Vico Equense l’agriturismo “La Chiana” , cenare nel fresco delle campagne di Arola

0

Vico Equense l’agriturismo “La Chiana” , cenare nel fresco delle campagne di Arola  Un bel posto nel cuore dei Monti Lattari, l’unica difficoltà è l’ingresso  dalla strada rotabile che va ad Alberi , che va migliorato e liberato, intanto si deve andare dalla direzione che da Alberi porta ad Arola e non il contrario perchè l’auto difficilmente riesce a svoltare, poi è ben segnalato, non seguite il navigatore ma il cartello  Salvatore è estremamente cortese, caloroso ed accogliente, pronto a soddisfare ogni esigenza. Il posto è tranquillo e dalla camera si gode di una bellissima vista sul Vesuvio e sul golfo di Napoli. Le stanze sono semplici (tipiche di un vero agriturismo), spaziose e pulite. La cena è davvero di cucina contadina, antipasti misti, poi sublimi i ravioli con crema di zucca e noci, saporitissimi, si scioglievano in bocca, la carne qui è di casa, ma chiedete bene la cottura , lo chef Salvatore Tronfo tende a farla ben cotta. Una capatina la merita. Noi lo abbiamo provato il 29 agosto 2016 sera

Vico Equense l'agriturismo "La Chiana" , cenare nel fresco delle campagne di Arola  Un bel posto nel cuore dei Monti Lattari, l'unica difficoltà è l'ingresso  dalla strada rotabile che va ad Alberi , che va migliorato e liberato, intanto si deve andare dalla direzione che da Alberi porta ad Arola e non il contrario perchè l'auto difficilmente riesce a svoltare, poi è ben segnalato, non seguite il navigatore ma il cartello  Salvatore è estremamente cortese, caloroso ed accogliente, pronto a soddisfare ogni esigenza. Il posto è tranquillo e dalla camera si gode di una bellissima vista sul Vesuvio e sul golfo di Napoli. Le stanze sono semplici (tipiche di un vero agriturismo), spaziose e pulite. La cena è davvero di cucina contadina, antipasti misti, poi sublimi i ravioli con crema di zucca e noci, saporitissimi, si scioglievano in bocca, la carne qui è di casa, ma chiedete bene la cottura , lo chef Salvatore Tronfo tende a farla ben cotta. Una capatina la merita. Noi lo abbiamo provato il 29 agosto 2016 sera