GIUSEPPE ALVITI:LA CATEGORIA CHE NON VOGLIONO FAR VALERE..LE GUARDIE PARTICOLARI GIURATE

0

GIUSEPPE DE CRESCENZO·VENERDÌ 16 SETTEMBRE 2016

Al margine di una conferenza stampa del direttivo dell’Associazione Nazionale Guardie Particolari giurate, tenutasi nella splendida citta’ di Sorrento,presieduta dal suo Presidente Giuseppe Alviti e dal segretario Nazionale Ciro Esposito ,alcuni cronisti hanno forzatamente domandato perche’ le guardie giurate hanno una regolamentazione ferma al Regio Decreto 1931?a tale tipo di domanda la risposta del Leader e’ stata netta e lapidaria,.:-LA Categoria,se cosi si puo’ definirla,non ha nel tempo subito i giusti avanzamenti di responsabilita’ legislativa in particolare modo mi riferisco ai poteri autoritativi e certificativi,poiche’ da sempre c’e’ una volonta’ politica e delle caste noncche comitati d’affari, che vuole che le stesse rimangano un ibrido ne’ carne ne pesce,paradossalmente le guardie giurate cosi come attualmente e’ costituita la nostra quotidianita’ criminale e la figura delle gpg ferme a quasi cento anni addietro e’ una vera presa per il culo…la guardia giurata non puo’ identificare…non puo’ bloccare(se non in flagranza di reato come un normale cittadino ndr) e’ considerata un idiota sebbene abbia nel suo interno tante forti individualita’ da far invidia alle forze dell’ordine ma menomamata nella sua funzione vitale la prevenzione e repressione della criminalita’.
Neanche un semplice decreto di polizia Amministrativa,che anche i conducenti di autobus talvolta detengono hanno le gpg,poi la domanda emblematica ma cosi ridotti a cosa serviamo? a farci ammazzarci gratis? a prenderle da tutti?ci sono tutti padroni e quando uno ragiona in modo adeguato e’ un “black list”.
La verita’ costa ma io la esprimo….e’ l’unica Arma che nessuno puo’ togliermi..La verita’ costa …ed ho la pelle piena di cicatrici…ma vado e andiamo avanti grazie anche al mio staff…al segretario Ciro Esposito,al coordinatore Ciro martello e tantissimi altri non ultima la sede di Trieste che sta facendo un ottimo lavoro,ma in sintesi attualmente la guardia particolare giurata cosi’ come prevista non serve ad un cazzo..e’ uno specchio per le allodole…dove un’altra incoerenza la troviamo che un agente di polizia locale ,sebbene ingiustamente ancora non riconoscuto agente delle forze dell’ordine puo’ portare l’arma solo in servizio e nel suo ambito territoriale di appartenenza,noi invece sebbene dimenticati dallo Stato possiamo indossare 24 h e in tutta Italia,isole comprese,la ns arma di ordinanza…ascoltate e’ tutto riassumibile in una frase del mitico Gino Bartali..”L ‘E’ TUTTO DA RIFARE”..tuona concludendo il leader Giuseppe AlvitiGIUSEPPE DE CRESCENZO·VENERDÌ 16 SETTEMBRE 2016

Al margine di una conferenza stampa del direttivo dell’Associazione Nazionale Guardie Particolari giurate, tenutasi nella splendida citta’ di Sorrento,presieduta dal suo Presidente Giuseppe Alviti e dal segretario Nazionale Ciro Esposito ,alcuni cronisti hanno forzatamente domandato perche’ le guardie giurate hanno una regolamentazione ferma al Regio Decreto 1931?a tale tipo di domanda la risposta del Leader e’ stata netta e lapidaria,.:-LA Categoria,se cosi si puo’ definirla,non ha nel tempo subito i giusti avanzamenti di responsabilita’ legislativa in particolare modo mi riferisco ai poteri autoritativi e certificativi,poiche’ da sempre c’e’ una volonta’ politica e delle caste noncche comitati d’affari, che vuole che le stesse rimangano un ibrido ne’ carne ne pesce,paradossalmente le guardie giurate cosi come attualmente e’ costituita la nostra quotidianita’ criminale e la figura delle gpg ferme a quasi cento anni addietro e’ una vera presa per il culo…la guardia giurata non puo’ identificare…non puo’ bloccare(se non in flagranza di reato come un normale cittadino ndr) e’ considerata un idiota sebbene abbia nel suo interno tante forti individualita’ da far invidia alle forze dell’ordine ma menomamata nella sua funzione vitale la prevenzione e repressione della criminalita’.
Neanche un semplice decreto di polizia Amministrativa,che anche i conducenti di autobus talvolta detengono hanno le gpg,poi la domanda emblematica ma cosi ridotti a cosa serviamo? a farci ammazzarci gratis? a prenderle da tutti?ci sono tutti padroni e quando uno ragiona in modo adeguato e’ un “black list”.
La verita’ costa ma io la esprimo….e’ l’unica Arma che nessuno puo’ togliermi..La verita’ costa …ed ho la pelle piena di cicatrici…ma vado e andiamo avanti grazie anche al mio staff…al segretario Ciro Esposito,al coordinatore Ciro martello e tantissimi altri non ultima la sede di Trieste che sta facendo un ottimo lavoro,ma in sintesi attualmente la guardia particolare giurata cosi’ come prevista non serve ad un cazzo..e’ uno specchio per le allodole…dove un’altra incoerenza la troviamo che un agente di polizia locale ,sebbene ingiustamente ancora non riconoscuto agente delle forze dell’ordine puo’ portare l’arma solo in servizio e nel suo ambito territoriale di appartenenza,noi invece sebbene dimenticati dallo Stato possiamo indossare 24 h e in tutta Italia,isole comprese,la ns arma di ordinanza…ascoltate e’ tutto riassumibile in una frase del mitico Gino Bartali..”L ‘E’ TUTTO DA RIFARE”..tuona concludendo il leader Giuseppe Alviti