Sorrento incontro contro la NASPI l’8 ottobre. Amendola e Fiorentino “Dal Governo solo promesse”

0

SORRENTO. La dignità della persona umana è stata al centro dell’incontro del giorno 8 ottobre alle ore 15.30 presso la biblioteca comunale di piazza Tasso, a Sorrento. Con  Rosario Fiorentino anche Marcelo Amendola , presidente nazionale del sindaco CUB,  e , per la Costiera amalfitana, Stanislao Balzamo, consigliere comunale di Atrani, per diffondere tra i lavoratori stagionali della penisola sorrentina la convocazione all’incontro che, di fatto, mette nel mirino la Naspi, ossia la Nuova assicurazione sociale per l’impiego che prevede un’indennità di disoccupazione pari alla metà del periodo lavorativo. Ciò significa, in poche parole, che se si lavora per 6 mesi si ha diritto a percepire il sussidio per tre mensilità . Positanonews è stato il primo gionale online d’ Italia a parlare del problema occupandosi di due aree dove i lavoratori stagionali sono tantissimi , la Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina, dopo aver moderato un incontro ad Amalfi, dove hanno partecipato anche da Capri e Ischia, siamo sempre presenti con nostri articoli, molti seguiti all’inizio da Salvatore Caccaviello “Purtroppo il Governo non ha cambiato granchè a una normativa che colpisce le fasce deboli – conferma Amendola a Positanonews -, il mese in più è una chimera riservata a chi supera i sei mesi di lavoro assicurato, e sono una esigua minoranza” . “Qui non si tratta di elemosina, non abbiamo bisogno di carità. Rivendichiamo solo la nostra dignità – precisa Fiorentino -. Il Governo dovrà fare marcia indietro sugli stagionali del turismo e non solo. La Naspi è la più grande fregatura che poteva essere fatta a migliaia e migliaia di famiglie”. Già nei mesi scorsi ci sono state mobilitazioni e manifestazioni nelle piazze e sotto i Palazzi del potere, sia a livello nazionale che locale. Ma i risultati ottenuti sono pochi e per questo si preparano ulteriori forme di protesta. “ Ci sarà uno sciopero nazionale il 4 poi andremo a Montecitorio. E’ necessario partecipare – conclude Rosario Fiorentino – per cercare insieme di salvaguardare il diritto alla sopravvivenza della propria famiglia di fronte alle barbarie di un Governo che invece di dimezzare gli stipendi dei politici dimezza il periodo di indennità di disoccupazione”. Fiorentino ci ha poi spiegato di come esistano ben 4.500 bed and breakfast, dei problemi con gli albergatori che nonostante i finanziamenti pubblici ricevuti non destagionalizzano, delle varie chimere messe in piedi per gli uffici di collocamento, della legalizzazione del lavoro nero con i Voucher, tanti regali venuti sopratutto dal Governo Renzi che alla fine impoveriscono le fasce deboli ed in particolare il Sud dove il lavoro precario è maggiore. Nel video su Positanonews TV una nostra intervista  a rappresentare la Costiera amalfitana è poi venuto il consigliere comunale di Atrani Stanislao Balzamo che già ad Amalfi organizò un convengo del genere 

SORRENTO. La dignità della persona umana è stata al centro dell’incontro del giorno 8 ottobre alle ore 15.30 presso la biblioteca comunale di piazza Tasso, a Sorrento. Con  Rosario Fiorentino anche Marcelo Amendola , presidente nazionale del sindaco CUB,  e , per la Costiera amalfitana, Stanislao Balzamo, consigliere comunale di Atrani, per diffondere tra i lavoratori stagionali della penisola sorrentina la convocazione all’incontro che, di fatto, mette nel mirino la Naspi, ossia la Nuova assicurazione sociale per l’impiego che prevede un’indennità di disoccupazione pari alla metà del periodo lavorativo. Ciò significa, in poche parole, che se si lavora per 6 mesi si ha diritto a percepire il sussidio per tre mensilità . Positanonews è stato il primo gionale online d' Italia a parlare del problema occupandosi di due aree dove i lavoratori stagionali sono tantissimi , la Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina, dopo aver moderato un incontro ad Amalfi, dove hanno partecipato anche da Capri e Ischia, siamo sempre presenti con nostri articoli, molti seguiti all'inizio da Salvatore Caccaviello "Purtroppo il Governo non ha cambiato granchè a una normativa che colpisce le fasce deboli – conferma Amendola a Positanonews -, il mese in più è una chimera riservata a chi supera i sei mesi di lavoro assicurato, e sono una esigua minoranza" . “Qui non si tratta di elemosina, non abbiamo bisogno di carità. Rivendichiamo solo la nostra dignità – precisa Fiorentino -. Il Governo dovrà fare marcia indietro sugli stagionali del turismo e non solo. La Naspi è la più grande fregatura che poteva essere fatta a migliaia e migliaia di famiglie”. Già nei mesi scorsi ci sono state mobilitazioni e manifestazioni nelle piazze e sotto i Palazzi del potere, sia a livello nazionale che locale. Ma i risultati ottenuti sono pochi e per questo si preparano ulteriori forme di protesta. “ Ci sarà uno sciopero nazionale il 4 poi andremo a Montecitorio. E’ necessario partecipare – conclude Rosario Fiorentino – per cercare insieme di salvaguardare il diritto alla sopravvivenza della propria famiglia di fronte alle barbarie di un Governo che invece di dimezzare gli stipendi dei politici dimezza il periodo di indennità di disoccupazione”. Fiorentino ci ha poi spiegato di come esistano ben 4.500 bed and breakfast, dei problemi con gli albergatori che nonostante i finanziamenti pubblici ricevuti non destagionalizzano, delle varie chimere messe in piedi per gli uffici di collocamento, della legalizzazione del lavoro nero con i Voucher, tanti regali venuti sopratutto dal Governo Renzi che alla fine impoveriscono le fasce deboli ed in particolare il Sud dove il lavoro precario è maggiore. Nel video su Positanonews TV una nostra intervista  a rappresentare la Costiera amalfitana è poi venuto il consigliere comunale di Atrani Stanislao Balzamo che già ad Amalfi organizò un convengo del genere