Psg in pole position per Higuain, ma ci sono anche le big inglesi. In Spagna piace all’Atletico Madrid

0

Per Higuain servono – sulla carta – i 94,7 milioni di euro della clausola, una cifra di tutto rispetto che in questo momento possono permettersi in pochi. Difficile in Italia, dove tra bilanci e fair play finanziario sembra che quello imposto dal contratto del Pipita con il Napoli sia un tetto quasi del tutto inarrivabile. Ecco perché l’asta si potrebbe scatenare al di fuori dei confini nazionali. E qui la lista è sicuramente lunga, anche se in fin dei conti si tratta dei soliti nomi, i soliti top club europei che oltre alla disponibilità economica hanno dalla loro anche il blasone e quel progetto vincente che secondo Nicolas Higuain è la cosa che manca al Napoli di De Laurentiis. Si comincia ovviamente dalla Francia e dal Psg, squadra di proprietà dello sceicco Al-Thani, i cui rubinetti (di petrolio) sembrano essere senza fine. Superato agilmente il discorso economico, il Psg si piazza in pole position come potenziale acquirente del Pipita perché dall’anno prossimo non avrà più a disposizione Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese, oltre ad aver detto addio alla sua nazionale, ha già dichiarato che quello appena concluso è stato il suo ultimo campionato all’ombra della Tour Eiffel. Ecco perché Gonzalo Higuain rappresenta il profilo giusto per piazzarsi al centro dell’attacco della squadra che da ieri è ufficialmente affidata all’ex allenatore del Siviglia Unai Emery. Se non fosse Francia, però, potrebbe essere anche Inghilterra laddove, nonostante la svalutazione della sterlina causa Brexit, i soldi non mancano. In primis al Chelsea di Roman Abramovic che ha tutte le intenzioni di consegnare nelle mani di Antonio Conte una squadra competitiva fin da subito. I blues, però, non giocheranno la prossima edizione della Champions League, motivo che forse potrebbe far propendere l’ago della bilancia per un altro club sempre di Premier. Vedi il Manchester City, che con l’arrivo di Guardiola potrebbe aver bisogno di un nuovo bomber. Ma attenzione, però, perché l’allenatore spagnolo non ha mai negato di voler portare con sé Robert Lewandowski dal Bayern Monaco. Per rimanere a Manchester, occhio anche alla pista United, dove Mourinho avrà certamente bisogno di una prima punta da affiancare a Martial in attesa della definitiva esplosione del giovane Rashford. Per chiudere il capitolo inglese resta l’Arsenal di Wenger che proprio nelle ultime settimane si è visto sbattere in faccia la porta da Vardy che ha scelto di sposare ancora la causa Leicester. Dall’Inghilterra alla Spagna, dove forse ci sono meno pretendenti. Forse, però, perché se è vero che Real e Barcellona sembrano già al completo, bisognerà capire anche quale sarà il futuro di Cristiano Ronaldo e Neymar. CR7 è sempre tentato dallo United di Mou, mentre Neymar è corteggiato dal Psg e ha già dichiarato di non voler rinnovare il proprio contratto con il Barça. La partenza di uno dei due potrebbe far partire l’effetto domino tra i top attaccanti in Europa, con il conseguente interessamento anche per Higuain. Chi invece non ha mai negato di essere sulle tracce del Pipita è l’Atletico Madrid, dal momento che il Cholo Simeone vorrebbe porlo al centro del suo attacco per provare l’assalto alla Liga e alla Champions. Per chiudere il giro d’Europa l’ultima tappa è a Monaco di Baviera dove Carlo Ancelotti potrebbe decidere di puntare su Higuain come eventuale sostituto di Robert Lewandowski, obiettivo mai celato di Guardiola per il City. (Bruno Majorano – Il Mattino)

Per Higuain servono – sulla carta – i 94,7 milioni di euro della clausola, una cifra di tutto rispetto che in questo momento possono permettersi in pochi. Difficile in Italia, dove tra bilanci e fair play finanziario sembra che quello imposto dal contratto del Pipita con il Napoli sia un tetto quasi del tutto inarrivabile. Ecco perché l’asta si potrebbe scatenare al di fuori dei confini nazionali. E qui la lista è sicuramente lunga, anche se in fin dei conti si tratta dei soliti nomi, i soliti top club europei che oltre alla disponibilità economica hanno dalla loro anche il blasone e quel progetto vincente che secondo Nicolas Higuain è la cosa che manca al Napoli di De Laurentiis. Si comincia ovviamente dalla Francia e dal Psg, squadra di proprietà dello sceicco Al-Thani, i cui rubinetti (di petrolio) sembrano essere senza fine. Superato agilmente il discorso economico, il Psg si piazza in pole position come potenziale acquirente del Pipita perché dall’anno prossimo non avrà più a disposizione Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese, oltre ad aver detto addio alla sua nazionale, ha già dichiarato che quello appena concluso è stato il suo ultimo campionato all’ombra della Tour Eiffel. Ecco perché Gonzalo Higuain rappresenta il profilo giusto per piazzarsi al centro dell’attacco della squadra che da ieri è ufficialmente affidata all’ex allenatore del Siviglia Unai Emery. Se non fosse Francia, però, potrebbe essere anche Inghilterra laddove, nonostante la svalutazione della sterlina causa Brexit, i soldi non mancano. In primis al Chelsea di Roman Abramovic che ha tutte le intenzioni di consegnare nelle mani di Antonio Conte una squadra competitiva fin da subito. I blues, però, non giocheranno la prossima edizione della Champions League, motivo che forse potrebbe far propendere l’ago della bilancia per un altro club sempre di Premier. Vedi il Manchester City, che con l’arrivo di Guardiola potrebbe aver bisogno di un nuovo bomber. Ma attenzione, però, perché l’allenatore spagnolo non ha mai negato di voler portare con sé Robert Lewandowski dal Bayern Monaco. Per rimanere a Manchester, occhio anche alla pista United, dove Mourinho avrà certamente bisogno di una prima punta da affiancare a Martial in attesa della definitiva esplosione del giovane Rashford. Per chiudere il capitolo inglese resta l’Arsenal di Wenger che proprio nelle ultime settimane si è visto sbattere in faccia la porta da Vardy che ha scelto di sposare ancora la causa Leicester. Dall’Inghilterra alla Spagna, dove forse ci sono meno pretendenti. Forse, però, perché se è vero che Real e Barcellona sembrano già al completo, bisognerà capire anche quale sarà il futuro di Cristiano Ronaldo e Neymar. CR7 è sempre tentato dallo United di Mou, mentre Neymar è corteggiato dal Psg e ha già dichiarato di non voler rinnovare il proprio contratto con il Barça. La partenza di uno dei due potrebbe far partire l’effetto domino tra i top attaccanti in Europa, con il conseguente interessamento anche per Higuain. Chi invece non ha mai negato di essere sulle tracce del Pipita è l’Atletico Madrid, dal momento che il Cholo Simeone vorrebbe porlo al centro del suo attacco per provare l’assalto alla Liga e alla Champions. Per chiudere il giro d’Europa l’ultima tappa è a Monaco di Baviera dove Carlo Ancelotti potrebbe decidere di puntare su Higuain come eventuale sostituto di Robert Lewandowski, obiettivo mai celato di Guardiola per il City. (Bruno Majorano – Il Mattino)