Vico Equense questa mattina a Seiano “Un sorriso tra le onde”

0

Una giornata “marinaia” in allegria e spensieratezza per i giovani diversamente abili del centro diurno “Il cielo in una stanza” di via Madonnelle. Questa mattina giovedì 18 agosto, si terrà infatti la prima edizione di “Un sorriso tra le onde – Diversamente abili in barca” voluta dall’associazione “Diportisti Aequani” presieduta da Francesco Savarese con il patrocinio del Comune di Vico Equense e la supervisione della Capitaneria di Porto e del comandante Guglielmo Cassone. I 13 giovani partecipanti si imbarcheranno al porticciolo della Marina di Aequa sulle imbarcazioni messe a disposizione dai diportisti e, condizioni meteo permettendo, alle 9 cominceranno la navigazione lungo tutta la costa della penisola sorrentina, dalle acque del “Bikini” fino al Capo di Sorrento. I giovani saranno accompagnati da tutor e lungo il tragitto è prevista anche l’assistenza di una motovedetta della Capitaneria per evitare anche che la piccola flotta possa essere eccessivamente turbata delle numerose imbarcazioni in transito in questi giorni ferragostani. Al rientro della gita via mare, ai giovani disabili sarà offerto il pranzo al ristorante “Mustafà”. (di Claudia Esposito)

Una giornata “marinaia” in allegria e spensieratezza per i giovani diversamente abili del centro diurno “Il cielo in una stanza” di via Madonnelle. Questa mattina giovedì 18 agosto, si terrà infatti la prima edizione di “Un sorriso tra le onde – Diversamente abili in barca” voluta dall’associazione “Diportisti Aequani” presieduta da Francesco Savarese con il patrocinio del Comune di Vico Equense e la supervisione della Capitaneria di Porto e del comandante Guglielmo Cassone. I 13 giovani partecipanti si imbarcheranno al porticciolo della Marina di Aequa sulle imbarcazioni messe a disposizione dai diportisti e, condizioni meteo permettendo, alle 9 cominceranno la navigazione lungo tutta la costa della penisola sorrentina, dalle acque del “Bikini” fino al Capo di Sorrento. I giovani saranno accompagnati da tutor e lungo il tragitto è prevista anche l’assistenza di una motovedetta della Capitaneria per evitare anche che la piccola flotta possa essere eccessivamente turbata delle numerose imbarcazioni in transito in questi giorni ferragostani. Al rientro della gita via mare, ai giovani disabili sarà offerto il pranzo al ristorante “Mustafà”. (di Claudia Esposito)

Lascia una risposta