Lina e Michele De Angelis: vi aspettiamo in tanti nel nostro giardino incantato l’11 agosto A cura di Carlo Alfaro

0

Lina e Michele De Angelis rinnovano la magia dello scorso anno, invitando tutti quelli che vorranno l’11 agosto a partire dallere 20.00 ad andarli a trovare per un gioioso brindisi di ferragosto nella loro casa, ribattezzata per l’occasione il “Giardino Incantato”, a Sant’Agnello in via Iommella Piccola 80, per visitare il tipico giardino mediterraneo in fiore, e la mostra delle loro creazioni, tra cui l’ultima novità, le magliette dipinte a mano e personalizzate. Le opere dei De Angelis nascono e vivono nel giardino in sintonia con la natura che vi fiorisce rigogliosa. Michele, un passato da bancario ed economista, è un artista autodidatta, dotato di un estro creativo naturale e ribelle, manifestatosi precocemente tanto che l’amata mamma lo soprannominava “Michelangelo”. Crea le sue opere a getto continuo, mosso da una frenesia istintiva e potente, che gli consente di realizzare dipinti e sculture anche in soli cinque minuti, a volte anche usando la mano sinistra inconsapevolmente, quasi come fosse mossa da forza esterna alla sua. Appassionato, infaticabile, curioso, crea oggetti insoliti, colorati, suggestivi, a volte surreali, magici e misteriosi, capaci di emozionare, incuriosire, attirare, a partire dai più disparati materiali, spesso di riciclo, semplici oggetti del quotidiano, mattonelle, bottiglie, damigiane, tavole di legno, lastre di compensato, fusti, pezzi di metallo, ombrelli, scarpe, vecchi vasi, oggetti agricoli. Un oggetto rotto, scartato, destinato al macero stimola immediatamente la sua voglia di trasformarlo in opera d’arte e regalargli una nuova stagione, in mezzo alle piante lussureggianti, gli alberi carichi di frutta, i gatti e le tortorelle che animano il giardino. Varcare la soglia del “Giardino Incantato” significa regalarsi un’esperienza sensoriale indescrivibile e sempre nuova, tornare bambini e scoprirsi capaci di emozionarsi, ridere, piangere, incuriosirsi, meravigliarsi, entrare in un mondo parallelo, magico, di pura fantasia. Le opere di Michele sono in qualche modo incompiute, tocca allo spettatore reinterpretarle e completarle secondo la propria sensibilità mentre esse, dalle forme stravaganti e dai colori improbabili, vagano sospese nell’aria, mosse dal vento della fantasia. E poi emerge, qua e là, il vero ispiratore di tutto ciò, Cristo e la sua Passione, perché creare per Michele e Lina è un modo di pregare. La mostra quest’anno riserva anche una sorpresa speciale: il concerto in giardino dell’Orchestra Stabile Mandolinistica Vincenzo Schisano diretta dal maestro Marianna Astarita Maresca, diplomata al Conservatorio in canto e pianoforte e cantante del Teatro di San Carlo. L’orchestra sorrentina, nata per passione nel 1991 e costituitasi in associazione musicale nel 1996, punta sull’elaborazione di melodie classiche napoletane che il suo fondatore, il maestro Vincenzo Schisano, ha trasformato in veri e propri brani orchestrali, lasciandone intatte le tipiche atmosfere e ricreandone, talvolta, di nuove ed ancor più suggestive. Alcuni brani prevedono anche la voce solista di mezzosoprano del suo Direttore, Marianna Astarita Maresca, e il sax del suo Direttore Artistico, Carmine Maresca. L’orchestra si è esibita in molte città italiane, partecipando a numerose manifestazioni, fra le quali le Giornate Nazionali sul Mandolino e la Musica a plettro a Vittorio Veneto (TV), la IV Rassegna Nazionale di Orchestre a Plettro e il I Master Internazionale di Tecnica ed Interpretazione Vocale (Sorrento); è stata, inoltre, ospite della trasmissione televisiva “Uno