Umberto De Gregorio Presidente dell’Eav a Piano di Sorrento per definire il piano di lavoro

0

L’amministratore dell’ente autonomo volturno invitato a Piano di Sorrento dal sindaco Iaccarino per definire un piano di lavoro e di riqualificazione del servizio. Torna in costiera dopo l’incontro pubblico di dicembre dove aveva illustrato il progetto di rilancio e i potenziamenti sulla linea ferroviaria 

Piano di Sorrento – Un’emergenza senza fine quella dei trasporti in penisola sorrentina. Piaga che, in maniera ancor più evidente nel periodo estivo con l’incremento dell’utenza in viaggio, offende e ferisce il territorio, e da cui in tanti hanno provato a far guarire la costiera, con scarsi risultati. Riqualificare: questa la parola chiave che resta sulla bocca degli amministratori locali. Ma, se parte della soluzione è chiara a parole, è l’attuazione di un reale e concreto piano di rivoluzione di tutti i settori che lascia ancora in standy la risoluzione effettiva della problematica. Ultimo a prendere la parola sull’annosa questione è Vincenzo Iaccarino, sindaco di Piano di Sorrento da giugno, che inserisce i trasporti tra le priorità amministrative, dopo aver focalizzato l’attenzione su Gori e sull’ente idrico campano, argomenti che ancor oggi destano preoccupazioni nei cittadini, nonostante le rassicurazioni. «Parole – commentano i peninsulari – per ora restano tutte parole. Finché non arriveremo a mettere meno volte mano alle tasche e non inizieremo a vivere in condizioni meno disumane quelle che per ogni altro città che si rispetti è semplice quotidianità, i fatti sono a zero».
  
Nonostante la diffidenza, Iaccarino, dopo aver condotto un esperimento di totale pedonalizzazione in Piazza Cota nel weekend appena trascorso, annuncia sul suo blog: «Stiamo elaborando idee che prevedano il restyling della piazza con la realizzazione di un’area di sosta di prossimità alla stessa, indispensabile per una pedonalizzazione stabile. In questa ottica si inserisce anche la riqualificazione dell’area della stazione della circumvesuviana, a due passi dal centro, e in tal senso abbiamo già concordato con il nuovo amministratore dell’Eav Umberto De Gregorio un incontro al comune di Piano di Sorrento che si svolgerà nei prossimi giorni per definire un piano di lavoro». Non è la prima volta, in realtà, che il presidente dell’Eav arriva in penisola sorrentina. Appena sette mesi fa Umberto De Gregorio ha tenuto un incontro, promosso con il PD dall’alloro consigliere di minoranza Antonio D’Aniello, oggi in maggioranza, presso la biblioteca di Piano di Sorrento a poche settimane dalla sua nomina da parte del presidente Vincenzo De Luca. In quell’occasione il neo amministratore aveva illustrato la drammatica situazione finanziaria trovata dopo la sua investitura e le strategie di rilancio messe a punto dal suo team di lavoro, per il trasporto pubblico della Campania, con particolare riferimento alla penisola sorrentina. Un progetto, per la verità, di cui, tra atti vandalici e stazioni lasciate al degrado, assenza di controllori e costanti ritardi, ancora si attendono gli effetti.

Fonte: Iole Filosa da Le Cronache 

L'amministratore dell'ente autonomo volturno invitato a Piano di Sorrento dal sindaco Iaccarino per definire un piano di lavoro e di riqualificazione del servizio. Torna in costiera dopo l'incontro pubblico di dicembre dove aveva illustrato il progetto di rilancio e i potenziamenti sulla linea ferroviaria 

Piano di Sorrento – Un'emergenza senza fine quella dei trasporti in penisola sorrentina. Piaga che, in maniera ancor più evidente nel periodo estivo con l'incremento dell'utenza in viaggio, offende e ferisce il territorio, e da cui in tanti hanno provato a far guarire la costiera, con scarsi risultati. Riqualificare: questa la parola chiave che resta sulla bocca degli amministratori locali. Ma, se parte della soluzione è chiara a parole, è l'attuazione di un reale e concreto piano di rivoluzione di tutti i settori che lascia ancora in standy la risoluzione effettiva della problematica. Ultimo a prendere la parola sull'annosa questione è Vincenzo Iaccarino, sindaco di Piano di Sorrento da giugno, che inserisce i trasporti tra le priorità amministrative, dopo aver focalizzato l'attenzione su Gori e sull'ente idrico campano, argomenti che ancor oggi destano preoccupazioni nei cittadini, nonostante le rassicurazioni. «Parole – commentano i peninsulari – per ora restano tutte parole. Finché non arriveremo a mettere meno volte mano alle tasche e non inizieremo a vivere in condizioni meno disumane quelle che per ogni altro città che si rispetti è semplice quotidianità, i fatti sono a zero».
  
Nonostante la diffidenza, Iaccarino, dopo aver condotto un esperimento di totale pedonalizzazione in Piazza Cota nel weekend appena trascorso, annuncia sul suo blog: «Stiamo elaborando idee che prevedano il restyling della piazza con la realizzazione di un'area di sosta di prossimità alla stessa, indispensabile per una pedonalizzazione stabile. In questa ottica si inserisce anche la riqualificazione dell'area della stazione della circumvesuviana, a due passi dal centro, e in tal senso abbiamo già concordato con il nuovo amministratore dell'Eav Umberto De Gregorio un incontro al comune di Piano di Sorrento che si svolgerà nei prossimi giorni per definire un piano di lavoro». Non è la prima volta, in realtà, che il presidente dell'Eav arriva in penisola sorrentina. Appena sette mesi fa Umberto De Gregorio ha tenuto un incontro, promosso con il PD dall'alloro consigliere di minoranza Antonio D’Aniello, oggi in maggioranza, presso la biblioteca di Piano di Sorrento a poche settimane dalla sua nomina da parte del presidente Vincenzo De Luca. In quell'occasione il neo amministratore aveva illustrato la drammatica situazione finanziaria trovata dopo la sua investitura e le strategie di rilancio messe a punto dal suo team di lavoro, per il trasporto pubblico della Campania, con particolare riferimento alla penisola sorrentina. Un progetto, per la verità, di cui, tra atti vandalici e stazioni lasciate al degrado, assenza di controllori e costanti ritardi, ancora si attendono gli effetti.

Fonte: Iole Filosa da Le Cronache