Castellammare lido abusivo sequestrato da guardia costiera e vigili

0

 Castellammare. Blitz antiabusivismo a Castellammare, la guardia costiera e la polizia municipale sequestrano un intero lido abusivo sul litorale di corso Alcide De Gasperi. Gli uomini della guardia costiera di Castellammare di Stabia, agli ordini del capitano Guglielmo Cassone, e quelli del locale comando della polizia municipale, diretti dal comandante Antonio Vecchione, ieri mattina hanno effettuato una serie di controlli sul territorio nell’ambito dell’operazione «Mare sicuro 2016». In particolare, guardia costiera e vigili urbani sono entrati in azione sul litorale nord della città al corso De Gasperi. Nel mirino dei controlli è finita la spiaggia libera del posto frequentatissima dai bagnanti in questo periodo: qui due uomini, M.S e D.R., un 50enne e un 60enne entrambi pregiudicati stabiesi e con alle spalle reati simili, avevano allestito un vero e proprio lido balneare abusivo. Noleggiavano sdraio e lettini ai bagnanti che potevano rifocillarsi con snack e bevande presso un chiosco abusivo sempre gestito dai due. Insomma, offrivano tutti i comfort di un lido, però, senza averne mai avuto le necessarie autorizzazioni. Così per i due stabiesi è scattata una denuncia a piede libero per occupazione abusiva di suolo pubblico e la segnalazione agli uffici comunali, che addebiteranno loro le indennità dovute per l’occupazione del demanio marittimo. Le forze dell’ordine, dopo alcune segnalazioni alla centrale operativa della Guardia costiera, hanno infatti scoperto che i due soggetti si erano appropriati di 100 mq di arenile della spiaggia libera costruendo un chiosco in legno per la vendita di snack e bevande, e in più avevano piazzato sull’arenile oltre 60 lettini e sdraio. Il tariffario prevedeva costi dai 3 ai 5 euro per il noleggio di lettini e sdraio mentre alimenti e bevande venivano venduti al chiosco a prezzi modici. Il tutto senza la minima autorizzazione. I militari e gli agenti hanno provveduto a demolire la struttura abusiva e a sequestrare sdraio e lettini restituendo al pubblico la libera fruizione del lembo di spiaggia libera del litorale nord della città. I controlli delle forze dell’ordine continueranno anche nei prossimi giorni e si estenderanno ai lidi balneari di Pozzano, dove già in precedenza i caschi bianchi stabiesi hanno messo in campo una task-force contro i parcheggiatori abusivi. Una vera e propria piaga che affligge anche il centro cittadino, dove diverse piazze nelle ore serali vengono prese d’assalto dagli abusivi che chiedono la gabella agli automobilisti. Stesso discorso per gli ambulanti extracomunitari lungo la villa comunale: anche questi occupano con le loro bancarelle il già limitato spazio per via dei lavori di restyling del waterfront stabiese. Qui, all’altezza di piazza Giovanni XXIII, nella tarda serata di martedì, poco dopo la mezzanotte, una telefonata al 112 ha segnalato una rissa tra un ambulante e un passante. Quest’ultimo stava portando a passeggio il suo cane che avrebbe calpestato la merce dell’ambulante, gli animi si sono subito accesi e dalle parole grosse si è passati alle vie di fatto con i due che hanno dato vita a una rissa. All’arrivo della pattuglia, prontamente inviata dai carabinieri della locale stazione, i due si erano già dati alla fuga. I militari dell’Arma hanno ascoltato alcune persone che non hanno saputo fornite indicazioni sul fatto, mentre le verifiche presso l’ospedale sono risultate negative. Altra segnalazione alle forze dell’ordine: in villa comunale, all’altezza della Cassarmonica nei pressi di un noto bar, nella serata di ieri da un gruppo di giovanissimi, in sella agli scooter, è stata lanciata una bottiglia di vetro in mezzo alla folla senza colpire, per fortuna, nessuno dei presenti. Raffaele Cava

