Agropoli. Lido Trentova, mare in tempesta. Doppio intervento dei bagnini, salvate tre donne

0

È quasi terminato anche il mese di settembre, ma al Lido Trentova – fiore all’occhiello dei lidi agropolesi – continua ad esserci affluenza. Nonostante il vento, le temperature in calo ed il mare agitato, la gente o meglio i turisti (diversi anche inglesi) hanno sfidato le condizioni atmosferiche non rinunciando al piacere del relax più totale. C’è però sempre qualcuno che a volte non rispetta le leggi del demanio e le rispettive ordinanze di sicurezza balneare. Dopo un paio d’ore di sole e mare abbastanza calmo, dalle ore 12:00 alle ore pomeridiane il vento cambia rotta ed inizia a farsi sentire. Alle ore 13:20 avviene l’imprevisto, su tale lido svolgevano il turno i bagnini: Pasquale e Simone Vissicchio, con aggiunta del bagnino:Volpe Kevin accorso al cambio turno. Vengono avvistate due signore, le uniche rimaste in acqua che si prodigavano ad arrivare alle boe rosse a circa 200m di distanza dallo stabilimento invani i cenni e i rispettivi avvisi con fischietto. Le stesse abbastanza in scioltezza, nonostante l’eta’ sulla cinquantina d’anni, riescono a raggiungere l’obbiettivo, ma al ritorno non avevano fatto i conti con le mareggiate e le vaste correnti. Senza rendersi conto di essere in pericolo, le due signore in mare ignoravano la situazione e tra l’altro non si erano rese conto che entrambe nuotavano a vuoto, restando sempre allo stesso punto, facendo fatica e quindi bloccate dalla corrente , ed è cosi che scatta l’operazione di Salvataggio coordinata a vista dal Responsabile: Antonio Coppola, Antonio Corrente e dal Direttore Antonello Bellissimo. Il Bagnino Kevin Volpe resta a visionare il tutto dalla battigia, munito di binocolo e controllando la situazione, mentre il Bagnino Pasquale Vissicchio, aiutato dall’esperto Giuseppe Liguori effettuava l’intervento di Salvataggio con il pattino e i rispettivi ormeggi di Salvataggio. Nonostante le onde e la brusca corrente sono riusciti ad arrivare a destinazione e a recuperare entrambe le signore. Notata la difficoltà al ritorno Il bagnino Simone Vissicchio invece effettuava assistenza con baywatch per recupero delle stesse a riva. La situazione di salvataggio è stata ben gestita, dai Bagnini della Cooperativa Margiotta del Sign. Elio Orrico e Antonio di Luccio, fortunatamente nessun anomalia. Bisogna tener presente che in presenza di bandiera Rossa, bisogna stare super attenti e soprattutto va ricordato che il mare non va sfidato, ma rispettato questo è ciò che affermano i bagnini dopo l’intervento. Nel pomeriggio tra il lido Jamaica e il lido Trentova I bagnini dello stesso lido Trentova hanno tratto in salvo un’altra donna che si era avventurata con il mare mosso. In questa circostanza i bagnini sono stati aiutati dai familiari della signora.

AGROPOLINEWS

È quasi terminato anche il mese di settembre, ma al Lido Trentova – fiore all’occhiello dei lidi agropolesi – continua ad esserci affluenza. Nonostante il vento, le temperature in calo ed il mare agitato, la gente o meglio i turisti (diversi anche inglesi) hanno sfidato le condizioni atmosferiche non rinunciando al piacere del relax più totale. C’è però sempre qualcuno che a volte non rispetta le leggi del demanio e le rispettive ordinanze di sicurezza balneare. Dopo un paio d’ore di sole e mare abbastanza calmo, dalle ore 12:00 alle ore pomeridiane il vento cambia rotta ed inizia a farsi sentire. Alle ore 13:20 avviene l’imprevisto, su tale lido svolgevano il turno i bagnini: Pasquale e Simone Vissicchio, con aggiunta del bagnino:Volpe Kevin accorso al cambio turno. Vengono avvistate due signore, le uniche rimaste in acqua che si prodigavano ad arrivare alle boe rosse a circa 200m di distanza dallo stabilimento invani i cenni e i rispettivi avvisi con fischietto. Le stesse abbastanza in scioltezza, nonostante l’eta’ sulla cinquantina d’anni, riescono a raggiungere l’obbiettivo, ma al ritorno non avevano fatto i conti con le mareggiate e le vaste correnti. Senza rendersi conto di essere in pericolo, le due signore in mare ignoravano la situazione e tra l’altro non si erano rese conto che entrambe nuotavano a vuoto, restando sempre allo stesso punto, facendo fatica e quindi bloccate dalla corrente , ed è cosi che scatta l’operazione di Salvataggio coordinata a vista dal Responsabile: Antonio Coppola, Antonio Corrente e dal Direttore Antonello Bellissimo. Il Bagnino Kevin Volpe resta a visionare il tutto dalla battigia, munito di binocolo e controllando la situazione, mentre il Bagnino Pasquale Vissicchio, aiutato dall’esperto Giuseppe Liguori effettuava l’intervento di Salvataggio con il pattino e i rispettivi ormeggi di Salvataggio. Nonostante le onde e la brusca corrente sono riusciti ad arrivare a destinazione e a recuperare entrambe le signore. Notata la difficoltà al ritorno Il bagnino Simone Vissicchio invece effettuava assistenza con baywatch per recupero delle stesse a riva. La situazione di salvataggio è stata ben gestita, dai Bagnini della Cooperativa Margiotta del Sign. Elio Orrico e Antonio di Luccio, fortunatamente nessun anomalia. Bisogna tener presente che in presenza di bandiera Rossa, bisogna stare super attenti e soprattutto va ricordato che il mare non va sfidato, ma rispettato questo è ciò che affermano i bagnini dopo l’intervento. Nel pomeriggio tra il lido Jamaica e il lido Trentova I bagnini dello stesso lido Trentova hanno tratto in salvo un’altra donna che si era avventurata con il mare mosso. In questa circostanza i bagnini sono stati aiutati dai familiari della signora.

AGROPOLINEWS

Lascia una risposta