L’immenso problema degli ingorghi di traffico in territorio urbano di Minori

0

Minori, Costiera amalfitana . Le rimostranze, il disappunto degli operatori commerciali e turistici, che affacciano con i loro esercizi sulla strada statale 163 nel suo attraversamento del territorio Minorese, sono totali e preoccupanti. Qualcuno spinge o per una manifestazione chiassosa (come se Minori fosse calma e tranquilla) o per una chiusura degli esercizi per alcune ore. Difatti non è giustificabile che Minori venga invasa da un ammasso di lamiere roventi, puzzolenti ed inquinanti per ore intere, spesso per giornate intere, senza che qualcuno (in alto? no, pensiamo anche in basso) faccia una proposta o un un tentativo di risoluzione o solo un suggerimento . Perchè, a dircela tutta, oltre ai pullman, camions ed altro, si sono anche le moto strombazzanti al massimo. I minoresi che hanno casa o attività( particolarmente turistica) che affacciano sull’amalfitana temono anche per la salute perchè si respira gas a tutto andare: se per caso a qualcuno viene in mente di avvicinarsi o qualche pullman o camion pregando di spegnere i motori nell’attesa del deflusso, riceve una serie di improperi dai maleducati autisti, per cui si sfiora la rissa. La situazione è insostenibile , per cui urge porre un serio rimedio da studiare ed attuare. A questo si aggiunge, ciliegina sulla torta affumicata, l’intemeranza di chi, pur non avendone diritto, pretende di entrare ed uscire, a traffico bloccato, dal suo portone o negozio o altro, vantando un fantomatico passo carrabile che si ottiene solo (e non sempre) pagando vari tributi. per tanti g.a.

Minori, Costiera amalfitana . Le rimostranze, il disappunto degli operatori commerciali e turistici, che affacciano con i loro esercizi sulla strada statale 163 nel suo attraversamento del territorio Minorese, sono totali e preoccupanti. Qualcuno spinge o per una manifestazione chiassosa (come se Minori fosse calma e tranquilla) o per una chiusura degli esercizi per alcune ore. Difatti non è giustificabile che Minori venga invasa da un ammasso di lamiere roventi, puzzolenti ed inquinanti per ore intere, spesso per giornate intere, senza che qualcuno (in alto? no, pensiamo anche in basso) faccia una proposta o un un tentativo di risoluzione o solo un suggerimento . Perchè, a dircela tutta, oltre ai pullman, camions ed altro, si sono anche le moto strombazzanti al massimo. I minoresi che hanno casa o attività( particolarmente turistica) che affacciano sull'amalfitana temono anche per la salute perchè si respira gas a tutto andare: se per caso a qualcuno viene in mente di avvicinarsi o qualche pullman o camion pregando di spegnere i motori nell'attesa del deflusso, riceve una serie di improperi dai maleducati autisti, per cui si sfiora la rissa. La situazione è insostenibile , per cui urge porre un serio rimedio da studiare ed attuare. A questo si aggiunge, ciliegina sulla torta affumicata, l'intemeranza di chi, pur non avendone diritto, pretende di entrare ed uscire, a traffico bloccato, dal suo portone o negozio o altro, vantando un fantomatico passo carrabile che si ottiene solo (e non sempre) pagando vari tributi. per tanti g.a.