Salernitana all’attacco! :domani firma Inzaghi, pressing su Carlini si avvicina anche Insigne Jr.

0

E tridente sia. Con esso, più giocatori d’attacco, esterni di gamba, estro, fantasia e rapidità. La Salernitana si prepara al 4-3-3 di Simone Inzaghi e, dovendo probabilmente dare l’addio ad Andrea Nalini (corteggiatissimo dal Crotone e sempre più lontano dalla Campania, clicca qui per leggere l’articolo) si tuffa sulle occasioni che il mercato offre. C’è un concreto interesse da parte del diesse Fabiani per Massimiliano Carlini, esterno offensivo classe 1986, in uscita dal Frosinone con cui ha collezionato 14 presenze nell’ultimo campionato di Serie A. Lo svela l’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, secondo cui il direttore sportivo granata avrebbe da giorni intavolato una trattativa con l’agente del giocatore, Franco Zavaglia, con cui dovrebbe riaggiornarsi entro la prossima settimana. Carlini è in scadenza di contratto con i ciociari e potrebbe arrivare a parametro zero. Anche l’Avellino aveva chiesto informazioni su di lui prima di virare su Gatto. Praticamente certo l’addio alla Ciociaria da parte dell’ex di Cremonese e Sorrento (in costiera l’aveva portato proprio Salvatore Avallone nel 2010, all’epoca diesse dei rossoneri ed attualmente team manager della Salernitana, ndr), che un mese fa ha annunciato sui propri social il mancato rinnovo con il sodalizio laziale, non lesinando stoccate: “È stato un onore far parte di questa squadra ed aver rappresentato questa gente! Purtroppo tante chiacchiere e finte promesse, ciao a tutti”, il commento di Carlini. Che al momento spara un po’ alto per i gusti di Lotito, c’è distanza sulle cifre ma filtra ottimismo da entrambe le parti per concludere un’operazione importante e che darebbe, se fatta entro la partenza per il ritiro soprattutto, un segnale di presenza e volontà di voler approntare buona parte dell’organico in tempo utile per mettere il nuovo allenatore (Simone Inzaghi) in condizione di poter lavorare nel migliore dei modi nel corso del ritiro. Cosa che non è stata fatta lo scorso anno, ad esempio, e che la Salernitana ha poi pagato a caro prezzo con l’affannoso campionato. Carlini ha fatto male in passato alla Salernitana: fu l’autore del raddoppio del Frosinone nella gara dei playoff di Lega Pro 2014 che vide la squadra allora allenata da Gregucci soccombere al Matusa 2-0. Quella sconfitta costò l’addio alle velleità di promozione in B, categoria in cui torneranno ad affrontarsi granata e gialloblù nel 2016/17. Ma Carlini certamente non vestirà la casacca frusinate. Avanza prepotentemente anche Roberto Insigne, 22enne fratello d’arte che rientra al Napoli dal prestito all’Avellino, con cui ha collezionato 33 presenze, 5 gol e ben 13 assist. Da giorni la Salernitana ha aperto il confronto con la società partenopea (clicca qui per leggere l’articolo), riscontrando peraltro il gradimento del giocatore per la destinazione, che gli consentirebbe di non allontanarsi da casa e proseguire il suo percorso di crescita in cadetteria. Altro profilo che si addice tremendamente al tridente offensivo teorizzato da Simone Inzaghi, l’ormai ex avellinese può arrivare in prestito secco per un anno dal Napoli.

fonte solosalerno.it

articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitana

E tridente sia. Con esso, più giocatori d’attacco, esterni di gamba, estro, fantasia e rapidità. La Salernitana si prepara al 4-3-3 di Simone Inzaghi e, dovendo probabilmente dare l’addio ad Andrea Nalini (corteggiatissimo dal Crotone e sempre più lontano dalla Campania, clicca qui per leggere l’articolo) si tuffa sulle occasioni che il mercato offre. C’è un concreto interesse da parte del diesse Fabiani per Massimiliano Carlini, esterno offensivo classe 1986, in uscita dal Frosinone con cui ha collezionato 14 presenze nell’ultimo campionato di Serie A. Lo svela l’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, secondo cui il direttore sportivo granata avrebbe da giorni intavolato una trattativa con l’agente del giocatore, Franco Zavaglia, con cui dovrebbe riaggiornarsi entro la prossima settimana. Carlini è in scadenza di contratto con i ciociari e potrebbe arrivare a parametro zero. Anche l’Avellino aveva chiesto informazioni su di lui prima di virare su Gatto. Praticamente certo l’addio alla Ciociaria da parte dell’ex di Cremonese e Sorrento (in costiera l’aveva portato proprio Salvatore Avallone nel 2010, all’epoca diesse dei rossoneri ed attualmente team manager della Salernitana, ndr), che un mese fa ha annunciato sui propri social il mancato rinnovo con il sodalizio laziale, non lesinando stoccate: “È stato un onore far parte di questa squadra ed aver rappresentato questa gente! Purtroppo tante chiacchiere e finte promesse, ciao a tutti”, il commento di Carlini. Che al momento spara un po’ alto per i gusti di Lotito, c’è distanza sulle cifre ma filtra ottimismo da entrambe le parti per concludere un’operazione importante e che darebbe, se fatta entro la partenza per il ritiro soprattutto, un segnale di presenza e volontà di voler approntare buona parte dell’organico in tempo utile per mettere il nuovo allenatore (Simone Inzaghi) in condizione di poter lavorare nel migliore dei modi nel corso del ritiro. Cosa che non è stata fatta lo scorso anno, ad esempio, e che la Salernitana ha poi pagato a caro prezzo con l’affannoso campionato. Carlini ha fatto male in passato alla Salernitana: fu l’autore del raddoppio del Frosinone nella gara dei playoff di Lega Pro 2014 che vide la squadra allora allenata da Gregucci soccombere al Matusa 2-0. Quella sconfitta costò l’addio alle velleità di promozione in B, categoria in cui torneranno ad affrontarsi granata e gialloblù nel 2016/17. Ma Carlini certamente non vestirà la casacca frusinate. Avanza prepotentemente anche Roberto Insigne, 22enne fratello d’arte che rientra al Napoli dal prestito all’Avellino, con cui ha collezionato 33 presenze, 5 gol e ben 13 assist. Da giorni la Salernitana ha aperto il confronto con la società partenopea (clicca qui per leggere l’articolo), riscontrando peraltro il gradimento del giocatore per la destinazione, che gli consentirebbe di non allontanarsi da casa e proseguire il suo percorso di crescita in cadetteria. Altro profilo che si addice tremendamente al tridente offensivo teorizzato da Simone Inzaghi, l’ormai ex avellinese può arrivare in prestito secco per un anno dal Napoli.

fonte solosalerno.it

articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitana