PERPLESSITA SULLA REGOLARITA DEL CONCORSO DI GEOMETRA A META

0

Caro direttore,
finalmente il Comune di Meta ha i suoi due geometri (dopo il concorso di luglio 2016), se controlla il sito del Comune di Meta puo’ leggere la lista degli idonei.

Ho però delle considerazioni che mi vengono in mente guardando quella lista :

1) al Comune di Meta, hanno presentato domanda per il concorso di geometri , 110 persone ( un bel numero).

2) La commissione è formata da un “pool” scelto tra lavoratori del Comune di Meta :l’architetto Diego Savarese, l’istruttore direttivo Mario De Martino, il capitano comandante della polizia municipale Rocco Borrelli e il vigile urbano Dario Ferraro ( questi ultimi due li sottolineo di proposito).

3) La prima classificata (prima su 110 geometri e sottolineo 110, che non sono quisquiglie) è Maresca Anna, classe 1986 , figlia del vice-comandante ( tenente Maresca) della polizia municipale di Meta.

Guarda caso due dei quattro membri della commissione appartengono proprio alla polizia municipale (quelli in grassetto sopra).

Due perplessità mi vengono in mente:

1) Il DPR 487/94 recita che le commissioni esaminatrici devono essere così costituite :”…. per i concorsi per la quinta e la sesta qualifica o categoria: da un dirigente o equiparato, con funzioni di presidente, e da due esperti nelle materie oggetto del concorso; le funzioni di segretario sono svolte da un impiegato appartenente alla settima qualifica o categoria”

Nel caso del concorso, c’è un solo esperto ( e non due)nella materia oggetto del concorso ovvero l’arch. Savarese, essendo De Martino un istruttore direttivo dell’anagrafe e gli altri due invece fanno parte della Polizia Municipale.
2) Se il Geom Maresca Anna dovesse firmare il contratto di assunzione, ci sarebbe una incompatibilità con il padre, essendo anche il padre (tenente della Polizia municipale di Meta) dipendente del Comune di Meta; in parole povere i due sono parenti in linea diretta.

Le auguro buon lavoro
Con Stima
S. RamaCaro direttore,
finalmente il Comune di Meta ha i suoi due geometri (dopo il concorso di luglio 2016), se controlla il sito del Comune di Meta puo’ leggere la lista degli idonei.

Ho però delle considerazioni che mi vengono in mente guardando quella lista :

1) al Comune di Meta, hanno presentato domanda per il concorso di geometri , 110 persone ( un bel numero).

2) La commissione è formata da un “pool” scelto tra lavoratori del Comune di Meta :l’architetto Diego Savarese, l’istruttore direttivo Mario De Martino, il capitano comandante della polizia municipale Rocco Borrelli e il vigile urbano Dario Ferraro ( questi ultimi due li sottolineo di proposito).

3) La prima classificata (prima su 110 geometri e sottolineo 110, che non sono quisquiglie) è Maresca Anna, classe 1986 , figlia del vice-comandante ( tenente Maresca) della polizia municipale di Meta.

Guarda caso due dei quattro membri della commissione appartengono proprio alla polizia municipale (quelli in grassetto sopra).

Due perplessità mi vengono in mente:

1) Il DPR 487/94 recita che le commissioni esaminatrici devono essere così costituite :”…. per i concorsi per la quinta e la sesta qualifica o categoria: da un dirigente o equiparato, con funzioni di presidente, e da due esperti nelle materie oggetto del concorso; le funzioni di segretario sono svolte da un impiegato appartenente alla settima qualifica o categoria”

Nel caso del concorso, c’è un solo esperto ( e non due)nella materia oggetto del concorso ovvero l’arch. Savarese, essendo De Martino un istruttore direttivo dell’anagrafe e gli altri due invece fanno parte della Polizia Municipale.
2) Se il Geom Maresca Anna dovesse firmare il contratto di assunzione, ci sarebbe una incompatibilità con il padre, essendo anche il padre (tenente della Polizia municipale di Meta) dipendente del Comune di Meta; in parole povere i due sono parenti in linea diretta.

Le auguro buon lavoro
Con Stima
S. Rama