DIFESA DIRITTO DI LIBERTÀ AVVOCATI MAGISTRATI NAPOLI E GIORNALISTI DELLA CAMPANIA CONTRO DITTATURA IN TURCHIA

0

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, l’Ordine dei Giornalisti della Campania e la Giunta esecutiva sezionale di Napoli dell’Associazione nazionale magistrati, in relazione alla grave aggressione ai diritti e libertà fondamentali della persona, in atto in Turchia, che ha già colpito ripetutamente avvocati, giornalisti, magistrati e professori universitari

SEGNALANO

che mercoledi 7 settembre 2016 sarà celebrata l’udienza del processo che questa volta vede imputati i due avvocati turchi, Ramizan Demir e Aisce Acinikly, in stato di detenzione da oltre 3 mesi che verranno giudicati per il solo fatto di essere da anni impegnati nella difesa tecnica di cittadini vittime di gravissime violazioni dei diritti fondamentali della persona (esecuzioni sommarie – anche di donne incinte e di bambini – decessi di persone ferite cui erano state precluse le cure mediche, etc.),

che i ricorsi presentati da Ramizan e Aisce innanzi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo si sono conclusi con la condanna dello Stato Turco.

ESPRIMONO

INDIGNAZIONE per la gravissima soppressione in atto dei principi inderogabili dello Stato di Diritto.

PREOCCUPAZIONE per la pericolosissima deroga temporanea al rispetto della Convenzione Europea per salvaguardia dei Diritti e delle libertà fondamentali del Consiglio d’Europa, che rende possibili detenzioni arbitrarie e la violazione delle norme del giusto processo.

SOLIDARIETÀ a tutti gli imputati perseguitati con accuse infamanti, in realtà riconducibili al mero espletamento delle professioni.

CHIEDONO

alle Autorità competenti, un immediato e concreto interessamento per la scarcerazione di Ramizan Demir e Aisce Acinikly, colpevoli soltanto di aver esercitato la propria funzione sociale, riconosciuta universalmente quale primario strumento a tutela dei diritti dell’individuo.

ED INVITANO

L’AVVOCATURA NAPOLETANA, GLI OPERATORI DELL’INFORMAZIONE E DELLA GIUSTIZIA, LE ASSOCIAZIONI E LA CITTADINANZA TUTTA, A RIUNIRSI PER MANIFESTARE UN SILENZIOSO DISSENSO CONTRO TALE GRAVI VIOLAZIONI

IL GIORNO MARTEDÍ 6 SETTEMBRE P.V. ore 16:00 INNANZI ALLA RAPPRESENTANZA CONSOLARE TURCA DI NAPOLI, VIA MEDINA 17.

Con riserva di ulteriori iniziative a tutela del rispetto universale dei diritti umani di ogni singolo individuo.Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, l’Ordine dei Giornalisti della Campania e la Giunta esecutiva sezionale di Napoli dell’Associazione nazionale magistrati, in relazione alla grave aggressione ai diritti e libertà fondamentali della persona, in atto in Turchia, che ha già colpito ripetutamente avvocati, giornalisti, magistrati e professori universitari

SEGNALANO

che mercoledi 7 settembre 2016 sarà celebrata l’udienza del processo che questa volta vede imputati i due avvocati turchi, Ramizan Demir e Aisce Acinikly, in stato di detenzione da oltre 3 mesi che verranno giudicati per il solo fatto di essere da anni impegnati nella difesa tecnica di cittadini vittime di gravissime violazioni dei diritti fondamentali della persona (esecuzioni sommarie – anche di donne incinte e di bambini – decessi di persone ferite cui erano state precluse le cure mediche, etc.),

che i ricorsi presentati da Ramizan e Aisce innanzi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo si sono conclusi con la condanna dello Stato Turco.

ESPRIMONO

INDIGNAZIONE per la gravissima soppressione in atto dei principi inderogabili dello Stato di Diritto.

PREOCCUPAZIONE per la pericolosissima deroga temporanea al rispetto della Convenzione Europea per salvaguardia dei Diritti e delle libertà fondamentali del Consiglio d’Europa, che rende possibili detenzioni arbitrarie e la violazione delle norme del giusto processo.

SOLIDARIETÀ a tutti gli imputati perseguitati con accuse infamanti, in realtà riconducibili al mero espletamento delle professioni.

CHIEDONO

alle Autorità competenti, un immediato e concreto interessamento per la scarcerazione di Ramizan Demir e Aisce Acinikly, colpevoli soltanto di aver esercitato la propria funzione sociale, riconosciuta universalmente quale primario strumento a tutela dei diritti dell’individuo.

ED INVITANO

L’AVVOCATURA NAPOLETANA, GLI OPERATORI DELL’INFORMAZIONE E DELLA GIUSTIZIA, LE ASSOCIAZIONI E LA CITTADINANZA TUTTA, A RIUNIRSI PER MANIFESTARE UN SILENZIOSO DISSENSO CONTRO TALE GRAVI VIOLAZIONI

IL GIORNO MARTEDÍ 6 SETTEMBRE P.V. ore 16:00 INNANZI ALLA RAPPRESENTANZA CONSOLARE TURCA DI NAPOLI, VIA MEDINA 17.

Con riserva di ulteriori iniziative a tutela del rispetto universale dei diritti umani di ogni singolo individuo.