CILENTO,METRO’ DEL MARE OTTIMA PARTENZA DISAGI SOLO A CASTELLABATE

0

Buona la prima per il Metrò del mare che ieri ha solcato i mari del Cilento dopo tre anni di stop. Sono stati 150 i passeggeri che sono partiti a bordo delle due motonavi di Alicost, la compagnia salernitana che si è aggiudicata il servizio finanziato dalla Regione Campania e dal ministero dei Beni artistici, dalla Cultura e del Turismo. Sono stati condotti ad Amalfi e a Capri. Due infatti le linee attive ieri: la linea 2 (Cilento-Costa d’Amalfi) con partenze da Agropoli (ore 9) e San Marco di Castellabate (ore 9,25) con destinazione Amalfi e Positano, mentre la linea 3B con partenza da Saprialle ore 7 ha toccato i porti di Palinuro, Acciaroli, San Marco di Castellabatecon destinazione finale Napoli, dopo aver effettuato la fermato nell’isola di Capri.Numerose le testimonianze di apprezzamento per la riattivazione delle linee marittime sia da parte di turisti italiani che di stranieri. «Finalmente – spiega il comandante Civale del Città di Amalfi – un ritorno nel Cilento che è stato separato dal resto della costa per diversi anni, si tratta sicuramente di una vittoria per i comuni costieri di queste zone. Già 20 anni fa facevamo questa tratta fino a Sapri. Costituisce un modo anche per incrementare il turismo di queste zone che nulla hanno da invidiare alle più note località turistiche della cosa amalfitana e di Capri». «Era un servizio che mancava nel Cilento – dice Lucia – che va un po’ a compensare lo stato critico della viabilità su gomma. Il Cilento infatti è di una bellezza rara ma le condizioni della viabilità sono davvero sconcertanti». Positivo il riscontro anche da parte di alcuni turisti tedeschi che non hanno voluto perdere la possibilità di apprezzare le bellezze cilentane dal mare e sfruttare l’opportunità di vedere le località di maggiore pregio del Salernitano e del Napoletano quali Amalfi, Positano e Capri.«La linea è sicuramente una buona alternativa alle strade – spiega un’altra turista – Permette di raggiungere località per le quali con l’auto ci si impiega tanto, troppo tempo, visto lo stato della Cilentana, chiusa ormai da tre anni e più. Senza poi dimenticare i pochi collegamenti su strada ferrata». Apprezza la prospettiva dei paesaggi cilentani via mare Grazia, che specifica: «È davvero affascinante il Cilento visto dal mare, si scoprono luoghi, insenature e particolari che via terra mai avresti colto. È davvero una bella esperienza. Dal mattino alla sera hai l’opportunità di vedere luoghi incantevoli per poi fare ritorno a casa».Le due motonavi, Città di Amalfi e Città di Sorrento, messe a disposizione da Alicost, sono giunte ieri nei porti cilentani in perfetto orario così da permettere ai passeggeri di trascorrere qualche ora tra le bellezze di Amalfi e Positano o di raggiungere già alle 11.10 l’immutato fascino dell’isola di Capri, per potervi permanere per circa cinque ore tra mare, sole e relax. I mezzi si presentano muniti di aria condizionata ed il personale è molto disponibile e qualificato. Oltre all’accoglienza, fa molto spesso anche da Cicerone agli ospiti curiosi di cogliere le peculiarità dei luoghi che si apprestano a visitare.Ricordiamo che il Metrò del mare aveva subìto uno stop per i tre anni scorsi; per un anno il comune di Agropoli aveva fatto da sé organizzandosi con una compagnia privata che praticava la tratta per Capri, ma i costi troppo esosi avevano portato a non ripetere più l’esperienza. Le linee marittime sono state riattivate con lo scopo di porre rimedio a una viabilità che è precaria. Esempio lampante è costituito dalla Strada provinciale 430, interdetta al transito nel tratto tra Agropoli e Prignano Cilento, che ormai da tre estati costringe i visitatori a percorrere la provinciale 45 quale alternativa. Una strada sicuramente non in grado, per caratteristiche, ad assorbire l’intenso volume di traffico estivo.A Castellabate sul porto di San Marco passeggeri sotto il sole senza pensiline.

