MISS EUROPE CONTINENTAL 2016, INTERVISTA A MASSIMO FIORDIPONTI

0

1. Quando e come nasce la collaborazione col progetto Miss Europe?
Una sera, a cena a casa della principessa Pignatelli, dove ho conosciuto il patron. Fu in quell’occasione che l’ho invitato a partecipare alla Quintana come figurante, essendo io uno degli stilisti chiamati a realizzare abiti per la manifestazione. In un secondo momento mi sono appassionato anche a una tipologia di moda che definirei “attuale”. Da cosa nasce cosa e finimmo per discutere dell’opportunità di creare abiti per la finalissima di Miss Europe. Sono davvero emozionatissimo e contentissimo.
2. Cosa ti ha spinto ad accettare il progetto?
La concretezza del progetto: io sono convinto che questa manifestazione. nata 4 anni fa, diventerà una a breve un qualcosa di molto importante anche a livello europeo.
3. Ti piace la location di Spoleto per Miss Europe? Ci sei mai stato?
Io sono umbro e amo la mia terra, quindi per me tutto ciò che è Umbria va benissimo, Spoleto in particolar modo, Dico spesso ai miei amici che l’Umbria è simile ad una piccola bomboniera, le manca solo il mare per essere perfetta, ma non ha nulla di invidiare alle altre città italiane.
4. Hai già qualche idea sui vestiti? Puoi svelarci qualcosa?
Sicuramente saranno vestiti eleganti e allo stesso tempo ad effetto, ma non posso svelare niente perché rischierei di rovinare la bellezza della suspance e l’effetto sorpresa, sia per quanto riguarda Veronica Maya, che le ultime 10 finaliste del concorso.
5. Qual è il tuo stile?
Non ho uno stile per preciso atto a definirmi e categorizzarmi. Direi che amo molto avvicinarmi ai personaggi delle famose “vacanze romane”.1. Quando e come nasce la collaborazione col progetto Miss Europe?
Una sera, a cena a casa della principessa Pignatelli, dove ho conosciuto il patron. Fu in quell’occasione che l’ho invitato a partecipare alla Quintana come figurante, essendo io uno degli stilisti chiamati a realizzare abiti per la manifestazione. In un secondo momento mi sono appassionato anche a una tipologia di moda che definirei “attuale”. Da cosa nasce cosa e finimmo per discutere dell’opportunità di creare abiti per la finalissima di Miss Europe. Sono davvero emozionatissimo e contentissimo.
2. Cosa ti ha spinto ad accettare il progetto?
La concretezza del progetto: io sono convinto che questa manifestazione. nata 4 anni fa, diventerà una a breve un qualcosa di molto importante anche a livello europeo.
3. Ti piace la location di Spoleto per Miss Europe? Ci sei mai stato?
Io sono umbro e amo la mia terra, quindi per me tutto ciò che è Umbria va benissimo, Spoleto in particolar modo, Dico spesso ai miei amici che l’Umbria è simile ad una piccola bomboniera, le manca solo il mare per essere perfetta, ma non ha nulla di invidiare alle altre città italiane.
4. Hai già qualche idea sui vestiti? Puoi svelarci qualcosa?
Sicuramente saranno vestiti eleganti e allo stesso tempo ad effetto, ma non posso svelare niente perché rischierei di rovinare la bellezza della suspance e l’effetto sorpresa, sia per quanto riguarda Veronica Maya, che le ultime 10 finaliste del concorso.
5. Qual è il tuo stile?
Non ho uno stile per preciso atto a definirmi e categorizzarmi. Direi che amo molto avvicinarmi ai personaggi delle famose “vacanze romane”.

Lascia una risposta