Meta. Ci ha lasciato Don Gennaro Porzio

0

Questa sera ci ha lasciato Don Gennaro Porzio, classe 1921, per molti anni parroco di Meta. Don Gennaro fu ordinato sacerdote il 15 luglio 1945 ed è stato canonico del capitolo della Cattedrale e prelato d’onore del Papa, era l’emblema del sacerdote impegnato nel sociale. Per dieci anni ha ricoperto la carica di presidente dell’Ente comunale di assistenza, per lungo tempo unico sostegno per le fasce meno abbienti della popolazione. Poi ha guidato l’Ente morale asilo infantile, curando l’organizzazione delle colonie estive per i bambini, prima di dirigere la casa di riposo. Ed è proprio grazie a lui che questo edificio è stato ristrutturato e adeguato alle esigenze dei poveri che accoglieva. Sacerdote dalla grande cultura e preparazione, che gli hanno permesso di ricoprire numerose cariche di prestigio: prima vicario generale, poi presidente dell’Istituto per il sostentamento del clero della diocesi di Sorrento-Castellammare. Anche da parroco don Gennaro Porzio ha lasciato il segno. Eletto dai fedeli metesi come successore di don Peppino Russo, Don Gennaro ha realizzato il primo centro parrocchiale dell’intera penisola sorrentina e organizzato i primi campi-scuola sul monte Faito, ai quali partecipavano decine di giovani. I funerali saranno celebrati venerdì nella Basilica di Santa Maria del Lauro a Meta.

Questa sera ci ha lasciato Don Gennaro Porzio, classe 1921, per molti anni parroco di Meta. Don Gennaro fu ordinato sacerdote il 15 luglio 1945 ed è stato canonico del capitolo della Cattedrale e prelato d’onore del Papa, era l’emblema del sacerdote impegnato nel sociale. Per dieci anni ha ricoperto la carica di presidente dell’Ente comunale di assistenza, per lungo tempo unico sostegno per le fasce meno abbienti della popolazione. Poi ha guidato l’Ente morale asilo infantile, curando l’organizzazione delle colonie estive per i bambini, prima di dirigere la casa di riposo. Ed è proprio grazie a lui che questo edificio è stato ristrutturato e adeguato alle esigenze dei poveri che accoglieva. Sacerdote dalla grande cultura e preparazione, che gli hanno permesso di ricoprire numerose cariche di prestigio: prima vicario generale, poi presidente dell’Istituto per il sostentamento del clero della diocesi di Sorrento-Castellammare. Anche da parroco don Gennaro Porzio ha lasciato il segno. Eletto dai fedeli metesi come successore di don Peppino Russo, Don Gennaro ha realizzato il primo centro parrocchiale dell’intera penisola sorrentina e organizzato i primi campi-scuola sul monte Faito, ai quali partecipavano decine di giovani. I funerali saranno celebrati venerdì nella Basilica di Santa Maria del Lauro a Meta.

Lascia una risposta