 Castellammare. Blitz antiabusivismo a Castellammare, la guardia costiera e la polizia municipale sequestrano un intero lido abusivo sul litorale di corso Alcide De Gasperi. Gli uomini della guardia costiera di Castellammare di Stabia, agli ordini del capitano Guglielmo Cassone, e quelli del locale comando della polizia municipale, diretti dal comandante Antonio Vecchione, ieri mattina hanno effettuato una serie di controlli sul territorio nell'ambito dell'operazione «Mare sicuro 2016». In particolare, guardia costiera e vigili urbani sono entrati in azione sul litorale nord della città al corso De Gasperi. Nel mirino dei controlli è finita la spiaggia libera del posto frequentatissima dai bagnanti in questo periodo: qui due uomini, M.S e D.R., un 50enne e un 60enne entrambi pregiudicati stabiesi e con alle spalle reati simili, avevano allestito un vero e proprio lido balneare abusivo. Noleggiavano sdraio e lettini ai bagnanti che potevano rifocillarsi con snack e bevande presso un chiosco abusivo sempre gestito dai due. Insomma, offrivano tutti i comfort di un lido, però, senza averne mai avuto le necessarie autorizzazioni. Così per i due stabiesi è scattata una denuncia a piede libero per occupazione abusiva di suolo pubblico e la segnalazione agli uffici comunali, che addebiteranno loro le indennità dovute per l'occupazione del demanio marittimo. Le forze dell'ordine, dopo alcune segnalazioni alla centrale operativa della Guardia costiera, hanno infatti scoperto che i due soggetti si erano appropriati di 100 mq di arenile della spiaggia libera costruendo un chiosco in legno per la vendita di snack e bevande, e in più avevano piazzato sull'arenile oltre 60 lettini e sdraio. Il tariffario prevedeva costi dai 3 ai 5 euro per il noleggio di lettini e sdraio mentre alimenti e bevande venivano venduti al chiosco a prezzi modici. Il tutto senza la minima autorizzazione. I militari e gli agenti hanno provveduto a demolire la struttura abusiva e a sequestrare sdraio e lettini restituendo al pubblico la libera fruizione del lembo di spiaggia libera del litorale nord della città. I controlli delle forze dell'ordine continueranno anche nei prossimi giorni e si estenderanno ai lidi balneari di Pozzano, dove già in precedenza i caschi bianchi stabiesi hanno messo in campo una task-force contro i parcheggiatori abusivi. Una vera e propria piaga che affligge anche il centro cittadino, dove diverse piazze nelle ore serali vengono prese d'assalto dagli abusivi che chiedono la gabella agli automobilisti. Stesso discorso per gli ambulanti extracomunitari lungo la villa comunale: anche questi occupano con le loro bancarelle il già limitato spazio per via dei lavori di restyling del waterfront stabiese. Qui, all'altezza di piazza Giovanni XXIII, nella tarda serata di martedì, poco dopo la mezzanotte, una telefonata al 112 ha segnalato una rissa tra un ambulante e un passante. Quest'ultimo stava portando a passeggio il suo cane che avrebbe calpestato la merce dell'ambulante, gli animi si sono subito accesi e dalle parole grosse si è passati alle vie di fatto con i due che hanno dato vita a una rissa. All'arrivo della pattuglia, prontamente inviata dai carabinieri della locale stazione, i due si erano già dati alla fuga. I militari dell'Arma hanno ascoltato alcune persone che non hanno saputo fornite indicazioni sul fatto, mentre le verifiche presso l'ospedale sono risultate negative. Altra segnalazione alle forze dell'ordine: in villa comunale, all'altezza della Cassarmonica nei pressi di un noto bar, nella serata di ieri da un gruppo di giovanissimi, in sella agli scooter, è stata lanciata una bottiglia di vetro in mezzo alla folla senza colpire, per fortuna, nessuno dei presenti. Raffaele Cava