Tramonti successo del Re Fiascone su Rai 3 nella trasmissione GEO – VIDEO

0

Tramonti, Costa d’ Amalfi La storia del recupero in Costiera amalfitana dell’antico pomodoro Re Umberto, detto Fiascone, arriva a Rai 3 nella trasmissione Geo di oggi martedì 20 settembre, alle 16 e 40. Sveva Sagramola, che da anni si occupa con successo di temi che riguardano la natura e la biodiversità, ha intervistato  in diretta televisiva Antonio Di Martino dell’associazione Acarbio che ha ideato e realizzato il progetto del “Re Fiascone”, avviando anche una start up a Tramonti con: Rosa Pepe, agronoma del Crea Ort Pontecagnano, e Giulio Amato, in rappresentanza dei “contadini custodi” che a Tramonti hanno ripreso l’antica coltivazione di questo ortaggio. Per il secondo anno, una decina di contadini e loro famiglie hanno così dato vita ad un “fermento” legato alle origini e alla terra, riportando in vita un antico ortaggio (il pomodoro Re Umberto), coltivato in tutta zona dall’inizio del ‘900. Ora con il progetto “Re Fiascone” anche la “pizza Tramonti” e la De.Co comunale assumono una nuova valenza non solo gastronomica, ma anche economica e storica. Durante la trasmissione televisiva, un video ed alcune immagini aiuteranno a raccontare questa storia che parlerà di un intero territorio dove la terra ha sempre rappresentato il suo punto di forza, le sue origini da custodire per creare nuova economia.

Tramonti, Costa d' Amalfi La storia del recupero in Costiera amalfitana dell'antico pomodoro Re Umberto, detto Fiascone, arriva a Rai 3 nella trasmissione Geo di oggi martedì 20 settembre, alle 16 e 40. Sveva Sagramola, che da anni si occupa con successo di temi che riguardano la natura e la biodiversità, ha intervistato  in diretta televisiva Antonio Di Martino dell'associazione Acarbio che ha ideato e realizzato il progetto del "Re Fiascone", avviando anche una start up a Tramonti con: Rosa Pepe, agronoma del Crea Ort Pontecagnano, e Giulio Amato, in rappresentanza dei "contadini custodi" che a Tramonti hanno ripreso l'antica coltivazione di questo ortaggio. Per il secondo anno, una decina di contadini e loro famiglie hanno così dato vita ad un "fermento" legato alle origini e alla terra, riportando in vita un antico ortaggio (il pomodoro Re Umberto), coltivato in tutta zona dall'inizio del ‘900. Ora con il progetto "Re Fiascone" anche la "pizza Tramonti" e la De.Co comunale assumono una nuova valenza non solo gastronomica, ma anche economica e storica. Durante la trasmissione televisiva, un video ed alcune immagini aiuteranno a raccontare questa storia che parlerà di un intero territorio dove la terra ha sempre rappresentato il suo punto di forza, le sue origini da custodire per creare nuova economia.