Il FC Sorrento scioglie la Battipagliese all’inglese 2 – 0 FOTO

0

Due reti per tempo e buon esordio in campionato  

 

Foto tratta dal diario di Facebook del FC Sorrento

Sorrento – E’ un FC Sorrento all’inglese che con due reti per tempo batte la volenterosa Battipagliese facendo un buon esordio in campionato.

Non è la squadra dello scorso anno che in avanti aveva il trio che metteva tutto a posto ma è la squadra che se sarà ben amalgamata, sarà il ‘tutto per uno, uno per tutti’, perché come dice mister Turi “oggi stiamo cercando di avere un’organizzazione ed una coagulazione e perciò lavoreremo su questo”. L’avversario non era di quelli facili e lo si è visto ma fino ad un certo punto: discreto giro palla, squadra semi alta con un buon pressing e semi incisiva fino alla tre quarti, solo due le azioni degne di nota. Una ‘rinata’ Battipagliese ben contrasta sulla propria tre quarti d’attacco da un’arcigna e guardinga difesa dei costieri che con un efficace giro palla e le buone penetrazioni al momento opportuno, anche sulle palle inattive, hanno saputo sfruttare al momento giusto le loro armi.

Goals – Possiamo dire che è il classico risultato all’inglese maturato in due situazioni ben diverse: la prima da un cross dalla destra con una trattenuta di maglia con conseguente rigore trasformato e la seconda da un calcio d’angolo con una bella inzuccata.

Corre il 28’ della prima frazione ed i costieri che fino a quel momento avevano giocato agendo varie volte sulla fascia destra e proprio che da qui nasce il cross  di Savarese che imbecca in area Favetta che saltando è trattenuto per la maglia da Paone. Da qui l’arbitro decreta senza esitazione il dischetto del rigore sul quale si porta Marcucci che fa secco l’estremo delle zebrette spiazzandolo.

Il raddoppio è cosa praticamente fatta quando l’orologio segna il 19’ delle ripresa e c’è un angolo per i rossoneri che è battuto da Vitiello dalla destra, in area svetta più alto di tutti capitan Temponi che fa secco nell’angolo basso De Luca.

La gara – Si incontrano dopo quel fatidico e nefasto, per i rossoneri, play out del campionato 2014-15, ma stavolta ad avere la peggio sono le zebrette che anche se mostrano una buona volontà dopo la buona occasione avuta all’inizio del primo tempo, che forse poteva dare alla gara un volto diverso, non vanno oltre che ad avere una seconda chance.

La partita fin dai primi secondi è vivace e giocata a viso aperto, con i costieri che facevano un buon giro palla ed agivano quasi spesso sulla fascia destra sia con Di Capua e Paradisone, i tuscianesi rispondevano con delle buone azioni che cercavano di aprire la difesa costiera sia per le corsie laterali ed in qualche caso anche in quella centrale.

Le due squadre cercano nei primi minuti di aprire la gara a loro favore: il primo brivido al 3’ quando Temponi dalla destra crossa e Marcucci si fionda in tuffo, ma il suo colpo di testa è murato da un difensore; poi al 6’ Marmoro crossa rasoterra dalla destra ma il tiro di Siano e ribattuto da Temponi. Per certi versi le scintille iniziali sono tutte qui, ma poi il duetto tra Favetta e Marcucci mette il primo in buona posizione in area che stoppa la sfera e tira al volo ma alto al 20’. La rete su rigore da il segnale ai bianconeri che è l’ora di dare più pressione ed a capo basso vanno in avanti alla ricerca del pari che però non arriva. Invece prima dell’intervallo arriva al 42’ arriva la girata al volo di Favetta dal basso verso l’alto con la palla che sorvola di un niente la traversa.

