Operai folgorati nel Cilento, si aggrava il bilancio: morto anche il 46enne

0

Si aggrava il bilancio dell’incidente del tre agosto scorso a Capaccio Paestum, nel quale era morto folgorato l’operaio Walter De Nigris, di 25 anni. Oggi é morto l’agricoltore Martino Marino, di 46 anni, che era impegnato, insieme a De Nigris e ad altri due operai, nell’istallazione di un palo all’interno del giardino di un’abitazione in costruzione, a poca distanza da alcuni cavi dell’alta tensione. Durante le operazioni di fissaggio del palo, si era creato un «arco elettrico» la cui scarica aveva ucciso all’istante De Nigris. Marino era stato ricoverato in condizioni disperate ed è morto ieri mattina.

Il Mattino

Si aggrava il bilancio dell'incidente del tre agosto scorso a Capaccio Paestum, nel quale era morto folgorato l'operaio Walter De Nigris, di 25 anni. Oggi é morto l'agricoltore Martino Marino, di 46 anni, che era impegnato, insieme a De Nigris e ad altri due operai, nell'istallazione di un palo all'interno del giardino di un'abitazione in costruzione, a poca distanza da alcuni cavi dell'alta tensione. Durante le operazioni di fissaggio del palo, si era creato un «arco elettrico» la cui scarica aveva ucciso all'istante De Nigris. Marino era stato ricoverato in condizioni disperate ed è morto ieri mattina.

Il Mattino