NA 21/5/16 presso il teatro San Paolo è stata presentata “Filumena Marturano

0

Sabato 21 maggio u.s. presso il teatro Parco San Paolo, per cortese invito, abbiamo presenziato al lavoro in tre atti di Eduardo De Filippo “Filumena Marturano” per la regia di Elena Sansone.

Il teatro era gremito di pubblico in ogni ordine di posti. Alle 21 quando si è aperto il sipario erano in scena Filumena e Domenico Soriano dopo la finzione di Filumena per aver fatto credere che era moribonda per estorcere il cognome a Domenico Soriano.

Abbiamo apprezzato una Filumena Marturano che nella recitazione vi ha messo l’animo e un Domenico Soriano ben all’altezza della sua parte. Tutti i personaggi si sono calati nel personaggio loro assegnato con grande bravura. E’ evidente che gli attori, sotto l’attenta regia di Elena Sansone, a seguito di lunghe ed estenuanti prove, hanno portato in scena il lavoro con grande maestria.

Non vi sono stati vuoti di scena, semplice ma efficace la scenografia, buona la fonia e le luci,  ottimi i costumi.

Personaggi ed interpreti:

Filumena Marturano                   Elena Sansone

Domenico Soriano                      Aldo Rossi

Alfredo Amoroso                        Riccardo G. Grassitelli

Rosaria Solimene                        Pina Visco

Avvocato Nocelle                       Roberto D’Alessandro

Diana                                           Luisanna Taranto

Umberto                                      Maurizio Ceraudo

Riccardo                                     Marcello Bonanni

Michele                                      Dario Todaro

Lucia                                          Marianna Giudice

Sacerdote                                    Ruggiero Nigro

Teresina                                      Annamaria Picardi

Facchino                                     Angelo Coraggio

 

Costumi ESA mode

Luci e fonica   delt

Direzione scenica Paola Genovese

 Quando alla fine del terzo atto, la commedia si conclude con il matrimonio, Filumena seduta sul divano stanca per la cerimonia,  (ma felice) dice : “Dummì, sto chiagnenne … Quant’è bello a chiagnere” vicino Domenico Soriano, senza che abbia saputo chi è il suo vero figlio,  pronuncia l’ultima battuta:” ‘E figlie sò figlie …E sò tutte eguale… Hai ragione, Filumè, hai ragione tu!.. “ e si chiuso il sipario, ci sono stati pochi attimi di silenzio assoluto, poi uno scrosciante applauso è scaturito da tutta la platea.

Insomma, abbiamo assistito ad uno dei capolavori di Eduardo che lasciano riflettere profondamente!

Sabato 21 maggio u.s. presso il teatro Parco San Paolo, per cortese invito, abbiamo presenziato al lavoro in tre atti di Eduardo De Filippo “Filumena Marturano” per la regia di Elena Sansone.

Il teatro era gremito di pubblico in ogni ordine di posti. Alle 21 quando si è aperto il sipario erano in scena Filumena e Domenico Soriano dopo la finzione di Filumena per aver fatto credere che era moribonda per estorcere il cognome a Domenico Soriano.

Abbiamo apprezzato una Filumena Marturano che nella recitazione vi ha messo l’animo e un Domenico Soriano ben all’altezza della sua parte. Tutti i personaggi si sono calati nel personaggio loro assegnato con grande bravura. E’ evidente che gli attori, sotto l’attenta regia di Elena Sansone, a seguito di lunghe ed estenuanti prove, hanno portato in scena il lavoro con grande maestria.

Non vi sono stati vuoti di scena, semplice ma efficace la scenografia, buona la fonia e le luci,  ottimi i costumi.

Personaggi ed interpreti:

Filumena Marturano                   Elena Sansone

Domenico Soriano                      Aldo Rossi

Alfredo Amoroso                        Riccardo G. Grassitelli

Rosaria Solimene                        Pina Visco

Avvocato Nocelle                       Roberto D’Alessandro

Diana                                           Luisanna Taranto

Umberto                                      Maurizio Ceraudo

Riccardo                                     Marcello Bonanni

Michele                                      Dario Todaro

Lucia                                          Marianna Giudice

Sacerdote                                    Ruggiero Nigro

Teresina                                      Annamaria Picardi

Facchino                                     Angelo Coraggio

 

Costumi ESA mode

Luci e fonica   delt

Direzione scenica Paola Genovese

 Quando alla fine del terzo atto, la commedia si conclude con il matrimonio, Filumena seduta sul divano stanca per la cerimonia,  (ma felice) dice : “Dummì, sto chiagnenne … Quant’è bello a chiagnere” vicino Domenico Soriano, senza che abbia saputo chi è il suo vero figlio,  pronuncia l’ultima battuta:” ‘E figlie sò figlie …E sò tutte eguale… Hai ragione, Filumè, hai ragione tu!.. “ e si chiuso il sipario, ci sono stati pochi attimi di silenzio assoluto, poi uno scrosciante applauso è scaturito da tutta la platea.

Insomma, abbiamo assistito ad uno dei capolavori di Eduardo che lasciano riflettere profondamente!