Il ritmo e l’intensità è la stessa all’inizio della seconda parte, Favetta ritorna tra le linee e Marcucci attacca la profondità con Savarese largo, mentre Vitiello con capitan Temponi fanno girare bene il centrocampo e la difesa tiene a bada le sfuriate ospiti. Ospiti che hanno nel capitano Guerrera l’uomo da cui partono le insidiose sfere per Rago e Lauro che però si perdono tra le maglie difensive rossonere. Fino al 19’ non c’è nulla da annotare, in quel minuto lo si fa con il raddoppio dei costieri che per certi versi chiudono la gara. I giocatori hanno fatto “poco giro palla e poi ci siamo allungati”, conferma mister Turi e nonostante questo non si sono corsi seri pericoli, solo al 29’ la punizione dai 23 metri di capitan Guerrera impegna a fil di traversa in angolo Santaniello che per quasi tutta la gara non ha corso pericoli. Da qui fino al triplice fischio avvenuto dopo 3’ e 30” di recupero c’è stato il buon controllo dei costieri contro delle volenterose e nulla più zebrette con gli applausi finali dei propri sostenitori alle due squadre.

Foto tratta da tuttocalciocampano.it

Novantunesimo – La soddisfazione possiamo dire che è per entrambi gli allenatori anche se per quello battipagliese Graziani “l’occasione d’oro che ci è capitata dopo sei minuti ci avrebbe aperto la strada per un altro tipo di partita”. Il quale mette in luce che “siamo stati costretti ad abbassarci visto il giro di palla che attuava il Sorrento”, comunque oggi “la prova d’orgoglio e di determinazione c’è stata”. Un FC Sorrento che “penso abbia disputato una buona gara contro avversario ben quadrato in difesa ma noi abbiamo avuto la pazienza di far girare palla e poi lo abbiamo aperto”, così si esprime mister Turi. Ma analizzando la gara in se stessa chiarisce che “nel secondo tempo c’è stato poco palleggio e poi ci siamo allungati”. A differenza della scorsa stagione “i calciatori che abbiamo in avanti hanno delle caratteristiche differenti da quelli che avevamo allora”. Da un  punto di vista sembrerebbe che nella squadra tutti giochino per tutti e ci sia amalgama, ma mister Turi frena perché “oggi stiamo cercando di aver organizzazione e coagulazione”. Il “risultato è perfetto e meritato in una gara vera contro un avversario organizzato e compatto, e questo 2-0 è sintomo di una difesa che non prende reti”.

Intanto in settimana c’è la gara di coppa mercoledì 14 settembre alle ore 16.00 contro il Santa Maria la Carità, nella quale “faremo rotazione perché poi domenica prossima si giocherà una gara importante contro il Santa Maria di Castellabate, visto il risultato di oggi che ha ottenuto”.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2016-17 – GIRONE B – 1^ GIORNATA

FC SORRENTO – BATTIPAGLIESE 1929   2-0

Goals: 28’pt Marcucci (rig); 19’st Temponi.

FC SORRENTO (4-3-3): Santaniello 6; Paradisone 6, Arpino 6.5, Terracciano 6.5, Lombardi 6; Di Capua 6, Vitiello 6 (24’st Serrapica 6), Temponi 7; Favetta 6.5, Marcucci 6 (33’st Minicone sv), Savarese 6.5 (44’st Esposito sv).

A disp: Uliano, Catalano, Cappellaccio, Parlato.   Allen: Mario Turi.

BATTIPAGLIESE (4-4-2): De Luca 6; Paone 5.5 (20’st Doukoure 5.5), Criscuolo 6, Pastore 6, Consiglio 6; Marmoro 5.5 (20’st Maiese 5.5), Guerrera 6.5, Siano 6, Putzolu 6; Lauro 6 (28’st Campione 5.5), Rago 6.

A disp: Primadei, fariello, Cascone, Cascino.   Allen: Carlo Graziani.

Arbitro: Giovanni Greco di Roma 1  6.

Assistenti: Gianpaolo Pregievole (Torre Annunziata) – Giuseppe Andrea Palomba (Torre del Greco).

Ammonti: 41’pt Paone (B); st – 35’ Serrapica (FCS), 39’ Savarese (FCS).

Note: giornata variabile, 28°; erba sintetica buona; spettatori 700 circa (100 circa battipagliesi).

Angoli:  4-2.   Recuperi: 0’pt e 3’30”st.

