ESCLUSIVA – Un finale sereno per il sindaco di Atrani sui cambi di destinazione d’uso degli immobili

0

ESCLUSIVA POSITANONEWS – Un finale sereno per il Sindaco di Atrani sui cambi di destinazione d’uso degli immobili. L’8 settembre u.s., come si può leggere dagli atti pubblicati dal Comune, è stata annullata una delle ordinanze di messa in ripristino dello stato dei luoghi, che vedevano coinvolti il Sindaco di Atrani, Luciano de Rosa Laderchi, e un consigliere comunale di maggioranza. Le ordinanze, firmate dal responsabile dell’area tecnica, l’Ingegnere Giuseppe Vertullo, in seguito a due accertamenti compiuti dall’Arma dei Carabinieri di Amalfi e dall’Ufficio tecnico comunale, contestavano al dottor de Rosa il cambio di destinazione d’uso di un immobile situato in via Vittorio Emanuele 25, al catasto registrato come deposito, e ora casa vacanza. Tale cambio sarebbe stato effettuato, secondo i tecnici, in assenza di autorizzazione da parte dell’ente di competenza. Mentre per il consigliere di maggioranza si parla della costruzione di un soppalco in un immobile di sua proprietà, destinato a deposito e nel quale vivrebbe. Il tutto senza aver fatto alcuna comunicazione né aver acquisito parere da parte degli enti preposti e del Genio civile. Ad entrambi veniva intimato di ripristinare l’originaria destinazione d’uso e l’originario stato dei luoghi, a proprie spese ed entro 90 giorni. Si tratterebbe di una “lite” tra gli amministratori e il loro proprio Comune e di un problema politico, che avrebbe potuto mettere in forse la tenuta stessa dell’amministrazione. Per fortuna, però, almeno per il primo cittadino la situazione si è risolta positivamente in quanto, come recita l’ordinanza N 06/16, «si evince un quadro amministrativo di fatto diverso rispetto a quanto constatato, situazione che ha fatto accertare una diversa genesi amministrativa tra le altre cose commessa dai precedenti proprietari».

ESCLUSIVA POSITANONEWS – Un finale sereno per il Sindaco di Atrani sui cambi di destinazione d'uso degli immobili. L'8 settembre u.s., come si può leggere dagli atti pubblicati dal Comune, è stata annullata una delle ordinanze di messa in ripristino dello stato dei luoghi, che vedevano coinvolti il Sindaco di Atrani, Luciano de Rosa Laderchi, e un consigliere comunale di maggioranza. Le ordinanze, firmate dal responsabile dell'area tecnica, l'Ingegnere Giuseppe Vertullo, in seguito a due accertamenti compiuti dall'Arma dei Carabinieri di Amalfi e dall'Ufficio tecnico comunale, contestavano al dottor de Rosa il cambio di destinazione d'uso di un immobile situato in via Vittorio Emanuele 25, al catasto registrato come deposito, e ora casa vacanza. Tale cambio sarebbe stato effettuato, secondo i tecnici, in assenza di autorizzazione da parte dell'ente di competenza. Mentre per il consigliere di maggioranza si parla della costruzione di un soppalco in un immobile di sua proprietà, destinato a deposito e nel quale vivrebbe. Il tutto senza aver fatto alcuna comunicazione né aver acquisito parere da parte degli enti preposti e del Genio civile. Ad entrambi veniva intimato di ripristinare l'originaria destinazione d'uso e l'originario stato dei luoghi, a proprie spese ed entro 90 giorni. Si tratterebbe di una “lite” tra gli amministratori e il loro proprio Comune e di un problema politico, che avrebbe potuto mettere in forse la tenuta stessa dell'amministrazione. Per fortuna, però, almeno per il primo cittadino la situazione si è risolta positivamente in quanto, come recita l'ordinanza N 06/16, «si evince un quadro amministrativo di fatto diverso rispetto a quanto constatato, situazione che ha fatto accertare una diversa genesi amministrativa tra le altre cose commessa dai precedenti proprietari».

Lascia una risposta