San Vito Positano i genitori col mister Antonio Guarracino, e anche noi.. Silenzio di Cecchi Paone e del sindaco

0

San Vito Positano i genitori col mister Antonio Guarracino, e anche noi. Ancora oggi in spiaggia i genitori ci hanno confermato che vogliono Guarracino e sperano che ritorni. Nonostante l’attacco della società con un documento firmato dal presidente Raffaele Casola i genitori non si rassegnano “Il mister ha portato risultati sportivi e umani – dicono la stragrande maggioranza dei genitori sentiti da Positanonews -, il suo atteggiamento avrebbe dovuto infastidire noi e non la società. Il mister li abitua al mondo dello sport, che è fatto anche di questo, se vediamo cosa fa Conte in Nazionale si comprende bene che è quella la tipologia. Poi a noi genitori durante la festa fu assicurata la presenza di mister Guarracino ed erano tutti felici e contenti, cosa sia successo mezzora dopo non si capisce, ma se c’era qualcosa da dire o da contestare al mister si doveva fare prima”. Anche noi di Positanonews rimaniamo sconcertati. Il silenzio di Alessandro Cecchi Paone e del sindaco Michele De Lucia sono emblematici, loro potrebbero risolvere la situazione, ed è a loro che ci appelliamo almeno per una soluzione dignitosa per tutti per il paese e per il mister a cui va dati gli onori per quello che ha fatto. Guarracino ha portato alla squadra della Costiera amalfitana il miglior risultato di sempre della sua storia dal punto di vista sportivo-agonistico, dal punto di vista della scuola calcio questa è cresciuta ed ha ottenuto entusiasmo e coinvolgimento della maggior parte dei ragazzi, oltre a dei risultati portando le categorie giovanili ai massimi risultati in Campania. Tanti si chiedono a Positano per quale motivo si devono raccogliere fondi per la squadra del San Vito Positano e non per persone povere e malate, che anche ci sono nella nostra cittadina, e anche noi di Positanonews ci chiediamo perchè dobbiamo incentivare queste raccolte di fronte a questa sceneggiata. A Guarracino deve andare sicuramente la nostra stima e considerazione è intervenuto a tutti i livelli, sempre in modo migliorativo, non capiamo ancora cosa sia successo , ma qualsiasi cosa sia successa la rottura doveva essere diversa, rispettosa verso l’uomo e verso i risultati che ha portato, sportivi ma anche e sopratutto umani che, secondo noi, è ancora più importante. La speranza è l’ultima a morire, ma il provincialismo è duro da estirpare.

Michele Cinque

San Vito Positano i genitori col mister Antonio Guarracino, e anche noi. Ancora oggi in spiaggia i genitori ci hanno confermato che vogliono Guarracino e sperano che ritorni. Nonostante l'attacco della società con un documento firmato dal presidente Raffaele Casola i genitori non si rassegnano "Il mister ha portato risultati sportivi e umani – dicono la stragrande maggioranza dei genitori sentiti da Positanonews -, il suo atteggiamento avrebbe dovuto infastidire noi e non la società. Il mister li abitua al mondo dello sport, che è fatto anche di questo, se vediamo cosa fa Conte in Nazionale si comprende bene che è quella la tipologia. Poi a noi genitori durante la festa fu assicurata la presenza di mister Guarracino ed erano tutti felici e contenti, cosa sia successo mezzora dopo non si capisce, ma se c'era qualcosa da dire o da contestare al mister si doveva fare prima". Anche noi di Positanonews rimaniamo sconcertati. Il silenzio di Alessandro Cecchi Paone e del sindaco Michele De Lucia sono emblematici, loro potrebbero risolvere la situazione, ed è a loro che ci appelliamo almeno per una soluzione dignitosa per tutti per il paese e per il mister a cui va dati gli onori per quello che ha fatto. Guarracino ha portato alla squadra della Costiera amalfitana il miglior risultato di sempre della sua storia dal punto di vista sportivo-agonistico, dal punto di vista della scuola calcio questa è cresciuta ed ha ottenuto entusiasmo e coinvolgimento della maggior parte dei ragazzi, oltre a dei risultati portando le categorie giovanili ai massimi risultati in Campania. Tanti si chiedono a Positano per quale motivo si devono raccogliere fondi per la squadra del San Vito Positano e non per persone povere e malate, che anche ci sono nella nostra cittadina, e anche noi di Positanonews ci chiediamo perchè dobbiamo incentivare queste raccolte di fronte a questa sceneggiata. A Guarracino deve andare sicuramente la nostra stima e considerazione è intervenuto a tutti i livelli, sempre in modo migliorativo, non capiamo ancora cosa sia successo , ma qualsiasi cosa sia successa la rottura doveva essere diversa, rispettosa verso l'uomo e verso i risultati che ha portato, sportivi ma anche e sopratutto umani che, secondo noi, è ancora più importante. La speranza è l'ultima a morire, ma il provincialismo è duro da estirpare.

Michele Cinque