Turi

CASTEL SAN GIORGIO (3-5-2): Cesarano; De Luca P. (22’ st Polizzi), Romano, Terlino; Matrone, Somma, Ferrara, Di Marino (22’ st Nocerino), Ferrauto; Rizzo, De Luca C. (8’st Guariniello).
A disp: De Luca G., Vitiello, Cavaliere, Napoletano.
All: Amarante

Arbitro: Luongo di Napoli (Alborelli/Columbro)
Note: Espulso: Ferrara al 7’ st per doppia ammonizione Ammoniti: Vitiello (S), Terlino (C). Corner: 7-3 Sorrento

Scarpa e Savarese stendono il Castel Giorgio, all'Italia è 2-0

La superiore qualità tecnica del Sorrento prevale su un Castel San Giorgio che prova a resistere con le unghie e con i denti, ma la rete di Scarpa su calcio di rigore indirizza il match sui binari giusti e a metà ripresa la seconda rete in campionato di Savarese regala 3 punti d’oro alla squadra rossonera.
2 vittorie in 4 giorni per la squadra guidata da Mario Turi, che fa valere come di consueto la legge dello Stadio Italia: in campionato sono 2 successi su altrettante gare con 4 reti fatte e nessuna subita.

All’8’ prima chance per il Sorrento, con Temponi che serve Scarpa leggermente defilato sulla sinistra: il capitano mette al centro un bel pallone per Favetta, anticipato di un soffio da Romano. Un minuto dopo Scarpa batte un altro colpo direttamente su calcio di punizione, ma la sfera termina di poco alta sopra la traversa. Il capitano rossonero è in giornata ed è una vera spina nel fianco per la difesa ospite. Al 19’ s’invola sulla sinistra e serve Favetta, che a centro area spara centralmente su Cesarano che respinge evitando la capitolazione. Poco prima della mezz’ora Arpino stacca imperiosamente sul secondo palo e mette di un soffio fuori su corner pennellato da Vitiello. Dopo una punizione di Ferrara che non impensierisce Santaniello, il Sorrento sfiora il vantaggio su una giocata fortuita. Al 31’ De Luca P. svirgola nel tentativo di allontanare una conclusione dalla distanza di Favetta, il pallone assume una traiettoria imprevedibile che quasi beffa Cesarano, ma il suo colpo di reni tiene ancora a galla il Castel San Giorgio. Poco dopo protesta il Sorrento per una decisione arbitrale che lascia ancora molti dubbi. Corner dalla sinistra di Vitiello, testa di Arpino e deviazione vincente di Favetta sul secondo palo. L’attaccante esulta così come tutta la tifoseria costiera, ma l’arbitro annulla per un dubbio fuorigioco. Al 43’ Savarese si fa pericoloso con una conclusione dal limite dell’area che termina di poco larga alla destra di Cesarano.

In avvio di ripresa Terracciano manca l’impatto con la sfera su un calibrato cross di Vitiello, mentre al 52’ c’è l’episodio che cambia il volto della gara: Ferrara, già ammonito, rimedia il secondo cartellino giallo per simulazione e lascia il Castel San Giorgio in 10 uomini. Il mister Turi mette quindi in campo la batteria pesante con Marcucci al posto di Di Capua, per un secondo tempo a trazione anteriore. Al 56’ Scarpa sfiora l’1-0 con un tiro a giro dalla sinistra che, complice una deviazione, si perde di un soffio largo. Al 64’ il Sorrento passa meritatamente in vantaggio: su cross dalla sinistra, Terlino trattiene Marcucci in area ed il direttore di gara assegna il penalty. Sul prosieguo dell’azione violento scontro tra Favetta e Cesarano con l’attaccante rossonero costretto ad abbandonare il campo. Dal dischetto va capitan Scarpa, che realizza la prima rete in campionato insaccando nell’angolino basso alla destra del portiere. 6 minuti più tardi i rossoneri raddoppiano: Ferrauto calibra male la misura del retropassaggio, e di testa lancia Savarese verso la porta: da pochi metri l’esterno del Sorrento fredda Cesarano sul primo palo.
Dopo una conclusione di Rizzo sull’esterno della rete, al 75’ Savarese impegna Cesarano dalla distanza. Poco dopo Esposito Lauri ruba palla a centrocampo e serve Scarpa che non riesce ad imprimere la potenza giusta e trova le braccia del portiere. Il Sorrento diverte e si diverte. Minuto 83, Tocco di Vitiello, Esposito Lauri allarga le gambe e fa sfilare per l’inserimento di Savarese che calcia fuori misura. L’ultima occasione è ancora di marca rossonera, con Scarpa che serve un meraviglioso pallone per Marcucci, anticipato dalla provvidenziale chiusura di Terlino. 3 punti importanti per il Sorrento, che riprende la marcia e domenica prossima sfida il Valdiano.

SORRENTO – CASTEL SAN GIORGIO 2-0

Reti: 19’ st Scarpa rig., 25’ st Savarese

SORRENTO (4-3-3): Santaniello; Paradisone, Arpino, Terracciano, Lombardi; Temponi (31’ st Serrapica), Vitiello, Di Capua (12’ st Marcucci); Savarese, Favetta (23’ st Esposito Lauri), Scarpa.
A disp: Pezzella, Catalano, Ammendola, Minicone
All: Turi

CASTEL SAN GIORGIO (3-5-2): Cesarano; De Luca P. (22’ st Polizzi), Romano, Terlino; Matrone, Somma, Ferrara, Di Marino (22’ st Nocerino), Ferrauto; Rizzo, De Luca C. (8’st Guariniello).
A disp: De Luca G., Vitiello, Cavaliere, Napoletano.
All: Amarante

Arbitro: Luongo di Napoli (Alborelli/Columbro)
Note: Espulso: Ferrara al 7’ st per doppia ammonizione Ammoniti: Vitiello (S), Terlino (C). Corner: 7-3 Sorrento