Pereyra-Napoli manca poco per vestire l’azzurro

0

 
Non solo Giaccherini. Il Napoli sta lavorando su un altro acquisto a 5 stelle. Si tratta dell’argentino Pereyra che ormai è entrato nell’orbita azzurra anche se mancano alcuni dettagli per completare l’operazione. Per questo motivo l’agente del giocatore, Sergio Furlan, si trova a Napoli dove potrebbe incontrare, a breve, il presidente De Laurentiis, in questi giorni ospite ad Ischia del festival Internazionale del cinema. Il numero 1 azzurro ha già programmato di raggiungere Dimaro la prossima settimana e potrebbe farlo «scortato» proprio da Pereyra e, si spera, anche da Witsel. Napoli e Juventus hanno già raggiunto un accordo ben preciso (18 milioni di euro più 2 di «bonus») mentre resta da ratificare il contratto con l’argentino che prevede un triennale da 1,5 milioni di euro a stagione garantiti per 3 anni. 
ATTESA. Raramente si è visto un giocatore ambire in maniera così intensa alla maglia azzurra. L’argentino, infatti, si è spinto con forza per raggiungere il gruppo di Maurizio Sarri che lo considera un elemento essenziale per cambiare il volto del suo Napoli ancorato, per il momento, al blindatissimo 4-3-3. Pereyra è tatticamente abile e arruolabile per disporre il Napoli anche con il 4-3-1-2 o il 4-3-2-1. La Juventus, comunque, non ha esitato a valutare El Tucumano ancora 18 milioni di euro. Eppure nemmeno dalla ricca Premier League erano giunte, inizialmente, offerte superiori ai 13 milioni del West Ham e del Watford. Pereyra ha temuto, invece, che dalla inospitale Russian League potessero arrivare alla Juventus cifre più sostanziose di quella del Napoli. 
 
PRESSING. Ma c’è da dire che il Napoli ci crede a Pereyra. A De Laurentiis l’argentino piace anche se la manovra di avvicinamento al suo «cartellino» è iniziata con misurato vigore. La prima offerta da 10 milioni più 3 di «bonus» è stata rifiutata. L’incalzare del Napoli è stato incentivato a 12 milioni più «bonus», con la Juventus che ha capito che il Napoli aveva intenzione di fare sul serio, mettendo anche in secondo piano le proposte che giungevano dalla Premier League. Pereyra, fra l’altro, non ha mai avuto dubbi sulla legittimità della sua scelta avvisando la Juventus che avrebbe puntato sempre e comunque sul Napoli. 
 
SPRINT. Il club azzurro ha dovuto respingere solo un ultimo assalto, quello del West Ham che, quando ormai sembrava che la situazione si fosse normalizzata ha rilanciato a 15 milioni in contanti in una unica soluzione. Addirittura è comparso improvvisamente lo Zenit di San Pietroburgo che ha messo sul tavolo della trattativa un milione in più. Ma il Napoli ha chiuso in crescendo, senza esclusione di colpi: 18 milioni più 2 di bonus. L’affare-Pereyra, quindi, è vicino alla conclusione. L’argentino, fra l’altro, non ha nessuna intenzione di partire per la lunga tournèe intercontinentale della Juventus. Non vede l’ora di salire a Dimaro per mettersi a disposizione di Sarri. Tanto è vero che il suo agente Sergio Furlan ha avuto mandato di trattare con il Napoli con molta elasticità per quanto riguarda l’ingaggio. Un dettaglio che ha ottimamente impressionato il presidente De Laurentiis, assolutamente ben disposto a chiudere questa operazione.  

fonte:corrieredellosport

 
Non solo Giaccherini. Il Napoli sta lavorando su un altro acquisto a 5 stelle. Si tratta dell’argentino Pereyra che ormai è entrato nell’orbita azzurra anche se mancano alcuni dettagli per completare l’operazione. Per questo motivo l’agente del giocatore, Sergio Furlan, si trova a Napoli dove potrebbe incontrare, a breve, il presidente De Laurentiis, in questi giorni ospite ad Ischia del festival Internazionale del cinema. Il numero 1 azzurro ha già programmato di raggiungere Dimaro la prossima settimana e potrebbe farlo «scortato» proprio da Pereyra e, si spera, anche da Witsel. Napoli e Juventus hanno già raggiunto un accordo ben preciso (18 milioni di euro più 2 di «bonus») mentre resta da ratificare il contratto con l’argentino che prevede un triennale da 1,5 milioni di euro a stagione garantiti per 3 anni. 
ATTESA. Raramente si è visto un giocatore ambire in maniera così intensa alla maglia azzurra. L'argentino, infatti, si è spinto con forza per raggiungere il gruppo di Maurizio Sarri che lo considera un elemento essenziale per cambiare il volto del suo Napoli ancorato, per il momento, al blindatissimo 4-3-3. Pereyra è tatticamente abile e arruolabile per disporre il Napoli anche con il 4-3-1-2 o il 4-3-2-1. La Juventus, comunque, non ha esitato a valutare El Tucumano ancora 18 milioni di euro. Eppure nemmeno dalla ricca Premier League erano giunte, inizialmente, offerte superiori ai 13 milioni del West Ham e del Watford. Pereyra ha temuto, invece, che dalla inospitale Russian League potessero arrivare alla Juventus cifre più sostanziose di quella del Napoli. 
 
PRESSING. Ma c’è da dire che il Napoli ci crede a Pereyra. A De Laurentiis l’argentino piace anche se la manovra di avvicinamento al suo «cartellino» è iniziata con misurato vigore. La prima offerta da 10 milioni più 3 di «bonus» è stata rifiutata. L’incalzare del Napoli è stato incentivato a 12 milioni più «bonus», con la Juventus che ha capito che il Napoli aveva intenzione di fare sul serio, mettendo anche in secondo piano le proposte che giungevano dalla Premier League. Pereyra, fra l’altro, non ha mai avuto dubbi sulla legittimità della sua scelta avvisando la Juventus che avrebbe puntato sempre e comunque sul Napoli. 
 
SPRINT. Il club azzurro ha dovuto respingere solo un ultimo assalto, quello del West Ham che, quando ormai sembrava che la situazione si fosse normalizzata ha rilanciato a 15 milioni in contanti in una unica soluzione. Addirittura è comparso improvvisamente lo Zenit di San Pietroburgo che ha messo sul tavolo della trattativa un milione in più. Ma il Napoli ha chiuso in crescendo, senza esclusione di colpi: 18 milioni più 2 di bonus. L'affare-Pereyra, quindi, è vicino alla conclusione. L’argentino, fra l’altro, non ha nessuna intenzione di partire per la lunga tournèe intercontinentale della Juventus. Non vede l’ora di salire a Dimaro per mettersi a disposizione di Sarri. Tanto è vero che il suo agente Sergio Furlan ha avuto mandato di trattare con il Napoli con molta elasticità per quanto riguarda l’ingaggio. Un dettaglio che ha ottimamente impressionato il presidente De Laurentiis, assolutamente ben disposto a chiudere questa operazione.  

fonte:corrieredellosport

Lascia una risposta