Portici. Anziano si tuffa in mare, ma viene colto da malore e muore. Soccorsi tempestivi ma inutili

0

Portici. Aveva deciso di passare al mare una giornata in compagnia della moglie. È stata fatale l’immersione nelle acque del Granatello per un pensionato 79enne di Cercola che ha perso la vita poco dopo mezzogiorno nello specchio d’acqua antistante la spiaggia delle Mortelle alle spalle del porto borbonico del Granatello. Inutile ogni tentativo di rianimare l’anziano. I soccorsi, infatti, sono stati immediati. Ieri mattina sulla spiaggia delle Mortelle c’erano numerosi agenti della polizia municipale, della capitaneria di porto e della locale Asl, impegnati in una attività di controllo di una piattaforma montata sulla scogliera. L’uomo, giunto poche ore prima da Cercola in compagnia della moglie, si era bagnato in un tratto di mare poco profondo mentre la donna era rimasta sul bagnasciuga. Alcuni bagnanti hanno notato la sagoma dell’anziano che galleggiava con la faccia rivolta in acqua. Inizialmente hanno pensato stesse utilizzando una maschera per scrutare i fondali. Ma, visto il protrarsi della situazione, hanno lanciato l’allarme. La spiaggia alle spalle del molo borbonico del Granatello è libera e quindi priva di personale di salvataggio ma ieri, come si diceva, all’ora dell’incidente c’erano vigili e capitaneria impegnati in controlli. Quindi è stato immediato l’intervento degli uomini del comandante Domenico Ferrara e dei vigili col loro dirigente Gennaro Sallusto, che hanno tentato riportato l’anziano già privo di conoscenza a riva. I tentativi di rianimare il pensionato sono andati avanti per diversi minuti, fino all’arrivo di personale del 118 che ha solo potuto constatare il decesso dell’uomo. Il pm di turno in Procura, informato dell’incidente, ha disposto la rimozione della salma e la restituzione ai familiari. Dall’esame dei medici non vi sarebbero dubbi in ordine all’arresto cardiaco che avrebbe colpito l’uomo durante il bagno, ragione per la quale il magistrato non ha ritenuto necessario disporre l’autopsia. La spiaggia si è immediatamente svuotata mentre scene di dolore si sono registrate alle Mortelle dove sono accorsi i familiari del pensionato appena deceduto. (Maurizio Capozzo – Il Mattino) 

Portici. Aveva deciso di passare al mare una giornata in compagnia della moglie. È stata fatale l’immersione nelle acque del Granatello per un pensionato 79enne di Cercola che ha perso la vita poco dopo mezzogiorno nello specchio d’acqua antistante la spiaggia delle Mortelle alle spalle del porto borbonico del Granatello. Inutile ogni tentativo di rianimare l’anziano. I soccorsi, infatti, sono stati immediati. Ieri mattina sulla spiaggia delle Mortelle c’erano numerosi agenti della polizia municipale, della capitaneria di porto e della locale Asl, impegnati in una attività di controllo di una piattaforma montata sulla scogliera. L’uomo, giunto poche ore prima da Cercola in compagnia della moglie, si era bagnato in un tratto di mare poco profondo mentre la donna era rimasta sul bagnasciuga. Alcuni bagnanti hanno notato la sagoma dell’anziano che galleggiava con la faccia rivolta in acqua. Inizialmente hanno pensato stesse utilizzando una maschera per scrutare i fondali. Ma, visto il protrarsi della situazione, hanno lanciato l’allarme. La spiaggia alle spalle del molo borbonico del Granatello è libera e quindi priva di personale di salvataggio ma ieri, come si diceva, all’ora dell’incidente c’erano vigili e capitaneria impegnati in controlli. Quindi è stato immediato l’intervento degli uomini del comandante Domenico Ferrara e dei vigili col loro dirigente Gennaro Sallusto, che hanno tentato riportato l’anziano già privo di conoscenza a riva. I tentativi di rianimare il pensionato sono andati avanti per diversi minuti, fino all’arrivo di personale del 118 che ha solo potuto constatare il decesso dell’uomo. Il pm di turno in Procura, informato dell’incidente, ha disposto la rimozione della salma e la restituzione ai familiari. Dall’esame dei medici non vi sarebbero dubbi in ordine all’arresto cardiaco che avrebbe colpito l’uomo durante il bagno, ragione per la quale il magistrato non ha ritenuto necessario disporre l’autopsia. La spiaggia si è immediatamente svuotata mentre scene di dolore si sono registrate alle Mortelle dove sono accorsi i familiari del pensionato appena deceduto. (Maurizio Capozzo – Il Mattino) 

Lascia una risposta