MITI E RITI DELLE DONNE PER L’EQUINOZIO D’AUTUNNO. Da Persefone a Vassilissa.LUNEDì 19 SETTEMBRE ALLE ORE 19

0

COMUNICATO STAMPA

LUNEDì 19 SETTEMBRE ALLE ORE 19, UTERNET, la rete di uteri, presenta uno spettacolo-conferenza dal titolo: MITI E RITI DELLE DONNE PER L’EQUINOZIO D’AUTUNNO. Da Persefone a Vassilissa. presso SPAZIO DONNA, in via Quagliariello 24, Torrione alto, Salerno.

Il mito di Persefone e Demetra e la fiaba di Vassilissa e la Baba Jaga raccontano storie di madri e figlie. Un rapporto importante, a volte aspro, a volte dolce, che vive e impronta di sè la storia personale e collettiva.
La relazione tra madri e figlie è un vincolo che si nutre di complicità e forza. Pochi legami possono essere così intensi e complessi allo stesso tempo come quello di una donna che educa la figlia desiderando essere il suo pilastro quotidiano, il suo rifugio, il suo complice, ma anche quella figura capace di insegnare libertà e autonomia affinché incontri il suo cammino personale, quello che lei desidera.
“Prendere la madre e lasciare la madre”, sarà il tema della serata.

Interverranno:
Spettacolo di narrazione e pupazzi con Flavia D’Aiello.
Conferenza con Paola Biato, Art-counselor e Costellatrice familiare.

Mostra d’arte “Ritratti di donne” con Anna De Rosa

(pittrice ecosostenibile
?,Anna De Rosa, eclettica artista salernitana particolarmente vicina a tematiche sociali, indirizza la propria arte verso un utilizzo alternativo di tele, pennelli e coloranti.
Fautrice di una pittura naïf, immediata e insofferente alle regole, realizza opere artistiche medio-grandi utilizzando tecniche miste e supporti anche improvvisati, basati tutti sull’arte del riciclo.

Le basi dei suoi dipinti possono essere indistintamente tele riciclate o riutilizzate, compensati di recupero, stoffe e supporti vari, mentre i colori non sono solo acrilici o olii, bensì ombretti, matite, mascara, fondotinta, smalti,rossetti e altri accessori da trucco. Dita, cotton fioc e vari utensili di uso comune sono i suoi pennelli di fortuna.

Tutto materiale avanzato e di riciclo per rappresentare paesaggi, natura, volti e famiglie, perchè arte è anche sapersi reinventare con quel che già si ha a disposizione.)

Al termine della serata verrà offerto un aperitivo rituale per i presenti.
Sono invitati all’incontro donne e uomini, nonne, madri e figlie.
L’evento si terrà presso la nuova sede di SPAZIO DONNA, in via Quagliariello 24, Torrione alto, Salerno.COMUNICATO STAMPA

LUNEDì 19 SETTEMBRE ALLE ORE 19, UTERNET, la rete di uteri, presenta uno spettacolo-conferenza dal titolo: MITI E RITI DELLE DONNE PER L’EQUINOZIO D’AUTUNNO. Da Persefone a Vassilissa. presso SPAZIO DONNA, in via Quagliariello 24, Torrione alto, Salerno.

Il mito di Persefone e Demetra e la fiaba di Vassilissa e la Baba Jaga raccontano storie di madri e figlie. Un rapporto importante, a volte aspro, a volte dolce, che vive e impronta di sè la storia personale e collettiva.
La relazione tra madri e figlie è un vincolo che si nutre di complicità e forza. Pochi legami possono essere così intensi e complessi allo stesso tempo come quello di una donna che educa la figlia desiderando essere il suo pilastro quotidiano, il suo rifugio, il suo complice, ma anche quella figura capace di insegnare libertà e autonomia affinché incontri il suo cammino personale, quello che lei desidera.
“Prendere la madre e lasciare la madre”, sarà il tema della serata.

Interverranno:
Spettacolo di narrazione e pupazzi con Flavia D’Aiello.
Conferenza con Paola Biato, Art-counselor e Costellatrice familiare.

Mostra d’arte “Ritratti di donne” con Anna De Rosa

(pittrice ecosostenibile
?,Anna De Rosa, eclettica artista salernitana particolarmente vicina a tematiche sociali, indirizza la propria arte verso un utilizzo alternativo di tele, pennelli e coloranti.
Fautrice di una pittura naïf, immediata e insofferente alle regole, realizza opere artistiche medio-grandi utilizzando tecniche miste e supporti anche improvvisati, basati tutti sull’arte del riciclo.

Le basi dei suoi dipinti possono essere indistintamente tele riciclate o riutilizzate, compensati di recupero, stoffe e supporti vari, mentre i colori non sono solo acrilici o olii, bensì ombretti, matite, mascara, fondotinta, smalti,rossetti e altri accessori da trucco. Dita, cotton fioc e vari utensili di uso comune sono i suoi pennelli di fortuna.

Tutto materiale avanzato e di riciclo per rappresentare paesaggi, natura, volti e famiglie, perchè arte è anche sapersi reinventare con quel che già si ha a disposizione.)

Al termine della serata verrà offerto un aperitivo rituale per i presenti.
Sono invitati all’incontro donne e uomini, nonne, madri e figlie.
L’evento si terrà presso la nuova sede di SPAZIO DONNA, in via Quagliariello 24, Torrione alto, Salerno.

Lascia una risposta