Capri aule sequestrate all’ Axel Munthe assemblea degli studenti

0

 Capri. Continua la battaglia degli studenti del liceo «Axel Munthe». Dopo l’appello alla Sovrintendenza gli studenti liceali hanno indetto un’assemblea pubblica che si terrà giovedì alle 10.30 nella sala auditorium del cinema Paradiso di Anacapri. Gli studenti, dopo essere stati sfrattati dalla Certosa, grazie alle due amministrazioni isolane avevano potuto continuare il loro corso di studi con un provvedimento tampone, temporaneo, con l’installazione di due aule prefabbricate, acquistate dai comuni presso una ditta specializzata e munite di tutte le certificazioni di sicurezza ed idoneità. Le due aule prefabbricate, 100 mq di superficie e 3,5 metri di altezza, che erano state istallate sul terrazzo retrostante l’IPC Axel Munthe a Villa Rosa, sono state invece sottoposte a sequestro dalla Procura della Repubblica a causa di una denuncia presentata da alcuni vicini, che avevano segnalato alla magistratura che la struttura non aveva ottenuto dalla Soprintendenza ai beni paesaggistici la necessaria autorizzazione, né era stata rimossa entro i 90 giorni dall’installazione. Da qui il decreto di sequestro preventivo, scattato venerdì 16 proprio durante le ore di lezione: con il gip Alessandra Ferrigno che ha accolto la richiesta del pm Francesca de Renzis, e ha ordinato che in 30 giorni la struttura dovrà essere rimossa. All’ordine del giorno dell’assemblea pubblica alla quale già hanno aderito circa 300 persone fra studenti, genitori, docenti, dirigente scolastico e rappresentanti delle istituzioni, il sequestro delle aule è l’argomento principe: se perdurerà, sottoporrà 50 liceali a notevoli disagi, probabilmente doppi turni, nell’attesa che si sbrogli l’intricata matassa che ha portato l’unico liceo di Capri al centro delle cronache giudiziarie. Il sindaco di Anacapri Franco Cerrotta ha accolto immediatamente l’istanza firmata dal dirigente scolastico dell’«Axel Munthe» Letizia Testa che, sentito anche il consiglio d’istituto e in sintonia con gli studenti, ha chiesto al sindaco di ospitare l’assemblea nella sala auditorium per sensibilizzare l’intera comunità isolana sulla problematica che si è venuta a creare proprio all’apertura dell’anno scolastico. All’assemblea parteciperanno i due sindaci, con gli assessori delle due amministrazioni comunali e tutti coloro che sono impegnati attivamente per una soluzione che dovrà essere trovata entro 30 giorni. Anna Maria Boniello

 Capri. Continua la battaglia degli studenti del liceo «Axel Munthe». Dopo l'appello alla Sovrintendenza gli studenti liceali hanno indetto un'assemblea pubblica che si terrà giovedì alle 10.30 nella sala auditorium del cinema Paradiso di Anacapri. Gli studenti, dopo essere stati sfrattati dalla Certosa, grazie alle due amministrazioni isolane avevano potuto continuare il loro corso di studi con un provvedimento tampone, temporaneo, con l'installazione di due aule prefabbricate, acquistate dai comuni presso una ditta specializzata e munite di tutte le certificazioni di sicurezza ed idoneità. Le due aule prefabbricate, 100 mq di superficie e 3,5 metri di altezza, che erano state istallate sul terrazzo retrostante l'IPC Axel Munthe a Villa Rosa, sono state invece sottoposte a sequestro dalla Procura della Repubblica a causa di una denuncia presentata da alcuni vicini, che avevano segnalato alla magistratura che la struttura non aveva ottenuto dalla Soprintendenza ai beni paesaggistici la necessaria autorizzazione, né era stata rimossa entro i 90 giorni dall'installazione. Da qui il decreto di sequestro preventivo, scattato venerdì 16 proprio durante le ore di lezione: con il gip Alessandra Ferrigno che ha accolto la richiesta del pm Francesca de Renzis, e ha ordinato che in 30 giorni la struttura dovrà essere rimossa. All'ordine del giorno dell'assemblea pubblica alla quale già hanno aderito circa 300 persone fra studenti, genitori, docenti, dirigente scolastico e rappresentanti delle istituzioni, il sequestro delle aule è l'argomento principe: se perdurerà, sottoporrà 50 liceali a notevoli disagi, probabilmente doppi turni, nell'attesa che si sbrogli l'intricata matassa che ha portato l'unico liceo di Capri al centro delle cronache giudiziarie. Il sindaco di Anacapri Franco Cerrotta ha accolto immediatamente l'istanza firmata dal dirigente scolastico dell'«Axel Munthe» Letizia Testa che, sentito anche il consiglio d'istituto e in sintonia con gli studenti, ha chiesto al sindaco di ospitare l'assemblea nella sala auditorium per sensibilizzare l'intera comunità isolana sulla problematica che si è venuta a creare proprio all'apertura dell'anno scolastico. All'assemblea parteciperanno i due sindaci, con gli assessori delle due amministrazioni comunali e tutti coloro che sono impegnati attivamente per una soluzione che dovrà essere trovata entro 30 giorni. Anna Maria Boniello