FOLLIA A DALLAS, UCCISI CINQUE AGENTI DURANTE UNA MARCIA DEI NERI

0

Dallas Gli Usa sconvolti dalla strage degli agenti alla marcia dei neri. La manifestazione di protesta contro le violenze razziali – dopo gli episodi che hanno visto giorni fa gli agenti uccidere due afro americani – è terminata con il tragico bilancio di cinque poliziotti massacrati e il ferimento di altri 7, più due civili. Tutto è iniziato quando Micah Xavier Johnson, 25 anni, un passato di veterano dell’esercito, ha sparato trasformando la pacifica serata in un bagno di sangue. Alcuni video mostrano i poliziotti per terra nel sangue. Individuato il cecchino, sono partiti i negoziati. Johnson non si è arreso e ha continuato a sparare. La polizia ha allora attivato un robot armato di bomba che ha ucciso il cecchino di colore. Il killer, secondo le forze dell’ordine: «Mirava ai bianchi». Tre, intanto, i fermati. Il presidente Barack Obama attacca: «Un attacco violento e premeditato»

Dallas Gli Usa sconvolti dalla strage degli agenti alla marcia dei neri. La manifestazione di protesta contro le violenze razziali – dopo gli episodi che hanno visto giorni fa gli agenti uccidere due afro americani – è terminata con il tragico bilancio di cinque poliziotti massacrati e il ferimento di altri 7, più due civili. Tutto è iniziato quando Micah Xavier Johnson, 25 anni, un passato di veterano dell'esercito, ha sparato trasformando la pacifica serata in un bagno di sangue. Alcuni video mostrano i poliziotti per terra nel sangue. Individuato il cecchino, sono partiti i negoziati. Johnson non si è arreso e ha continuato a sparare. La polizia ha allora attivato un robot armato di bomba che ha ucciso il cecchino di colore. Il killer, secondo le forze dell'ordine: «Mirava ai bianchi». Tre, intanto, i fermati. Il presidente Barack Obama attacca: «Un attacco violento e premeditato»