Maltempo in Puglia, morto un uomo trascinato dall’acqua

0

Maltempo in Puglia Un uomo, non ancora identificato, è morto annegato a causa del maltempo nel Foggiano, trascinato con la sua auto dall’acqua e dal fango. La vittima viaggiava a bordo di una Lancia Y e stava percorrendo la strada provinciale 35 che collega San Severo a Torremaggiore. L’incidente sarebbe avvenuto nella tarda mattina e il corpo dell’uomo è stato recuperato nel pomeriggio dai vigili del fuoco. La tragedia si è verificata in via vecchia Fortore, a ridosso dell’omonimo fiume che è in piena. Nella zona i vigili del fuoco hanno salvato sei persone che si erano rifugiate sui tetti. I nubifragi abbattutisi in provincia di Foggia hanno costretto alla chiusura delle provinciali 35, 28 30 e 142 e di un tratto della statale 89 Garganica. Due anni fa, sempre ai primi di settembre, una alluvione nella zona del Gargano causò (6 settembre 2014) la morte di un allevatore, Antonio Facenna, che perse la vita nel disperato tentativo di salvare gli animali della sua masseria. Il maltempo che si è abbattuto oggi sulla Puglia ha mandato in tilt i trasporti ferroviari della regione. Cancellati i treni metropolitani Mola di Bari-Molfetta, ritardi medi di un’ora per gli altri convogli. Inoltre, le abbondanti pìiogge hanno allagato il sottopassaggio della stazione di Molfetta. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco e, anche in questo caso, i tecnici di Rfi. Tutti i treni vengono ricevuti sul primo binario con allungamento dei tempi di viaggio di circa 10 minuti. Nel pomeriggio, fa sapere Ferrovie dello Stato, dovrebbe riaprire la tratta Barletta-Spinazzola, chiusa ieri per la presenza di fango sui binari. Oltre che sulla Bari-Foggia, si segnalano ritardi per una decina di treni anche sulla tratta che collega Foggia a Termoli a causa di scariche atmosferiche che compromettono il regolare funzionamento dei sistemi di distanziamento fra treni. Acqua e detriti riversatisi in territorio foggiano a causa delle abbondanti piogge che imperversano da ieri hanno provocato la chiusura per 21 chilometri in entrambi i sensi di marcia della statale 272 di San Giovanni Rotondo nel tratto che collega San Severo a San Marco in Lamis. Lo rende noto l’Anas. Nel dettaglio, tra il km 3,000 ed il km 6,000 la statale è interessata da riversamenti di acqua, provenienti da monte, che invade la sede stradale. Tra il km 15,000 ed il km 21,000 si segnala, invece, la presenza di detriti e materiale roccioso, franati sulla carreggiata dai versanti a monte adiacenti alla statale. Per entrambe le direzioni sono percorribili le strade locali.

Maltempo in Puglia Un uomo, non ancora identificato, è morto annegato a causa del maltempo nel Foggiano, trascinato con la sua auto dall'acqua e dal fango. La vittima viaggiava a bordo di una Lancia Y e stava percorrendo la strada provinciale 35 che collega San Severo a Torremaggiore. L'incidente sarebbe avvenuto nella tarda mattina e il corpo dell'uomo è stato recuperato nel pomeriggio dai vigili del fuoco. La tragedia si è verificata in via vecchia Fortore, a ridosso dell'omonimo fiume che è in piena. Nella zona i vigili del fuoco hanno salvato sei persone che si erano rifugiate sui tetti. I nubifragi abbattutisi in provincia di Foggia hanno costretto alla chiusura delle provinciali 35, 28 30 e 142 e di un tratto della statale 89 Garganica. Due anni fa, sempre ai primi di settembre, una alluvione nella zona del Gargano causò (6 settembre 2014) la morte di un allevatore, Antonio Facenna, che perse la vita nel disperato tentativo di salvare gli animali della sua masseria. Il maltempo che si è abbattuto oggi sulla Puglia ha mandato in tilt i trasporti ferroviari della regione. Cancellati i treni metropolitani Mola di Bari-Molfetta, ritardi medi di un'ora per gli altri convogli. Inoltre, le abbondanti pìiogge hanno allagato il sottopassaggio della stazione di Molfetta. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco e, anche in questo caso, i tecnici di Rfi. Tutti i treni vengono ricevuti sul primo binario con allungamento dei tempi di viaggio di circa 10 minuti. Nel pomeriggio, fa sapere Ferrovie dello Stato, dovrebbe riaprire la tratta Barletta-Spinazzola, chiusa ieri per la presenza di fango sui binari. Oltre che sulla Bari-Foggia, si segnalano ritardi per una decina di treni anche sulla tratta che collega Foggia a Termoli a causa di scariche atmosferiche che compromettono il regolare funzionamento dei sistemi di distanziamento fra treni. Acqua e detriti riversatisi in territorio foggiano a causa delle abbondanti piogge che imperversano da ieri hanno provocato la chiusura per 21 chilometri in entrambi i sensi di marcia della statale 272 di San Giovanni Rotondo nel tratto che collega San Severo a San Marco in Lamis. Lo rende noto l'Anas. Nel dettaglio, tra il km 3,000 ed il km 6,000 la statale è interessata da riversamenti di acqua, provenienti da monte, che invade la sede stradale. Tra il km 15,000 ed il km 21,000 si segnala, invece, la presenza di detriti e materiale roccioso, franati sulla carreggiata dai versanti a monte adiacenti alla statale. Per entrambe le direzioni sono percorribili le strade locali.