Mattina” ed ha registrato per programmi radiofonici della RAI.Lina e Michele De Angelis rinnovano la magia dello scorso anno, invitando tutti quelli che vorranno l’11 agosto a partire dallere 20.00 ad andarli a trovare per un gioioso brindisi di ferragosto nella loro casa, ribattezzata per l’occasione il “Giardino Incantato”, a Sant’Agnello in via Iommella Piccola 80, per visitare il tipico giardino mediterraneo in fiore, e la mostra delle loro creazioni, tra cui l’ultima novità, le magliette dipinte a mano e personalizzate. Le opere dei De Angelis nascono e vivono nel giardino in sintonia con la natura che vi fiorisce rigogliosa. Michele, un passato da bancario ed economista, è un artista autodidatta, dotato di un estro creativo naturale e ribelle, manifestatosi precocemente tanto che l’amata mamma lo soprannominava “Michelangelo”. Crea le sue opere a getto continuo, mosso da una frenesia istintiva e potente, che gli consente di realizzare dipinti e sculture anche in soli cinque minuti, a volte anche usando la mano sinistra inconsapevolmente, quasi come fosse mossa da forza esterna alla sua. Appassionato, infaticabile, curioso, crea oggetti insoliti, colorati, suggestivi, a volte surreali, magici e misteriosi, capaci di emozionare, incuriosire, attirare, a partire dai più disparati materiali, spesso di riciclo, semplici oggetti del quotidiano, mattonelle, bottiglie, damigiane, tavole di legno, lastre di compensato, fusti, pezzi di metallo, ombrelli, scarpe, vecchi vasi, oggetti agricoli. Un oggetto rotto, scartato, destinato al macero stimola immediatamente la sua voglia di trasformarlo in opera d’arte e regalargli una nuova stagione, in mezzo alle piante lussureggianti, gli alberi carichi di frutta, i gatti e le tortorelle che animano il giardino. Varcare la soglia del “Giardino Incantato” significa regalarsi un’esperienza sensoriale indescrivibile e sempre nuova, tornare bambini e scoprirsi capaci di emozionarsi, ridere, piangere, incuriosirsi, meravigliarsi, entrare in un mondo parallelo, magico, di pura fantasia. Le opere di Michele sono in qualche modo incompiute, tocca allo spettatore reinterpretarle e completarle secondo la propria sensibilità mentre esse, dalle forme stravaganti e dai colori improbabili, vagano sospese nell’aria, mosse dal vento della fantasia. E poi emerge, qua e là, il vero ispiratore di tutto ciò, Cristo e la sua Passione, perché creare per Michele e Lina è un modo di pregare. La mostra quest’anno riserva anche una sorpresa speciale: il concerto in giardino dell’Orchestra Stabile Mandolinistica Vincenzo Schisano diretta dal maestro Marianna Astarita Maresca, diplomata al Conservatorio in canto e pianoforte e cantante del Teatro di San Carlo. L’orchestra sorrentina, nata per passione nel 1991 e costituitasi in associazione musicale nel 1996, punta sull’elaborazione di melodie classiche napoletane che il suo fondatore, il maestro Vincenzo Schisano, ha trasformato in veri e propri brani orchestrali, lasciandone intatte le tipiche atmosfere e ricreandone, talvolta, di nuove ed ancor più suggestive. Alcuni brani prevedono anche la voce solista di mezzosoprano del suo Direttore, Marianna Astarita Maresca, e il sax del suo Direttore Artistico, Carmine Maresca. L’orchestra si è esibita in molte città italiane, partecipando a numerose manifestazioni, fra le quali le Giornate Nazionali sul Mandolino e la Musica a plettro a Vittorio Veneto (TV), la IV Rassegna Nazionale di Orchestre a Plettro e il I Master Internazionale di Tecnica ed Interpretazione Vocale (Sorrento); è stata, inoltre, ospite della trasmissione televisiva “Uno Mattina” ed ha registrato per programmi radiofonici della RAI.