Andrea Passaro AGROPOLINEWS

Buona la prima per il Metrò del mare che ieri ha solcato i mari del Cilento dopo tre anni di stop. Sono stati 150 i passeggeri che sono partiti a bordo delle due motonavi di Alicost, la compagnia salernitana che si è aggiudicata il servizio finanziato dalla Regione Campania e dal ministero dei Beni artistici, dalla Cultura e del Turismo. Sono stati condotti ad Amalfi e a Capri. Due infatti le linee attive ieri: la linea 2 (Cilento-Costa d’Amalfi) con partenze da Agropoli (ore 9) e San Marco di Castellabate (ore 9,25) con destinazione Amalfi e Positano, mentre la linea 3B con partenza da Saprialle ore 7 ha toccato i porti di Palinuro, Acciaroli, San Marco di Castellabatecon destinazione finale Napoli, dopo aver effettuato la fermato nell’isola di Capri.Numerose le testimonianze di apprezzamento per la riattivazione delle linee marittime sia da parte di turisti italiani che di stranieri. «Finalmente – spiega il comandante Civale del Città di Amalfi – un ritorno nel Cilento che è stato separato dal resto della costa per diversi anni, si tratta sicuramente di una vittoria per i comuni costieri di queste zone. Già 20 anni fa facevamo questa tratta fino a Sapri. Costituisce un modo anche per incrementare il turismo di queste zone che nulla hanno da invidiare alle più note località turistiche della cosa amalfitana e di Capri». «Era un servizio che mancava nel Cilento – dice Lucia – che va un po’ a compensare lo stato critico della viabilità su gomma. Il Cilento infatti è di una bellezza rara ma le condizioni della viabilità sono davvero sconcertanti». Positivo il riscontro anche da parte di alcuni turisti tedeschi che non hanno voluto perdere la possibilità di apprezzare le bellezze cilentane dal mare e sfruttare l’opportunità di vedere le località di maggiore pregio del Salernitano e del Napoletano quali Amalfi, Positano e Capri.«La linea è sicuramente una buona alternativa alle strade – spiega un’altra turista – Permette di raggiungere località per le quali con l’auto ci si impiega tanto, troppo tempo, visto lo stato della Cilentana, chiusa ormai da tre anni e più. Senza poi dimenticare i pochi collegamenti su strada ferrata». Apprezza la prospettiva dei paesaggi cilentani via mare Grazia, che specifica: «È davvero affascinante il Cilento visto dal mare, si scoprono luoghi, insenature e particolari che via terra mai avresti colto. È davvero una bella esperienza. Dal mattino alla sera hai l’opportunità di vedere luoghi incantevoli per poi fare ritorno a casa».Le due motonavi, Città di Amalfi e Città di Sorrento, messe a disposizione da Alicost, sono giunte ieri nei porti cilentani in perfetto orario così da permettere ai passeggeri di trascorrere qualche ora tra le bellezze di Amalfi e Positano o di raggiungere già alle 11.10 l’immutato fascino dell’isola di Capri, per potervi permanere per circa cinque ore tra mare, sole e relax. I mezzi si presentano muniti di aria condizionata ed il personale è molto disponibile e qualificato. Oltre all’accoglienza, fa molto spesso anche da Cicerone agli ospiti curiosi di cogliere le peculiarità dei luoghi che si apprestano a visitare.Ricordiamo che il Metrò del mare aveva subìto uno stop per i tre anni scorsi; per un anno il comune di Agropoli aveva fatto da sé organizzandosi con una compagnia privata che praticava la tratta per Capri, ma i costi troppo esosi avevano portato a non ripetere più l’esperienza. Le linee marittime sono state riattivate con lo scopo di porre rimedio a una viabilità che è precaria. Esempio lampante è costituito dalla Strada provinciale 430, interdetta al transito nel tratto tra Agropoli e Prignano Cilento, che ormai da tre estati costringe i visitatori a percorrere la provinciale 45 quale alternativa. Una strada sicuramente non in grado, per caratteristiche, ad assorbire l’intenso volume di traffico estivo.A Castellabate sul porto di San Marco passeggeri sotto il sole senza pensiline.

Andrea Passaro AGROPOLINEWS