Clamoroso: il Comune di Anacapri annuncia l’interruzione dei rapporti istituzionali con il Comune di Capri

0

Nei giorni scorsi: il sindaco di Anacapri Franco Cerrotta ha comunicato al sindaco di Capri Gianni De Martino, alla luce della querelle relativa al piano traffico, l’interruzione dei rapporti istituzionali tra le due amministrazioni. Della vicenda è stato informato il Prefetto di Napoli, oltre che il presidente della Regione Campania e il sindaco della Città Metropolitana. Ecco, a seguire, il testo integrale della nota che il sindaco Cerrotta ha inviato al sindaco De Martino oggi pomeriggio comunicando la “rottura”. “Ill.mo Sindaco, è con forte rammarico che trasmetto la presente nota, ma, a seguito dell’esito dell’incontro di ieri della Consulta Intercomunale per il Turismo e la Mobilità, l’Amministrazione comunale di Anacapri deve assumere un atteggiamento deciso per difendere quei diritti essenziali che oggi non si possono non garantire nell’ambito di una visione europeistica che, per fortuna, da tempo è entrata a far parte della nostra cultura. Non è possibile non assumere da parte di questa Amministrazione un atteggiamento deciso di fronte a una situazione come quella verificatasi ieri, laddove i vertici di un’Amministrazione comunale hanno con fermezza “sbattuto la porta in faccia” ai membri della Consulta nella loro qualità di rappresentanti di tutte le attività produttive dell’intera Isola di Capri, solo perché hanno chiesto, con indiscutibili argomentazioni, di sperimentare, per un brevissimo periodo, la proposta del nostro Comune, nell’ambito di un’ordinanza che è stata emanata proprio con un indirizzo “sperimentale”. Non è possibile da parte di codesta Amministrazione rifiutare la sperimentazione proposta dal Comune di Anacapri e supportata da tutte le categorie produttive presenti in Consulta, adducendo che la proposta deve essere “studiata”; si ricorda, inoltre, che la stessa è stata già illustrata nell’incontro del 3 giugno u.s.. e che si sta “esaminando” una proposta che, dal punto di vista tecnico, è banale; in pratica, infatti, si sta chiedendo di far circolare, unitamente al comparto merci, per un solo senso di marcia e per pochi minuti, anche qualche bus turistico diretto a Marina Grande, bloccando, sempre per pochi minuti, il senso di marcia contrario e per la stessa categoria produttiva. Non può passare l’affermazione, ascoltata sempre ieri, che l’Amministrazione della Città di Capri intende “concedere” al Comune di Anacapri una miglioria sull’ordinanza, in quanto si è resa conto che la stessa sta producendo danni all’economia di quest’ultimo, e che tale miglioria è stata concordata proprio con i soggetti che trasportano i turisti giornalieri; lo scrivente si esime dal giudicare tale affermazione per non incidere ulteriormente sull’aspetto istituzionale, nutrendo forti dubbi che i soggetti che trasportano i turisti giornalieri abbiano concordato tale modifica. Non può passare che oggi si “concede” una modifica all’ordinanza perché si è verificato quello che l’Amministrazione di Anacapri aveva già previsto che si sarebbe verificato, infatti, tali argomentazioni sono state illustrate da questa Amministrazione nell’incontro del 3 giugno u.s.. Sono molti gli argomenti di grande valenza e di interesse comune delle due Amministrazioni che finora sono stati trattati congiuntamente senza riuscire ad ottenere risultati soddisfacenti, si evidenzia che con tali atteggiamenti di irresponsabilità politica si andrà anche verso lo scioglimento delle Consulta per il Turismo e la Mobilità, frutto di lungimiranza politica e incredibili “fatiche” delle passate Amministrazioni. Alla luce di quanto sopra esposto e con grande rammarico, questa Amministrazione con la presente dà formale comunicazione a codesta Spett.le Amministrazione di interruzione dei rapporti istituzionali a partire dalla data odierna”.

