Siham, una giovane podista marocchina, travolta dal treno a Santa Maria Capua Vetere

0

Siham Laraaichi, podista marocchina 36enne, residente a Santa Maria Capua Vetere, correva per vincere e aiutare la famiglia. E’ morta mentre attraversava i binari, travolta da un treno a due passi dalla casa in cui viveva da sola. La sua è una storia particolare, fatta di passioni, di sacrifici, di generosità verso i suoi cari. iscritta all’associazione «Il Laghetto» di San Giovanni a Teduccio, nella periferia orientale di Napoli. Tutti la conoscevano, tutti la ammiravano, una morte triste , un destino beffardo , mentre attraversava i binari, evitando i binari, come aveva fatto sempre, una distrazione le è stata fatale e ora correrà in cielo. 

Siham Laraaichi, podista marocchina 36enne, residente a Santa Maria Capua Vetere, correva per vincere e aiutare la famiglia. E’ morta mentre attraversava i binari, travolta da un treno a due passi dalla casa in cui viveva da sola. La sua è una storia particolare, fatta di passioni, di sacrifici, di generosità verso i suoi cari. iscritta all’associazione «Il Laghetto» di San Giovanni a Teduccio, nella periferia orientale di Napoli. Tutti la conoscevano, tutti la ammiravano, una morte triste , un destino beffardo , mentre attraversava i binari, evitando i binari, come aveva fatto sempre, una distrazione le è stata fatale e ora correrà in cielo.