CAPRI SEQUESTRATE AULE DELLA SCUOLA NELL’ISTITUTO ALEX MUNTHE AD ANACAPRI PER ABUSI EDILIZI

0

Sequestrate eir  dai carabinieri su disposizione della Procura di Napoli, per presunte violazioni edilizie e in materia di agibilità, le aule prefabbricate del liceo all’interno della sede dell’istituto “Axel Munthe” di Anacapri. A diffondere la notizia un comunicato  firmato dal Procuratore della Repubblica aggiunto Nunzio Fragliasso. La materiale esecuzione del sequestro avverrà nei prossimi giorni per consentire agli enti preposti di reperire una diversa, idonea sistemazione per gli alunni del liceo, al fine di garantire la continuità dell’attività scolastica. “In data odierna, militari della Stazione carabinieri di Anacapri hanno proceduto alla notifica di un decreto di sequestro preventivo, emesso dal GIP di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica, avente ad oggetto una struttura prefabbricata sita in Anacapri, all’interno dell’area pertinenziale dell’immobile di proprietà comunale denominato ‘Villa Rosa’, destinata ad ospitare due classi del liceo classico-scientifico Axel Munthe di Anacapri”, si legge nel comunicato. Le indagini, coordinate dalla 5a sezione della Procura di Napoli competente per i reati ambientali, – è scritto nella nota – “hanno consentito di accertare che il manufatto oggetto del sequestro, di circa 100 mq di superficie e 3,5 mt. di altezza, risulta realizzato in zona vincolata, dichiarata di notevole interesse pubblico, in assenza di permesso di costruire, in violazione della normativa antisismica, senza il parere dell’ASL in materia di agibilità, in violazione del regolamento edilizio del Comune di Anacapri – che vieta l’installazione di prefabbricati senza il previo nulla osta dell’amministrazione provinciale, nel caso di specie mancante – e in assenza della prescritta autorizzazione paesaggistica, avendo la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Napoli espresso parere vincolante negativo al rilascio della stessa”. “La struttura – continua il comunicato -, in origine avente carattere precario, in quanto installata nel gennaio 2016 per accogliere temporaneamente alcune classi del liceo nelle more del completamento dei lavori di costruzione del nuovo plesso scolastico comunale, non ancora ultimati, non è stata rimossa entro i novanta giorni dalla sua installazione, come previsto dall’art. 6 co. 2 lett. b) DPR 380/01. Il sequestro preventivo è stato disposto al fine di evitare la reiterazione dei reati per cui si procede e l’aggravamento delle conseguenze degli stessi”. “Agli ulteriori adempimenti relativi alla materiale esecuzione del sequestro si provvederà nei prossimi giorni, per consentire agli Enti a ciò preposti di reperire una diversa, idonea sistemazione per gli alunni del predetto liceo, al fine di garantire la continuità dell’attività scolastica”

Sequestrate eir  dai carabinieri su disposizione della Procura di Napoli, per presunte violazioni edilizie e in materia di agibilità, le aule prefabbricate del liceo all'interno della sede dell'istituto "Axel Munthe" di Anacapri. A diffondere la notizia un comunicato  firmato dal Procuratore della Repubblica aggiunto Nunzio Fragliasso. La materiale esecuzione del sequestro avverrà nei prossimi giorni per consentire agli enti preposti di reperire una diversa, idonea sistemazione per gli alunni del liceo, al fine di garantire la continuità dell’attività scolastica. "In data odierna, militari della Stazione carabinieri di Anacapri hanno proceduto alla notifica di un decreto di sequestro preventivo, emesso dal GIP di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica, avente ad oggetto una struttura prefabbricata sita in Anacapri, all’interno dell’area pertinenziale dell’immobile di proprietà comunale denominato 'Villa Rosa', destinata ad ospitare due classi del liceo classico-scientifico Axel Munthe di Anacapri", si legge nel comunicato. Le indagini, coordinate dalla 5a sezione della Procura di Napoli competente per i reati ambientali, – è scritto nella nota – "hanno consentito di accertare che il manufatto oggetto del sequestro, di circa 100 mq di superficie e 3,5 mt. di altezza, risulta realizzato in zona vincolata, dichiarata di notevole interesse pubblico, in assenza di permesso di costruire, in violazione della normativa antisismica, senza il parere dell’ASL in materia di agibilità, in violazione del regolamento edilizio del Comune di Anacapri – che vieta l’installazione di prefabbricati senza il previo nulla osta dell’amministrazione provinciale, nel caso di specie mancante – e in assenza della prescritta autorizzazione paesaggistica, avendo la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Napoli espresso parere vincolante negativo al rilascio della stessa". "La struttura – continua il comunicato -, in origine avente carattere precario, in quanto installata nel gennaio 2016 per accogliere temporaneamente alcune classi del liceo nelle more del completamento dei lavori di costruzione del nuovo plesso scolastico comunale, non ancora ultimati, non è stata rimossa entro i novanta giorni dalla sua installazione, come previsto dall’art. 6 co. 2 lett. b) DPR 380/01. Il sequestro preventivo è stato disposto al fine di evitare la reiterazione dei reati per cui si procede e l’aggravamento delle conseguenze degli stessi". "Agli ulteriori adempimenti relativi alla materiale esecuzione del sequestro si provvederà nei prossimi giorni, per consentire agli Enti a ciò preposti di reperire una diversa, idonea sistemazione per gli alunni del predetto liceo, al fine di garantire la continuità dell’attività scolastica"

Lascia una risposta