E SCOMPARSO DALLA VITA TERRENA “ANTONIO ” NONNO” DI ENZA COBALTO

0

E scomparso il nonno dell’assessore Enza Cobalto la nipote lo ricorda in un link su Facebook Mio nonno era un tipo particolare, uno di quelli che se incontri poi difficilmente dimentichi. Da piccoli ci interrogava facendo sempre le stesse domande: quanto é lungo il fiume Canneto; quanti blocchi di marmo compongono la fontana di Trevi; come si chiamava l’amante di Mussolini e quando e come iniziò la seconda guerra mondiale. Bravi, mille lire! Ci raccontava di aver mangiato una volta un serpente, che la nonna a Copenaghen scivolò per andare a toccare la sirenetta, che a Milano le comprò una pelliccia e non so dove un brillante, che lui la guerra l’aveva vissuta ma che poi era arrivato il benessere e che il lavoro lo ha tenuto sempre impegnato. Mio nonno bestemmiava e cantava in continuazione, la domenica a tavola la televisione accesa solo se c’era un film di Totò e in casa lice spenta fino al tramonto. Si beve solo dopo aver mangiato il primo e non ci si alza prima del nonno. “Buongiorno, nonno Antonio!”

Si associa al dolore della famiglia la redazione di Positanonews

E scomparso il nonno dell'assessore Enza Cobalto la nipote lo ricorda in un link su Facebook Mio nonno era un tipo particolare, uno di quelli che se incontri poi difficilmente dimentichi. Da piccoli ci interrogava facendo sempre le stesse domande: quanto é lungo il fiume Canneto; quanti blocchi di marmo compongono la fontana di Trevi; come si chiamava l'amante di Mussolini e quando e come iniziò la seconda guerra mondiale. Bravi, mille lire! Ci raccontava di aver mangiato una volta un serpente, che la nonna a Copenaghen scivolò per andare a toccare la sirenetta, che a Milano le comprò una pelliccia e non so dove un brillante, che lui la guerra l'aveva vissuta ma che poi era arrivato il benessere e che il lavoro lo ha tenuto sempre impegnato. Mio nonno bestemmiava e cantava in continuazione, la domenica a tavola la televisione accesa solo se c'era un film di Totò e in casa lice spenta fino al tramonto. Si beve solo dopo aver mangiato il primo e non ci si alza prima del nonno. "Buongiorno, nonno Antonio!"

Si associa al dolore della famiglia la redazione di Positanonews

Lascia una risposta