 

GISPA

 

Clicca qui per le Foto di Luigi Penna 

Due reti per tempo e buon esordio in campionato  

 

Foto tratta dal diario di Facebook del FC Sorrento

Sorrento – E’ un FC Sorrento all’inglese che con due reti per tempo batte la volenterosa Battipagliese facendo un buon esordio in campionato.

Non è la squadra dello scorso anno che in avanti aveva il trio che metteva tutto a posto ma è la squadra che se sarà ben amalgamata, sarà il ‘tutto per uno, uno per tutti’, perché come dice mister Turi “oggi stiamo cercando di avere un’organizzazione ed una coagulazione e perciò lavoreremo su questo”. L’avversario non era di quelli facili e lo si è visto ma fino ad un certo punto: discreto giro palla, squadra semi alta con un buon pressing e semi incisiva fino alla tre quarti, solo due le azioni degne di nota. Una ‘rinata’ Battipagliese ben contrasta sulla propria tre quarti d’attacco da un’arcigna e guardinga difesa dei costieri che con un efficace giro palla e le buone penetrazioni al momento opportuno, anche sulle palle inattive, hanno saputo sfruttare al momento giusto le loro armi.

Goals – Possiamo dire che è il classico risultato all’inglese maturato in due situazioni ben diverse: la prima da un cross dalla destra con una trattenuta di maglia con conseguente rigore trasformato e la seconda da un calcio d’angolo con una bella inzuccata.

Corre il 28’ della prima frazione ed i costieri che fino a quel momento avevano giocato agendo varie volte sulla fascia destra e proprio che da qui nasce il cross  di Savarese che imbecca in area Favetta che saltando è trattenuto per la maglia da Paone. Da qui l’arbitro decreta senza esitazione il dischetto del rigore sul quale si porta Marcucci che fa secco l’estremo delle zebrette spiazzandolo.

Il raddoppio è cosa praticamente fatta quando l’orologio segna il 19’ delle ripresa e c’è un angolo per i rossoneri che è battuto da Vitiello dalla destra, in area svetta più alto di tutti capitan Temponi che fa secco nell’angolo basso De Luca.

La gara – Si incontrano dopo quel fatidico e nefasto, per i rossoneri, play out del campionato 2014-15, ma stavolta ad avere la peggio sono le zebrette che anche se mostrano una buona volontà dopo la buona occasione avuta all’inizio del primo tempo, che forse poteva dare alla gara un volto diverso, non vanno oltre che ad avere una seconda chance.

La partita fin dai primi secondi è vivace e giocata a viso aperto, con i costieri che facevano un buon giro palla ed agivano quasi spesso sulla fascia destra sia con Di Capua e Paradisone, i tuscianesi rispondevano con delle buone azioni che cercavano di aprire la difesa costiera sia per le corsie laterali ed in qualche caso anche in quella centrale.

Le due squadre cercano nei primi minuti di aprire la gara a loro favore: il primo brivido al 3’ quando Temponi dalla destra crossa e Marcucci si fionda in tuffo, ma il suo colpo di testa è murato da un difensore; poi al 6’ Marmoro crossa rasoterra dalla destra ma il tiro di Siano e ribattuto da Temponi. Per certi versi le scintille iniziali sono tutte qui, ma poi il duetto tra Favetta e Marcucci mette il primo in buona posizione in area che stoppa la sfera e tira al volo ma alto al 20’. La rete su rigore da il segnale ai bianconeri che è l’ora di dare più pressione ed a capo basso vanno in avanti alla ricerca del pari che però non arriva. Invece prima dell’intervallo arriva al 42’ arriva la girata al volo di Favetta dal basso verso l’alto con la palla che sorvola di un niente la traversa.

