´Il verso verde´ incontro con i giovani poeti del vesuviano – 22 ottobre

0

E’ in programma per venerdì prossimo, 22 ottobre, alle ore 17.30, presso la Biblioteca “G. Siani” di Via Arco, Sant’Anastasia, un primo incontro dedicato ai giovani poeti del nostro territorio vesuviano, esteso anche all’avellinese e al salernitano, nonché a Napoli città.

Con questo incontro, il Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile intende promuovere e far conoscere la poesia dei giovani autori, una poesia di qualità e che merita ulteriori riconoscimenti. Se infatti è vero che la poesia non ha età, è anche auspicabile che ci sia un certo flusso continuo che ne mantenga alto l’interesse ed il valore. La cultura e la frequentazione poetica non devono estinguersi o disperdersi per il naturale affievolimento futuro delle voci mature che molto hanno prodotto, e molte tracce hanno delineato lungo il loro percorso: a queste voci devono subentrare, in un osmotico processo di affiancamento e di integrazione, le voci dei giovani poeti, che sicuramente apporteranno novità di stile, freschezza, nuove argomentazioni, nuovi repertori e percorsi poetici.

All’incontro del 22 ottobre prenderanno parte i poeti:

Barbara Buciunì da Napoli, Domenico Cassese da Palma Campania, Angela Caterina da Avellino, Carmine De Falco da Pomigliano d’Arco, Mario De Rosa da Sorrento, Federica Giordano da Nola, Francesco Iannone da Salerno, Giulio Liguori da Napoli, Erica Morino da San Giorgio a Cremano, Annibale Rainone da San Gennaro Vesuviano, Anna Ruotolo da Maddaloni. Due giovani e validissimi poeti anastasiani, Francesca Di Giacomo e Raffaele Liguoro, impossibilitati a partecipare a questo primo incontro per motivi di studio e di lavoro, saranno presenti in una successiva rassegna, che Giuseppe Vetromile ha intenzione di preparare nei primi mesi del prossimo anno.

Per questo incontro, Giuseppe Vetromile ha realizzato un fascicolo con le presentazioni e i testi dei poeti partecipanti; il libretto sarà distribuito gratuitamente agli autori ed al pubblico presente in sala.

 

(Comunicato stampa del Circolo Letterario Anastasiano)