fonte INFORMATORE POPOLARE http://www.caprinews.it/leggi1.asp?cod=7208

Nei giorni scorsi: il sindaco di Anacapri Franco Cerrotta ha comunicato al sindaco di Capri Gianni De Martino, alla luce della querelle relativa al piano traffico, l'interruzione dei rapporti istituzionali tra le due amministrazioni. Della vicenda è stato informato il Prefetto di Napoli, oltre che il presidente della Regione Campania e il sindaco della Città Metropolitana. Ecco, a seguire, il testo integrale della nota che il sindaco Cerrotta ha inviato al sindaco De Martino oggi pomeriggio comunicando la "rottura". "Ill.mo Sindaco, è con forte rammarico che trasmetto la presente nota, ma, a seguito dell’esito dell’incontro di ieri della Consulta Intercomunale per il Turismo e la Mobilità, l’Amministrazione comunale di Anacapri deve assumere un atteggiamento deciso per difendere quei diritti essenziali che oggi non si possono non garantire nell’ambito di una visione europeistica che, per fortuna, da tempo è entrata a far parte della nostra cultura. Non è possibile non assumere da parte di questa Amministrazione un atteggiamento deciso di fronte a una situazione come quella verificatasi ieri, laddove i vertici di un’Amministrazione comunale hanno con fermezza “sbattuto la porta in faccia” ai membri della Consulta nella loro qualità di rappresentanti di tutte le attività produttive dell’intera Isola di Capri, solo perché hanno chiesto, con indiscutibili argomentazioni, di sperimentare, per un brevissimo periodo, la proposta del nostro Comune, nell’ambito di un’ordinanza che è stata emanata proprio con un indirizzo “sperimentale”. Non è possibile da parte di codesta Amministrazione rifiutare la sperimentazione proposta dal Comune di Anacapri e supportata da tutte le categorie produttive presenti in Consulta, adducendo che la proposta deve essere “studiata”; si ricorda, inoltre, che la stessa è stata già illustrata nell’incontro del 3 giugno u.s.. e che si sta “esaminando” una proposta che, dal punto di vista tecnico, è banale; in pratica, infatti, si sta chiedendo di far circolare, unitamente al comparto merci, per un solo senso di marcia e per pochi minuti, anche qualche bus turistico diretto a Marina Grande, bloccando, sempre per pochi minuti, il senso di marcia contrario e per la stessa categoria produttiva. Non può passare l’affermazione, ascoltata sempre ieri, che l’Amministrazione della Città di Capri intende “concedere” al Comune di Anacapri una miglioria sull’ordinanza, in quanto si è resa conto che la stessa sta producendo danni all’economia di quest’ultimo, e che tale miglioria è stata concordata proprio con i soggetti che trasportano i turisti giornalieri; lo scrivente si esime dal giudicare tale affermazione per non incidere ulteriormente sull’aspetto istituzionale, nutrendo forti dubbi che i soggetti che trasportano i turisti giornalieri abbiano concordato tale modifica. Non può passare che oggi si “concede” una modifica all’ordinanza perché si è verificato quello che l’Amministrazione di Anacapri aveva già previsto che si sarebbe verificato, infatti, tali argomentazioni sono state illustrate da questa Amministrazione nell’incontro del 3 giugno u.s.. Sono molti gli argomenti di grande valenza e di interesse comune delle due Amministrazioni che finora sono stati trattati congiuntamente senza riuscire ad ottenere risultati soddisfacenti, si evidenzia che con tali atteggiamenti di irresponsabilità politica si andrà anche verso lo scioglimento delle Consulta per il Turismo e la Mobilità, frutto di lungimiranza politica e incredibili “fatiche” delle passate Amministrazioni. Alla luce di quanto sopra esposto e con grande rammarico, questa Amministrazione con la presente dà formale comunicazione a codesta Spett.le Amministrazione di interruzione dei rapporti istituzionali a partire dalla data odierna".

fonte INFORMATORE POPOLARE http://www.caprinews.it/leggi1.asp?cod=7208