Mercato San Severino distrutta ex fattoria didattica del WWF del parco Diecimare

0

MERCATO SAN SEVERINO Gli incendi dolosi tornano a flagellare la Valle dell’Irno. Quello più grave, l’altra sera, ha distrutto a Mercato San Severino l’ex oasi Wwf con annessa fattoria didattica, nel parco Diecimare. Il rogo è stato appiccato tra venerdì e sabato: sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme dopo sei ore di lavoro. Distrutte anche due baracche in legno, una di 36 metri quadri e l’altra di 60. Il centro visite – a quanto è emerso – non era più gestito dal Wwf da tre anni; in seguito è stato affidato alle guardie ambientali volontarie (Gav) e infine a un responsabile, Mario Minoriti «È una vergogna – dice l’ambientalista Vito Mariano – quell’oasi era un punto di riferimento per la città». Paura nella notte tra sabato e domenica anche a Pellezzano per un vasto incendio scoppiato lungo la provinciale che da Baronissi conduce a Salerno. Le fiamme si sono sviluppate dai bordi della strada intorno alle 22.30 di sabato e si sono estese lungo tutta la collina fino a giungere alle porte della frazione di Capriglia. Sul posto coi vigili del fuoco, dieci unità di volontari della Protezione Civile Santa Maria delle Grazie e un’autobotte della “Solidarietà” di Fisciano. La strada è stata chiusa al traffico per due ore.  La Città di Salerno Gruppo Repubblica.

MERCATO SAN SEVERINO Gli incendi dolosi tornano a flagellare la Valle dell’Irno. Quello più grave, l’altra sera, ha distrutto a Mercato San Severino l’ex oasi Wwf con annessa fattoria didattica, nel parco Diecimare. Il rogo è stato appiccato tra venerdì e sabato: sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme dopo sei ore di lavoro. Distrutte anche due baracche in legno, una di 36 metri quadri e l’altra di 60. Il centro visite – a quanto è emerso – non era più gestito dal Wwf da tre anni; in seguito è stato affidato alle guardie ambientali volontarie (Gav) e infine a un responsabile, Mario Minoriti «È una vergogna – dice l’ambientalista Vito Mariano – quell’oasi era un punto di riferimento per la città». Paura nella notte tra sabato e domenica anche a Pellezzano per un vasto incendio scoppiato lungo la provinciale che da Baronissi conduce a Salerno. Le fiamme si sono sviluppate dai bordi della strada intorno alle 22.30 di sabato e si sono estese lungo tutta la collina fino a giungere alle porte della frazione di Capriglia. Sul posto coi vigili del fuoco, dieci unità di volontari della Protezione Civile Santa Maria delle Grazie e un’autobotte della “Solidarietà” di Fisciano. La strada è stata chiusa al traffico per due ore.  La Città di Salerno Gruppo Repubblica.