Torre del Greco. Uomo conteso: calci, pugni e morsi tra donne. Storia di corna e vendette all’origine della lite

0

Torre del Greco. Un uomo conteso, i familiari di lui che scoprono il tradimento e decidono di affrontare l’altra donna, i parenti che intervengono per vendicare le corna, quattro donne che si prendono a calci e morsi in piazza. E sullo sfondo un quartiere degradato, diroccato, abbandonato dalle istituzioni che cerca da sempre tra mille difficoltà di scrollarsi di dosso l’etichetta di rione difficile. Maxi-rissa “in rosa” in via Gabella del Pesce, zona mare di Torre del Greco, a due passi dal porto cittadino: quattro donne e un uomo sono stati soccorsi dalla polizia al termine di un violentissima mischia nata per ragioni di cuore. A scatenare la rissa il tradimento che un giovane avrebbe compiuto nei confronti della sua fidanzata con una delle donne del gruppo rivale. Un’offesa considerata ancora gravissima, soprattutto in certi contesti. Tant’è che la madre e la sorella di lui – che i vicini di casa descrivono come molto religiose e conosciute nella zona mare – hanno pensato di vendicare il torto prendendosela direttamente con l’altra donna, colpevole di aver sedotto un ragazzo già impegnato. E così in mattinata le due l’hanno raggiunta e affrontata; intorno alle 12 sono volati calci, schiaffi, perfino morsi e tirate di capelli tra le tre donne, due giovani ed una di mezza età. Le urla della vittima dell’aggressione hanno richiamato l’attenzione di alcune sue parenti che abitano proprio nel rione; a quel punto un’altra ragazza si è lanciata nella mischia nel mentre che sopraggiungeva l’uomo per il quale le donne stavano litigando. Quando gli agenti guidati dal primo dirigente Davide Della Cioppa sono arrivati sul posto si sono ritrovati davanti ad una scena davvero assurda: le quattro donne avevano gli abiti lacerati e mostravano graffi sulle gambe, segni di morsi sulle braccia e sangue in volto. Anche il giovane “traditore” era stato intanto ferito nell’alterco. Per tutti è finita con una visita al pronto soccorso ed una denuncia a piede libero per rissa, per la quale dovranno affrontare un processo. Intanto in città è scattata la corsa al lotto, con i tabaccai della zona mare presi d’assedio da chi ha scelto di tentare la fortuna giocando i numeri della rissa con«strascino». Di certo non è il primo caso del genere a Torre del Greco: già lunedì scorso, nella giornata di Ferragosto, c’era stata una brutta lite per amore. In questo caso si è trattato di una zuffa nel parco acquatico Valle dell’Orso tra due gruppi di giovani, uno proveniente da Torre del Greco e l’altro dalla vicina Torre Annunziata; la lite è nata per uno sguardo di troppo ad una ragazza impegnata. Il fidanzato geloso ha subito dato di matto: «Non devi guardarla, è la mia donna». Dalle parole i ragazzi sono passati alle vie di fatto: i rivali in amore si sono affrontati a muso duro, spalleggiati dai rispettivi amici. Ad avere la peggio uno dei giovani torresi, responsabile delle avance non gradite, che è finito al pronto soccorso dell’ospedale Maresca: per lui graffi, ecchimosi e setto nasale rotto, ricordo di una giornata di mare davvero particolare. Per fortuna in quell’episodio non fu necessario l’intervento delle forze dell’ordine: a placare i bollenti spiriti e a riportare alla calma la situazione ci pensò la security della struttura che pensò bene di allontanare tutti i litiganti, quelli torresi e quelli nunziatesi, rispediti prontamente a casa. (Francesca Raspavolo – Il Mattino)

Torre del Greco. Un uomo conteso, i familiari di lui che scoprono il tradimento e decidono di affrontare l’altra donna, i parenti che intervengono per vendicare le corna, quattro donne che si prendono a calci e morsi in piazza. E sullo sfondo un quartiere degradato, diroccato, abbandonato dalle istituzioni che cerca da sempre tra mille difficoltà di scrollarsi di dosso l’etichetta di rione difficile. Maxi-rissa “in rosa” in via Gabella del Pesce, zona mare di Torre del Greco, a due passi dal porto cittadino: quattro donne e un uomo sono stati soccorsi dalla polizia al termine di un violentissima mischia nata per ragioni di cuore. A scatenare la rissa il tradimento che un giovane avrebbe compiuto nei confronti della sua fidanzata con una delle donne del gruppo rivale. Un’offesa considerata ancora gravissima, soprattutto in certi contesti. Tant’è che la madre e la sorella di lui – che i vicini di casa descrivono come molto religiose e conosciute nella zona mare – hanno pensato di vendicare il torto prendendosela direttamente con l’altra donna, colpevole di aver sedotto un ragazzo già impegnato. E così in mattinata le due l’hanno raggiunta e affrontata; intorno alle 12 sono volati calci, schiaffi, perfino morsi e tirate di capelli tra le tre donne, due giovani ed una di mezza età. Le urla della vittima dell’aggressione hanno richiamato l’attenzione di alcune sue parenti che abitano proprio nel rione; a quel punto un’altra ragazza si è lanciata nella mischia nel mentre che sopraggiungeva l’uomo per il quale le donne stavano litigando. Quando gli agenti guidati dal primo dirigente Davide Della Cioppa sono arrivati sul posto si sono ritrovati davanti ad una scena davvero assurda: le quattro donne avevano gli abiti lacerati e mostravano graffi sulle gambe, segni di morsi sulle braccia e sangue in volto. Anche il giovane “traditore” era stato intanto ferito nell’alterco. Per tutti è finita con una visita al pronto soccorso ed una denuncia a piede libero per rissa, per la quale dovranno affrontare un processo. Intanto in città è scattata la corsa al lotto, con i tabaccai della zona mare presi d’assedio da chi ha scelto di tentare la fortuna giocando i numeri della rissa con«strascino». Di certo non è il primo caso del genere a Torre del Greco: già lunedì scorso, nella giornata di Ferragosto, c’era stata una brutta lite per amore. In questo caso si è trattato di una zuffa nel parco acquatico Valle dell’Orso tra due gruppi di giovani, uno proveniente da Torre del Greco e l’altro dalla vicina Torre Annunziata; la lite è nata per uno sguardo di troppo ad una ragazza impegnata. Il fidanzato geloso ha subito dato di matto: «Non devi guardarla, è la mia donna». Dalle parole i ragazzi sono passati alle vie di fatto: i rivali in amore si sono affrontati a muso duro, spalleggiati dai rispettivi amici. Ad avere la peggio uno dei giovani torresi, responsabile delle avance non gradite, che è finito al pronto soccorso dell’ospedale Maresca: per lui graffi, ecchimosi e setto nasale rotto, ricordo di una giornata di mare davvero particolare. Per fortuna in quell’episodio non fu necessario l’intervento delle forze dell’ordine: a placare i bollenti spiriti e a riportare alla calma la situazione ci pensò la security della struttura che pensò bene di allontanare tutti i litiganti, quelli torresi e quelli nunziatesi, rispediti prontamente a casa. (Francesca Raspavolo – Il Mattino)