Il ritmo e l’intensità è la stessa all’inizio della seconda parte, Favetta ritorna tra le linee e Marcucci attacca la profondità con Savarese largo, mentre Vitiello con capitan Temponi fanno girare bene il centrocampo e la difesa tiene a bada le sfuriate ospiti. Ospiti che hanno nel capitano Guerrera l’uomo da cui partono le insidiose sfere per Rago e Lauro che però si perdono tra le maglie difensive rossonere. Fino al 19’ non c’è nulla da annotare, in quel minuto lo si fa con il raddoppio dei costieri che per certi versi chiudono la gara. I giocatori hanno fatto “poco giro palla e poi ci siamo allungati”, conferma mister Turi e nonostante questo non si sono corsi seri pericoli, solo al 29’ la punizione dai 23 metri di capitan Guerrera impegna a fil di traversa in angolo Santaniello che per quasi tutta la gara non ha corso pericoli. Da qui fino al triplice fischio avvenuto dopo 3’ e 30” di recupero c’è stato il buon controllo dei costieri contro delle volenterose e nulla più zebrette con gli applausi finali dei propri sostenitori alle due squadre.

Risultati immagini per allenatore battipagliese graziani

Foto tratta da tuttocalciocampano.it

Novantunesimo – La soddisfazione possiamo dire che è per entrambi gli allenatori anche se per quello battipagliese Graziani “l’occasione d’oro che ci è capitata dopo sei minuti ci avrebbe aperto la strada per un altro tipo di partita”. Il quale mette in luce che “siamo stati costretti ad abbassarci visto il giro di palla che attuava il Sorrento”, comunque oggi “la prova d’orgoglio e di determinazione c’è stata”. Un FC Sorrento che “penso abbia disputato una buona gara contro avversario ben quadrato in difesa ma noi abbiamo avuto la pazienza di far girare palla e poi lo abbiamo aperto”, così si esprime mister Turi. turi-conferenza-stampa-sorrento-battipaglieseMa analizzando la gara in se stessa chiarisce che “nel secondo tempo c’è stato poco palleggio e poi ci siamo allungati”. A differenza della scorsa stagione “i calciatori che abbiamo in avanti hanno delle caratteristiche differenti da quelli che avevamo allora”. Da un  punto di vista sembrerebbe che nella squadra tutti giochino per tutti e ci sia amalgama, ma mister Turi frena perché “oggi stiamo cercando di aver organizzazione e coagulazione”. Il “risultato è perfetto e meritato in una gara vera contro un avversario organizzato e compatto, e questo 2-0 è sintomo di una difesa che non prende reti”.

Intanto in settimana c’è la gara di coppa mercoledì 14 settembre alle ore 16.00 contro il Santa Maria la Carità, nella quale “faremo rotazione perché poi domenica prossima si giocherà una gara importante contro il Santa Maria di Castellabate, visto il risultato di oggi che ha ottenuto”.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2016-17 – GIRONE B – 1^ GIORNATA

FC SORRENTO – BATTIPAGLIESE 1929   2-0

Goals: 28’pt Marcucci (rig); 19’st Temponi.

FC SORRENTO (4-3-3): Santaniello 6; Paradisone 6, Arpino 6.5, Terracciano 6.5, Lombardi 6; Di Capua 6, Vitiello 6 (24’st Serrapica 6), Temponi 7; Favetta 6.5, Marcucci 6 (33’st Minicone sv), Savarese 6.5 (44’st Esposito sv).

A disp: Uliano, Catalano, Cappellaccio, Parlato.   Allen: Mario Turi.

BATTIPAGLIESE (4-4-2): De Luca 6; Paone 5.5 (20’st Doukoure 5.5), Criscuolo 6, Pastore 6, Consiglio 6; Marmoro 5.5 (20’st Maiese 5.5), Guerrera 6.5, Siano 6, Putzolu 6; Lauro 6 (28’st Campione 5.5), Rago 6.

A disp: Primadei, fariello, Cascone, Cascino.   Allen: Carlo Graziani.

Arbitro: Giovanni Greco di Roma 1  6.

Assistenti: Gianpaolo Pregievole (Torre Annunziata) – Giuseppe Andrea Palomba (Torre del Greco).

Ammonti: 41’pt Paone (B); st – 35’ Serrapica (FCS), 39’ Savarese (FCS).

Note: giornata variabile, 28°; erba sintetica buona; spettatori 700 circa (100 circa battipagliesi).

Angoli:  4-2.   Recuperi: 0’pt e 3’30”st.

 

GISPA

 

Clicca qui per le Foto di Luigi Penna