Scuole Piano di Sorrento e S. Agnello problemi sul trasporto scolastico, Vico Equense e Massa Lubrense sulla sicurezza

0

Primo giorno di scuola monitorato da Positanonews. In calendario per la Regione Campania si comincia oggi,  anche se per molti plessi le scuole sono iniziate già da un paio di giorni. Ecco la situazione  in Penisola Sorrentina   Vico Equense ha problemi con i certificati di sicurezza praticamente in tutti i plessi e il sindaco Andrea Buonocore , per consentire il regolare inizio, ha provveduto a emanare un atto. A Piano di Sorrento il trasporto scolastico futuro è stato vinto dalla Tasso, ma lo svolge ancora la Curreri , che ha fatto ricorso. A Sant’Agnello ancora non è iniziato a causa dei ritardi della centrale di committenza alla quale devono rivolgersi i comuni, e le opposizioni sono partite subito all’attacco a Massa Lubrense problemi con la certificazione in Via Reola. A Meta per il traffico aumentato a causa dell’apertura dello storico comune rinnovato. A Sorrento problemi di sovraffollamento per la Vittorio Veneto. Per tutte queste questioni fra ieri e l’altro ieri potete trovare appositi articoli A Vico Equense la situazione più problematica Nessun istituto scolastico, al momento, ha il «certificato di prevenzione incendi». Il sindaco Andrea Buonocore con una serie di ordinanze ha stabilito provvisoriamente l’apertura dei vari plessi. Questo però non tranquillizza il consigliere di minoranza Ferdinando Astarita, che ha presentato un’interrogazione per chiedere lumi sulla situazione antisismica degli edifici scolastici. La risposta è arrivata dall’Assessore ai lavori pubblici, Gennaro Cinque, che ha rilevato il basso rischio sismico di Vico Equense: “La norma antisismica – dice Cinque è del 2006. Sette edifici su otto sono stati costruiti prima, l’unico a norma è quello di Arola, costruito nel 2012.” Nel suo intervento Cinque rimarca più volte che le scuole sono sicure, pur non essendo antisismiche. Il fatto che gli edifici siano stati costruiti prima non significa che non possono essere adeguati, la replica di Astarita, che sull’argomento si dice “sconcertato”, per la mancanza di volontà da parte dell’Amministrazione comunale di pianificare interventi di adeguamento delle strutture scolastiche alle normative antisismiche.

Inviate segnalazioni e problematica a direttore@positanonews.it o su Facebook alla nostra pagina Positanonews 

Primo giorno di scuola monitorato da Positanonews. In calendario per la Regione Campania si comincia oggi,  anche se per molti plessi le scuole sono iniziate già da un paio di giorni. Ecco la situazione  in Penisola Sorrentina   Vico Equense ha problemi con i certificati di sicurezza praticamente in tutti i plessi e il sindaco Andrea Buonocore , per consentire il regolare inizio, ha provveduto a emanare un atto. A Piano di Sorrento il trasporto scolastico futuro è stato vinto dalla Tasso, ma lo svolge ancora la Curreri , che ha fatto ricorso. A Sant'Agnello ancora non è iniziato a causa dei ritardi della centrale di committenza alla quale devono rivolgersi i comuni, e le opposizioni sono partite subito all'attacco a Massa Lubrense problemi con la certificazione in Via Reola. A Meta per il traffico aumentato a causa dell'apertura dello storico comune rinnovato. A Sorrento problemi di sovraffollamento per la Vittorio Veneto. Per tutte queste questioni fra ieri e l'altro ieri potete trovare appositi articoli A Vico Equense la situazione più problematica Nessun istituto scolastico, al momento, ha il «certificato di prevenzione incendi». Il sindaco Andrea Buonocore con una serie di ordinanze ha stabilito provvisoriamente l'apertura dei vari plessi. Questo però non tranquillizza il consigliere di minoranza Ferdinando Astarita, che ha presentato un’interrogazione per chiedere lumi sulla situazione antisismica degli edifici scolastici. La risposta è arrivata dall’Assessore ai lavori pubblici, Gennaro Cinque, che ha rilevato il basso rischio sismico di Vico Equense: “La norma antisismica – dice Cinque è del 2006. Sette edifici su otto sono stati costruiti prima, l’unico a norma è quello di Arola, costruito nel 2012.” Nel suo intervento Cinque rimarca più volte che le scuole sono sicure, pur non essendo antisismiche. Il fatto che gli edifici siano stati costruiti prima non significa che non possono essere adeguati, la replica di Astarita, che sull’argomento si dice “sconcertato”, per la mancanza di volontà da parte dell’Amministrazione comunale di pianificare interventi di adeguamento delle strutture scolastiche alle normative antisismiche.

Inviate segnalazioni e problematica a direttore@positanonews.it o su Facebook alla nostra pagina Positanonews