Napoli. Chiostro del Convento di San Domenico Maggiore. Il Distratto.

0

ESTATE A NAPOLI 2016

CLASSICO CONTEMPORANEO
III edizione
direzione artistica
Gianmarco Cesario e Mirko Di Martino
 
organizzazione: Teatro dell’Osso
in collaborazione con
Aries Teatro ed Eventi

Napoli, Chiostro del Convento di San Domenico Maggiore
Lunedì 22 agosto 2016 ore 21:30
 
IL DISTRATTO
liberamente ispirato ai classici del teatro dell’assurdo
con Antonio Grimaldi, Alessandro Gioia,
Gabriella Orilia, Cristina Milito Pagliara.
drammaturgia e regia Antonio Grimaldi
 
Ho deciso di utilizzare i testi classici del Teatro dell?Assurdo come pretesto e sviscerare l’universo di non detto di cui è pregno. La messa in scena, infatti pur riproponendo la struttura narrativa e i personaggi principali nati dalla penna dei grandi autori del secolo scorso, non segue l’andamento dei copioni originali, ma gioca col tempo e con lo spazio, rendendo i personaggi metafore del mondo contemporaneo. Vladimiro ed Estragone, ad esempio, escono dal grigio mondo beckettiano, vengono catapultati in un mondo colorato e sfavillante che li distrae continuamente dalle domande di fondo. Idioti moderni, che all’emergere del dubbio spostano lo sguardo verso l’immagine dorata di un mondo illusorio.
Antonio Grimaldi

Info:
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)

 

ESTATE A NAPOLI 2016

CLASSICO CONTEMPORANEO
III edizione
direzione artistica
Gianmarco Cesario e Mirko Di Martino
 
organizzazione: Teatro dell'Osso
in collaborazione con
Aries Teatro ed Eventi

Napoli, Chiostro del Convento di San Domenico Maggiore
Lunedì 22 agosto 2016 ore 21:30
 
IL DISTRATTO
liberamente ispirato ai classici del teatro dell’assurdo
con Antonio Grimaldi, Alessandro Gioia,
Gabriella Orilia, Cristina Milito Pagliara.
drammaturgia e regia Antonio Grimaldi
 
Ho deciso di utilizzare i testi classici del Teatro dell?Assurdo come pretesto e sviscerare l'universo di non detto di cui è pregno. La messa in scena, infatti pur riproponendo la struttura narrativa e i personaggi principali nati dalla penna dei grandi autori del secolo scorso, non segue l'andamento dei copioni originali, ma gioca col tempo e con lo spazio, rendendo i personaggi metafore del mondo contemporaneo. Vladimiro ed Estragone, ad esempio, escono dal grigio mondo beckettiano, vengono catapultati in un mondo colorato e sfavillante che li distrae continuamente dalle domande di fondo. Idioti moderni, che all'emergere del dubbio spostano lo sguardo verso l'immagine dorata di un mondo illusorio.
Antonio Grimaldi

Info:
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)

 

Lascia una risposta