Positano – SOS Civiltà

0

La Civiltà Positanese chiede tolleranza zero verso l’inciviltà che dilaga.
Mercoledì scorso l’Ass. Macchia Mediterranea è stata impegnata nella pulizia del tratto della statale 163 che va dal bivio “Sponda” al punto denominato “Carcarone” (direzione Colli,poco dopo il cartello di benvenuti a Positano).
Purtroppo la situazione non è certo quella che un nostro ospite si aspetterebbe di trovare in un luogo bello e ricco come Positano.
Anzi c’è da rilevare una grande quantità d’immondizia trovata dal tratto “ Fiume della Noce – Carcarone ” riconducibile ad alcuni operatori del settore trasporto passeggeri, fornitori, commercianti o semplici cittadini residenti e non, inequivocabilmente poco civili.
Quindi, se questa situazione dovesse ancora persistere, è nostra ferma intenzione rivolgerci a tutte le Autorità competenti chiedendo che non sia più consentita la sosta così come previsto dal codice stradale.
A chi svolge attività lungo la statale, facciamo notare che oltre ad avere l’obbligo morale e civile di non sporcare ha anche quello di mantenere sempre pulita l’intera zona “almeno in un raggio di 100 metri” e di portare l’immondizia al centro di raccolta ed all’orario indicatogli dal Comune, non avendo alcun diritto al ritiro domiciliare. E non sarebbe male che se ne rendesse spontaneamente tutore richiamando all’ordine e alla pulizia chi non lo fa.
Queste foto, non solo mostrano cose che non dovrebbero esistere nemmeno nell’immaginario quando si pensa a questi luoghi, ma purtroppo anche il nostro stato d’inciviltà. Perché anche se è vero che chi fa questo è solo una piccola parte della nostra collettività è altrettanto vero che solo una piccolissima parte lotta veramente per fermarli! Così mostrando che alla maggioranza dei Positanesi parrebbe proprio che vivere con questa inciviltà e condividerne usi e costumi vada benissimo, autorità comprese!
Daniele Esposito.

Per tutte le altre foto:
https://www.facebook.com/media/set/?set=oa.991910434196084&type=1La Civiltà Positanese chiede tolleranza zero verso l’inciviltà che dilaga.
Mercoledì scorso l’Ass. Macchia Mediterranea è stata impegnata nella pulizia del tratto della statale 163 che va dal bivio “Sponda” al punto denominato “Carcarone” (direzione Colli,poco dopo il cartello di benvenuti a Positano).
Purtroppo la situazione non è certo quella che un nostro ospite si aspetterebbe di trovare in un luogo bello e ricco come Positano.
Anzi c’è da rilevare una grande quantità d’immondizia trovata dal tratto “ Fiume della Noce – Carcarone ” riconducibile ad alcuni operatori del settore trasporto passeggeri, fornitori, commercianti o semplici cittadini residenti e non, inequivocabilmente poco civili.
Quindi, se questa situazione dovesse ancora persistere, è nostra ferma intenzione rivolgerci a tutte le Autorità competenti chiedendo che non sia più consentita la sosta così come previsto dal codice stradale.
A chi svolge attività lungo la statale, facciamo notare che oltre ad avere l’obbligo morale e civile di non sporcare ha anche quello di mantenere sempre pulita l’intera zona “almeno in un raggio di 100 metri” e di portare l’immondizia al centro di raccolta ed all’orario indicatogli dal Comune, non avendo alcun diritto al ritiro domiciliare. E non sarebbe male che se ne rendesse spontaneamente tutore richiamando all’ordine e alla pulizia chi non lo fa.
Queste foto, non solo mostrano cose che non dovrebbero esistere nemmeno nell’immaginario quando si pensa a questi luoghi, ma purtroppo anche il nostro stato d’inciviltà. Perché anche se è vero che chi fa questo è solo una piccola parte della nostra collettività è altrettanto vero che solo una piccolissima parte lotta veramente per fermarli! Così mostrando che alla maggioranza dei Positanesi parrebbe proprio che vivere con questa inciviltà e condividerne usi e costumi vada benissimo, autorità comprese!
Daniele Esposito.

Per tutte le altre foto:
https://www.facebook.com/media/set/?set=oa.991910434196084&type=1